Vaccini e sindaci. Il commento della consigliera Aida Romagnuolo

Sulla deplorevole e delicata questione dei furbetti del vaccino molisano, sono scesi in campo oltre ad un solo sindaco in cerca di notorietà, anche alcuni politici organizzati, compartecipi con l'aggravante per complicità, della rovina della nostra Regione. E' quanto dichiarato dal consigliere regionale, Aida Romagnuolo: "Penso che costoro, prima di aprire la bocca, dovrebbero guardarsi intorno e soprattutto farsi un esame di coscienza per gli scheletri che hanno nei loro armadi e poi, subito rispondere nel merito, della loro attività istituzionale innanzitutto ai cittadini. Farneticano, cercando di far intendere ai molisani, che babbei non sono, che io abbia tirato in ballo i sindaci molisani sulla questione dei furbetti dei vaccini e far credere poi, di essere loro i difensori degli stessi sindaci. Tra di loro, come dicevo, anche qualche sindaco che preferisce difendere la casta o la sua amichetta, invece che i diritti e i bisogni dei cittadini. Preciso pubblicamente, che sulla vicenda vaccini non ho mai parlato di sindaci, ma solo di amministratori locali in senso lato e loro familiari. D'altra parte, vorrei informare questi burloni, che proprio alcuni giorni prima che trattassi in Aula del Consiglio la mia interrogazione/mozione per sapere se era vero o non era vero che avevano ricevuto la somministrazione coloro che in questo momento non ne avevano diritto, ad una richiesta inviatami da un sindaco di un comune vicino Campobasso gli avevo risposto, inviando lo stesso messaggio anche ad altri sindaci, che avevo presentato un'interrogazione in Consiglio Regionale per sapere se su questa vicenda erano coinvolti anche degli amministratori e quindi, non avevo mai parlato di sindaci. Pertanto, basta con queste chiacchiere da bar dello sport ed evitiamo di coprire i soliti furbetti che ormai si annidano dappertutto nel Molise. Chi copre i soliti furbi, penso che sia egli stesso complice. Concludo, ho sempre avuto la massima considerazione della stragrande maggioranza dei sindaci molisani e del ruolo che svolgono, avrò per loro sempre il massimo rispetto e mia vicinanza, oltre che disponibilità, così come ho sempre fatto".