Operazione antidroga Piazza Pulita: chiesti 43 rinvii a giudizio

Quarantatre richieste di rinvio a giudizio: è questo il risvolto dell'operazione antidroga di Carabinieri e Finanza denominato "Piazza Pulita". Il caso, a otto mesi dal blitz, è arrivato davanti al Gup.  La richiesta è della procura di Campobasso. L'operazione, lo ricordiamo, scattò dopo due anni di indagini che portarono a 20 persone arrestate e trasferite in carcere, altre 7 agli arresti domiciliari, 4 divieti di dimora in Molise e in Campania, 6 divieti di dimora in Molise, 1 obbligo di dimora a Campobasso e 1 obbligo di presentazione di firma alla polizia giudiziaria. I sequestri di sostanze stupefacenti portarono alla confisca di 400 grammi di cocaina, 70 grammi di eroina e 3 chili di hashish. La base logistica dell'organizzazione sgominata era Bojano e puntava alle estorsioni a imprenditori e commercianti molisani. I reati di cui dovranno rispondere gli indagati a vario titolo sono di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, traffico di stupefacenti, porto abusi d’armi ed estorsioni, anche con l’aggravante del metodo mafioso.