Piano vaccinale. Definite le priorità, intesa tra Governo e Regioni

Continua la pianificazione della campagna vaccinale. Governo e Regioni hanno definito la fase due delle vaccinazioni, che inizierà appena saranno terminate le somministrazioni agli ultra 80enni. 
Si inizierà dai soggetti fragili, affetti da patologie croniche, che saranno vaccinati con fiale di Pfizer e Moderna. Poi sarà la volta delle persone tra i 70 e i 79 anni.
Secondo la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome l'integrazione del piano vaccini anti-Covid proposta dal ministero della Salute presenta "alcune criticità" e risulta "in questa fase di difficile applicazione per la carenza delle dosi di vaccino disponibili. In un documento viene suggerita la possibilità di usare Astrazeneca anche per gli over 55 senza patologie e di verificare la disponibilità sul mercato di ulteriori vaccini.
Il vaccino Astra Zeneca si utilizzerà invece da subito per vaccinare i soggetti sani dai 18 ai 54 anni. Avranno la precedenza le categorie del personale scolastico, forze dell'ordine e dei penitenziari. 
Oggi online la piattaforma della Regione Molise per l'adesione alla campagna vaccinale per le categorie con priorità.