Riccia: il sindaco chiede chiarimenti a Toma su finanziamenti per la sistemazione delle strade comunali

Fa discutere la recente deliberazione del Presidente Toma con la quale ha assegnato dei fondi dello Stato destinati ad investimenti per la realizzazione dell'opere pubbliche. Circa 1milione e 300 mila euro per l'anno in corso da dare interamente ai Comuni per la manutenzione delle cosiddette “strade di bonifica”, precedentemente gestite dalle Comunità montane e oggi in capo ai Comuni sui cui territori ricadono. La delibera di Giunta dello scorso 31 dicembre prevede però che a beneficiarne saranno solo 4 comuni: Campodipietra, Guardiaregia, Tufara e Macchia Valfortore. Nello specifico, 700mila euro sono stati assegnati per il tratto stradale Gildone-Tappino in agro di Campodipietra, 220mila euro al comune di Guardiaregia (ex di Penta), 231 mila al comune di Tufara per Piana di Mare e circa 141mila euro infine al comune di Macchia Valfortore.

Sulla questione è intervenuto il sindaco di Riccia Pietro Testa: "Sono felice per chi ha ottenuto il finanziamento e potrà finalmente sistemare le proprie strade comunali, ma mi piacerebbe capire dal presidente Toma in base a quale criterio ha deciso di distribuire i fondi. La maggior parte delle strade comunali della nostra regione versano in condizioni preoccupanti tali da richiedere interventi di manutenzione urgenti. Perché non è stato fatto un bando per assegnare in base all'urgenza tali fondi? Perché non sono stati finanziati magari i progetti dell'avviso pubblico finalizzato proprio alla definizione di un piano di interventi nel settore viabilità (pubblicato sul BURM del 16 agosto 2019 numero 31) che ha visto il comune di Tufara insieme a Riccia arrivare primo in graduatoria su 122 progetti? La mia non vuole essere una sterile polemica ma una richiesta di chiarimenti a nome della cittadinanza che rappresento e che quotidianamente vive i disagi di una rete stradale al collasso".
La legge n.145 /2018 all'art.39 assegna al Molise oltre 13 milioni di euro da utilizzare nel periodo compreso tra il 2021 ed il 2034. La Giunta regionale, dopo aver diviso i fondi per gli anni in questione, ha deliberato di assegnare i fondi del 2021 ai comuni di Campodipietra, Guardiaregia, Tufara e Macchia Valfortore adducendo che "tali strade costituiscono importanti e, a volte, unici collegamenti interni per le aree montane; negli anni sono state abbandonate a se stesse in assenza di risorse finanziarie adeguate alla loro manutenzione e, in più circostanze, i sindaci hanno segnalato, anche per il tramite del commissario liquidatore delle Comunità montane Matese e Fortore, il preoccupante stato manutentivo, intervenendo, talvolta, con ordinanze di chiusura delle stesse". "Nessuno mette in dubbio che tali strade necessitino di misure urgenti - precisa il sindaco Testa - ma quasi tutti i comuni afferenti alle Comunità montane del Matese e Fortore versano nelle stesse identiche situazioni".