Mensa scolastica, Il Movimento Cinque Stelle: il comune risponde sulla mancata costituzione del Comitato

"Apprendiamo dalla stampa, che: "Il Comune di Termoli risponde al MoVimento 5 Stelle sulla mancata costituzione del Comitato Mensa, sottolineando che il problema dipende dall’opposizione consiliare, che ha due nomi invece di uno solo, come richiesto e come confermato dal Presidente del Consiglio Annibale Ciarniello".  Ed ancora, leggiamo nei vari articoli: “Nonostante le reiterate richieste, la minoranza non ha raggiunto un accordo e si dovrà attendere ancora per la nomina del rappresentante di riferimento per costituire il nuovo comitato mensa”.

Lo ha dichiarato il gruppo del Movimento Cinque Stelle di Termoli che ha aggiunto: 

"Partendo dal presupposto - continuano - che un Ente dovrebbe parlare per atti e non per articoli di giornale, evidenziamo che la richiesta di fornire il nome di un rappresentante dei Consiglieri di minoranza per il Comitato Mensa, anno scolastico  in corso, ci è pervenuta solo in data 21 gennaio 2021 tramite SMS dal Presidente del Consiglio del Comune di Termoli, Annibale Ciarniello. Prontamente, tramite PEC, abbiamo provveduto a nominare il consigliere Antonio Bovio. Anche la Consigliera Stumpo ha provveduto a nominare il consigliere Bovio. Gli altri 4 voti dei DEM e VOTA X TE, sono andati alla consigliera Vigilante, quindi su 9 voti, 5 a Bovio  e 4 alla Vigilante. Le regole generali,  avrebbero imposto che chi prende più voti viene eletto ma nel caso di specie, non v'è traccia della regola applicabile nel regolamento o in altri provvedimenti dell'Ente che abbiamo dovuto richiedere all'Ufficio Delibere del Comune e che abbiamo avuto nella giornata di ieri.  Il "buon padre di famiglia", come lo chiama il legislatore, cosa avrebbe fatto a questo punto? Si sarebbe lavato le mani o avrebbe tentato di trovare una soluzione?  Prescindendo da questa valutazione, un dato di fatto è certo.  Ad oggi, il comune non ha riscontrato le pec di indicazione dei consiglieri Bovio e Vigilante, preferendo inviare una nota stampa nella quale però non ha spiegato il motivo per cui non ha provveduto alla nomina del Comitato Mensa nell'anno 2020 e fino al 21 gennaio 2021 data in cui, si ripete, ci è giunta , tramite SMS, da parte del Presidente del  Consiglio Ciarniello, la richiesta di nomina di un componente della minoranza nel comitato mensa, richiesta prontamente riscontrata da tutti i gruppi consiliari e pervenuta appena 9 giorni fa. Il tentativo di far ricadere la responsabilità della mancata costituzione del comitato mensa sulla minoranza è pertanto fallito. Se la minoranza si è presa 9 giorni, compreso oggi, per valutare la documentazione e decidere, nel precipuo interesse della collettività, l'Ente è in ritardo di ben un anno e 21 giorni.
Intelligenti pauca!".