No alla violenza e no al fascismo, il Pd di Campobasso dice no alla propaganda fascista e nazista

I gruppi del Partito Democratico e La Sinistra al Consiglio Comunale di Campobasso, rappresentati dai consiglieri Giose Trivisonno, Bibiana Chierchia, Antonio Battista e Alessandra Salvatore aderiscono alla Proposta di Legge Popolare contro la propaganda Fascista e Nazista. 
Un atto doveroso ma non scontato. Siamo in un'epoca, infatti, nella quale serve ribadire, anche attraverso questa legge specifica, che l'antifascismo è un valore mentre il fascismo un reato: tali principi sono le fondamenta dell'Italia, senza le quali il nostro Paese non sarebbe in piedi. 

"In questi anni di attività consiliare - dichiarano -  abbiamo affrontato questi temi, facendoci, ad esempio, promotori del conferimento della cittadinanza a Liliana Segre e a Piero Terracina, perché consapevoli che oggi c'è bisogno di tutto ciò. L'esigenza di questa legge, infatti, nasce dai troppi "rigurgiti" che la cronaca ci racconta quotidianamente.
Come consiglieri comunali abbiamo dato la disponibilità ad autenticare le firme e siamo disponibili a collaborare con associazioni e cittadini che vorranno organizzare momenti di raccolta firme. Inoltre, ogni campobassano potrà sottoscrivere la proposta presso il Comune di Campobasso. 
Invitiamo tutti i cittadini campobassani a recarsi, tutti i giorni dalle 11 alle 13, presso la Segreteria Generale per sottoscrivere l'iniziativa.
Anche dalla nostra città arrivi un segnale forte.. NO ALLA VIOLENZA, NO AL FASCISMO"