Scienza e Pratica in Fisioterapia Muscoloscheletrica. Trenta candidati discutono la tesi del master all'Unimol

Domani,domenica 24 gennaio, giornata importante per l'Università degli Studi del Molise. Dalle ore 9.00 infatti, 30 candidati, in collegamento da remoto, dal Molise e da diverse regioni italiane, presenteranno la tesi finale che porta a conclusione, dopo due anni intensi e impegnativi, il ciclo didattico-formativo della prima edizione del master di primo livello in "Scienza e Pratica in Fisioterapia Muscoloscheletrica". Il Master, di durata biennale, istituito nel 2018, rappresenta uno dei 5 percorsi di specializzazione per i fisioterapisti presenti sul territorio nazionale (all'Università del Molise la sede per il centro-sud) nel campo delle disfunzioni neuromuscoloscheletriche. Un percorso formativo integrato che si colloca alla stregua dei Paesi più evoluti in tale settore, e che ha già superato la prima fase del monitoraggio internazionale dell’International Federation of Orthopedics Manipulative Physical Therapists (IFOMPT), Associazione Internazionale, riconosciuta dalla WHO (World Health Organization), che rappresenta nel mondo i Fisioterapisti Specializzati in Terapia Manuale e Fisioterapia Muscoloscheletrica. Fiore all’occhiello dell’Alta formazione universitaria del nostro Ateneo, il Master è attualmente alla sua terza edizione, una intuizione e un rilevante attestato di qualità che UniMol ha potuto verificare già dalla prima edizione, proprio questa che domani vedrà il suo culmine. Le opportunità e le competenze offerte dal Master, infatti, hanno riscosso notevoli consensi ricevendo, sin da subito, un numero di richieste di partecipazione triplo rispetto alle disponibilità: prova evidente le tante domande provenienti da tutta Italia, isole comprese. Domani dunque, domenica 24 gennaio ci aspetta l'ultimo atto di questo primo percorso accademico duro, a tratti difficile ed impegnativo, avviato due anni fa; un traguardo e un inizio allo stesso tempo che vedrà 30 specializzandi – dal Molise, ma anche dall’Umbria, Sicilia, Puglia, Abruzzo, Campania e Lazio – collegati con la commissione in via telematica, esporre i loro lavoro di tesi in conclusione di un iter di studi che renderà al sistema sanitario nazionale 30 fisioterapisti specializzati pronti a rispondere alle richieste, alle problematiche e alle necessità terapeutiche a tutela e miglioramento della salute. E UniMol, con il Dipartimento di Medicina e di Scienze della Salute "Vincenzo Tiberio, i candidati partecipanti e le loro famiglie, non può che esprimere e manifestare tutta la sua soddisfazione per questo significativo obiettivo d'insieme raggiunto, con un patrimonio di rilievo in più: quello di 30 professionisti, fisioterapisti specializzati, che sapranno mettere a frutto le loro conoscenze e il loro operato al servizio della comunità e che oggi, ancor più, rivestono un ruolo importante nel panorama assistenziale e della salute. 

Master-Day-gen2021.pdf