Scuole primarie. a Isernia e Campobasso chiuse, riaprono Venafro, Montenero e Capracotta

Niente scuola per l’Infanzia, gli asili nido e le Primavere di Campobasso, stabilisce in un'ordinanza oggi, 6 gennaio, il sindaco, Roberto Gravina, come aveva già preannunciato.
Dopo Gravina, anche il primo cittadino di Isernia, Giacomo d’Apollonio, torna indietro sui suoi passi e decide di non derogare all’ordinanza di Toma e, quindi, da domani, le scuole primarie resteranno chiuse anche nell'isernino.
Diversa, invece, la decisione presa dal sindaco di Venafro, Alfredo Ricci, che dà la notizia della riapertura delle primarie a partire dal 7, dopo che i tamponi sono risultati tutti negativi. «I tamponi effettuati ieri presso il Testa e il Pilla (in totale circa 400) sono risultati tutti negativi. Costituiscono un campione fortemente rappresentativo della situazione nelle scuole cittadine dopo la pausa per le festività natalizie, sicuramente un elemento di valutazione ulteriore, di cui nessun altro Comune può disporre. Nella giornata di domani saranno pronti i referti per ognuno. Gli attualmente positivi a Venafro, tenuto conto delle comunicazioni ASREM e di quelle dei laboratori privati (in ottemperanza all’ordinanza sindacale del 14 novembre), sono 35. Avvalendomi della facoltà attribuitami con l’ordinanza regionale di ieri, sto per adottare ordinanza di apertura delle scuole primarie da domani. La scuola dell’infanzia sarà parimenti aperta (l’ordinanza regionale non ne prevede la chiusura). Le MEDIE resteranno chiuse fino al 17 (su questo l’ordinanza regionale non consente deroghe). Alunni e personale del Giordano effettueranno i tamponi sabato 9 a partire dalle ore 14 presso la palestra di via Maiella (seguirà comunicazione sullo scaglionamento orario). Personale e alunni del Testa e del Pilla che dovessero ripensarci e decidere di effettuare il tampone, avranno tempo fino al 16 gennaio, inviando al Comune il modulo di prenotazione già a disposizione. Per tutti resta la raccomandazione a collaborare, continuando a osservare tutte le precauzioni previste per evitare ogni rischio di diffusione del contagio.» - dichiara Ricci.
Anche Il sindaco di Montenero di Bisaccia, Simona Contucci, ha emanato una nuova Ordinanza con la quale consente lo svolgimento dell’attività didattica in presenza presso la Scuola Primaria dell’Istituto Omnicomprensivo di Montenero di Bisaccia, nel periodo che va dal 7 gennaio al 17 gennaio 2021. 
Analoga decisione presa dal Comune di Capracotta, con Ordinanza del sindaco in data odierna che ha stabilito di mantenere l’attività didattica in presenza per la Scuola Primaria e per la Scuola dell’Infanzia, avvalendosi della deroga prevista nell’Ordinanza n. 2 del 5 gennaio 2021 del Presidente della Giunta Regionale del Molise.