Blocco dei trasferimenti malati covid a Cb, Facciolla: "Nella smentita arriva la conferma"

Arriva senza farsi attendere la smentita-conferma che i pazienti Covid molisani sono trattati, e lo saranno sempre più, anche negli ospedali di Termoli ed Isernia, ospedali che non hanno i requisiti per farlo. E' quanto dichiara il consigliere regionale, Vittorino Facciolla: "Lo confermano i medici del San Timoteo e del Veneziale spiegando che il blocco dei trasferimenti dei pazienti Covid a Cb c’è stato (ed è innegabile dato che ci sono le chiamate da parte dei vertici Asrem ai referenti del 118), ma che è stato circoscritto alla nottata scorsa perché al Cardarelli non c’era posto. Bene, da mesi sappiamo che i posti al Cardarelli sono insufficienti, da mesi sappiamo che i lavori per la realizzazione del nuovo padiglione Covid procedono a rilento. Sappiamo tutti, insomma che quello che è successo la notte scorsa potrà ripetersi e si ripeterà perché, purtroppo, i contagi sono costantemente in aumento ed i posti per i malati Covid restano sempre e solo gli stessi. Capiamo  - conclude Facciolla - che in questa gestione folle della Sanità chi ci rimette, oltre ai pazienti, sono proprio i medici, gli infermieri e tutti gli operatori sanitari e a loro va tutta la nostra solidarietà ma è impossibile nascondere l'evidenza e la verità dei fatti".