50° anniversario di costituzione delle Regioni: il concorso bandito dal MIUR

Sono passati cinquant’anni dalla prima elezione dei consigli regionali, evento che ha reso pienamente operativa la disposizione costituzionale che istituiva le Regioni già nel 1948. Questa ricorrenza assume un carattere particolarmente significativo in considerazione delle importanti riforme in discussione sull’autonomia differenziata regionale.

La profonda evoluzione del ruolo assunto dalle Regioni nel tessuto istituzionale durante questi cinquant’anni ha consentito ad esse di rappresentare un importante livello di governance capace di rispondere alle esigenze dei cittadini, rendendole protagoniste anche a livello europeo.

Questo anniversario consente di avviare una riflessione coinvolgendo non solo i soggetti storicamente deputati allo studio delle riforme sotto il profilo storico e giuridico, ma anche le fasce più giovani della popolazione, i bambini e i ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori, nell’ambito dove si forma la prima coscienza civica e civile, la scuola.

Ciò che si apprende nella sfera scolastica costituisce indubbiamente un arricchimento per la vita del singolo, ma contribuisce soprattutto alla costruzione della coscienza collettiva.

Per questo motivo, in attuazione di quanto previsto dal Protocollo d’Intesa siglato il 24 settembre 2020 con il Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Conferenza delle regioni e delle province autonome, in occasione del Cinquantesimo anniversario di costituzione delle Regioni, il Ministero dell’Istruzione intende con questo concorso coinvolgere i ragazzi nel dibattito, ponendo la tematica in questione alla loro attenzione, attribuendo valore allo sguardo dei più giovani sulla realtà per realizzare un reciproco scambio di idee e considerazioni.

 

Art. 1 - Destinatari

Il presente bando di concorso è rivolto agli studenti e alle studentesse frequentanti gli istituti scolastici di istruzione primaria, secondaria di I grado e secondaria di II grado.

 

Art. 2 - Oggetto

Gli studenti e le studentesse dovranno realizzare un elaborato in formato scritto, grafico o video, avente ad oggetto una tematica inerente la storia e lo sviluppo della propria regione di appartenenza.

Gli elaborati saranno declinati secondo i temi e nelle modalità indicate al successivo art. 3, con riguardo alle diverse competenze acquisite dai partecipanti in relazione al ciclo scolastico frequentato.

 

Art 3 - Tipologie degli elaborati

Il progetto dovrà essere elaborato secondo le seguenti modalità:

  • Per la scuola primaria: realizzazione di un disegno sulla tematica “Amo la mia regione perché…”;

  • Per la scuola secondaria di I grado: realizzazione di un poster con tecniche di lavorazione a scelta tra pittura, disegno a mano libera, grafica e ideazione di uno slogan sul tema “Bellezze della mia regione”;

  • Per la scuola secondaria di II grado: realizzazione di un componimento scritto, in prosa o versi, o di un video o altro prodotto artistico sul tema “Unità nazionale e autonomie territoriali”.

 

Saranno ammessi alla partecipazione al concorso elaborati di tipo:

Letterario: articoli, saggi, racconti, poesie fino ad un massimo di 5 cartelle (ogni cartella deve contenere 30 righe di testo, ogni riga 60 caratteri, per un totale di 1800 battute, caratteri e spazi compresi);

Artistico: disegni, manifesti, foto, collages realizzati con ogni strumento o tecnica e di tipo multimediale come video, canzoni, podcast, spot fino a una massimo di 5 minuti.

 

Ogni istituzione scolastica potrà partecipare con un massimo di 3 elaborati.

Art. 4 - Termine di presentazione e selezione degli elaborati

Gli elaborati dovranno essere inviati, dalle scuole partecipanti, all’U.S.R. della propria regione, con allegata la scheda di iscrizione (All.1), entro e non oltre il 26 febbraio 2021 (farà fede la data indicata nell’eventuale timbro postale), indicando sulla busta i dati della scuola e la dicitura “Concorso nazionale - Celebrazioni per i 50 anni delle Regioni - Anno scolastico 2020/2021”. Sarà, altresì, ammesso l’invio degli elaborati letterali, video e digitali attraverso specifiche piattaforme di trasferimento agli indirizzi mail degli U.S.R. della propria regione.

Il Direttore dell’U.S.R. nominerà un’apposita commissione da lui presieduta. Uno dei componenti sarà designato, per ciascuna regione, dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome. La commissione valuterà gli elaborati e selezionerà tre opere della scuola primaria, tre opere della scuola secondaria di I grado e tre opere per la scuola secondaria di II grado. Gli UU.SS.RR. provvederanno, al termine dei lavori, ad inoltrare, entro il 2 aprile 2021, gli elaborati selezionati al Ministero dell’Istruzione - Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali, Viale Trastevere, 76/ A - 00153 Roma, che trasmetterà il tutto al Comitato promotore delle celebrazioni per il cinquantenario delle regioni per il tramite del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

Art. 5 – Valutazione e individuazione dei progetti vincitori

Il Comitato promotore delle celebrazioni per il cinquantenario delle regioni provvederà ad individuare i tre progetti, uno per la primaria, uno per la secondaria di I grado e uno per la secondaria di II grado, per ciascuna regione, ritenuti di particolare valore rispetto ai temi oggetto del bando di concorso.

Saranno premiati gli elaborati in grado di esprimere forti elementi di innovatività, originalità e creatività. Il giudizio della commissione è insindacabile.

 

Art. 6 - Premiazione

Verranno premiati i primi classificati per ciascun ordine e grado di istruzione (scuola primaria, secondaria di I grado e secondaria di II grado) nell’ambito di ciascuna regione.

La premiazione avverrà nel corso dell’evento conclusivo delle celebrazioni per i cinquant’anni delle Regioni, organizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie.

Alle scuole che risulteranno vincitrici (una per ogni ordine e grado) la Presidenza del Consiglio dei Ministri offrirà un premio economico da utilizzare in materiale o attività didattiche:

  • 3.000,00 euro per una scuola a regione per le elementari;

  • 3.000,00 euro per una scuola a regione per le medie;

  • 3.000,00 euro per una scuola a regione per le superiori.

 

Art. 7 - Privacy e liberatoria

Le opere inviate non saranno restituite e resteranno a disposizione del Ministero dell’Istruzione, Dipartimento per le risorse umane, strumentali e finanziarie e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie, che si riservano la possibilità di produrre materiale didattico/divulgativo con i contributi inviati, senza corrispondere alcuna remunerazione o compenso agli autori. Le opere potranno essere pubblicate sui siti web degli enti promotori, nonché utilizzate per la realizzazione di mostre e iniziative a scopo didattico ed educativo.

L’invio dell’opera per la partecipazione al concorso implica il possesso di tutti i diritti dell’opera stessa e solleva il Ministero dell’Istruzione, Dipartimento per le risorse umane, strumentali e finanziarie e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie, da tutte le responsabilità, costi e oneri di qualsiasi natura, che dovessero essere sostenuti a causa del contenuto dell’opera.

La partecipazione al concorso è considerata quale accettazione integrale del presente Regolamento. I dati personali dei partecipanti saranno trattati ai sensi del Regolamento generale sulla protezione dei dati – Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016.

All.-1.odt