Crisi di governo, Federico (5 stelle): Renzi volto della slealtà e della spregiudicatezza

Le ultime settimane in Parlamento mi hanno dato occasione di guardare dritto negli occhi il volto della spregiudicatezza, della falsità, della slealtà: quello di Matteo Renzi e di quanti nei suoi gruppi parlamentari hanno deciso di seguirlo, chi nel ruolo di comprimario, chi in quello di silenzioso complice.
Una fame di potere cristallizzata nelle richieste fatte per sé e per i suoi fedelissimi, ma anche nella volontà di mettere bocca nelle scelte altrui. Sono responsabilità politiche e storiche che il tempo e il voto sapranno giudicare al meglio.
Ma sedersi di nuovo al tavolo di concertazione con Renzi, oltre che un dovere istituzionale, è stato un modo per togliere a Italia Viva ogni alibi. Ora è chiaro a tutti che non avevano interesse per i temi, per le soluzioni da dare al Paese. Perché se punti sui temi più divisivi, se alzi la posta ad ogni tentativo di mediazione, un accordo non vuoi trovarlo.
Adesso la maschera è caduta e possiamo dire basta ad ipocrisie e compromessi al ribasso.
Ora non so cosa s쳭erà, ma una cosa è certa: il MoVimento 5 Stelle è nato e cresciuto su alcuni valori fondanti ai quali, per me, è impossibile derogare. Per una forza politica nata dal basso, che nel tempo si è fatta portavoce degli ultimi, riuscendo ad imporre le loro necessità all’agenda politica, ha senso sostenere solo e soltanto un governo politico.
Ad ogni modo ringrazio il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che sta operando nell'ambito delle proprie prerogative con fermezza, lucidità e saggezza ormai consuete.
Ringrazio il Presidente della Camera, Roberto Fico, che ha espletato il mandato di esplorazione con impegno, serietà ed imparzialità.
E ringrazio Giuseppe Conte, il Presidente Giuseppe Conte, che ha saputo riconsegnare all’Italia una immagine dignitosa a livello internazionale riuscendo ad affrontare il peggior momento storico dal Dopoguerra ad oggi con competenza, concretezza, ma anche con grande capacità empatica nei confronti dei cittadini e con doti di mediazione tra le parti politiche credo uniche negli ultimi anni.