Covid 19, accolte le mozioni del Pd in consiglio comunale. Gravina: la comunicazione di Asrem risulta critica

Si è svolto oggi il Consiglio Comunale di Campobasso che, in modalità telematica, durante la mattinata ha discusso la mozione presentata dai consiglieri del PD Chierchia, Salvatore, Trivisonno e Battista, attinente alle azioni politiche, gestionali e amministrative relative all’accoglimento delle pratiche del cosiddetto superbonus del 110%.
“Il tema posto all’attenzione del Consiglio dai rappresentanti del PD è interessante perché ci permette di confrontarci su un punto importante per tutti coloro che vogliono investire in questo importante settore. – ha dichiarato Gravina - In effetti, come avemmo modo già di dire nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, quando ci ritrovammo ad accogliere proprio l’ordine del giorno presentato dal PD, il piano assunzionale del nostro Ente già prevede delle nuove unità per il settore urbanistica; purtroppo, complice il Covid, abbiamo avuto il blocco dei concorsi, ma per rispondere alle esigenze del personale e della struttura abbiamo già dato loro un primo supporto. Inoltre, la procedura per la mobilità è in dirittura d’arrivo e quindi potremo, a breve, avere tre tecnici a supporto del personale già esistente in urbanistica.”
La mozione non è stata accolta dal Consiglio che ha votato esprimendo 19 voti a sfavore e 7 a favore.
È stata, invece, approvata con la maggioranza assoluta, l’altra mozione del PD concernente le azioni di sensibilizzazione, controllo e condivisione delle misure di contenimento del contagio da parte dell’Amministrazione di Campobasso.
“Devo dire, - ha dichiarato Gravina - come ho già fatto pubblicamente di recente, che, salvo per ciò che accadde durante la prima ondata, in occasione della vicenda del cluster Rom, vicenda che si è poi rivelata in tutta la sua verità, che tutti i consiglieri che compongono questo Consiglio Comunale si sono comportati, nel corso di questi mesi, con senso di responsabilità verso l’attività dell’Amministrazione cittadina e con la consapevolezza delle difficoltà oggettive che un’emergenza pandemica propone.Quando un amministratore si ritrova inizialmente a confrontarsi con un termine così inedito come quello di un virus che si trasmette con questa virulenza, nell’immediatezza, è ovvio, che focalizzi la sua attenzione sugli aspetti esclusivamente di controllo o sanzionatori, poi però, dopo un anno, con il tempo, si comprende, e devo ribadire che questo Consiglio Comunale lo ha compreso benissimo e con grande lucidità, quanto sia, se non difficile, impossibile stazionare a tutte le ore in tutte le zone della città da parte delle Forze dell’Ordine. Non vi è il personale per un controllo statico di tale portata.
Devo ringraziare il comandante della Polizia Locale, Luigi Greco, e tutti gli uomini della Polizia Locale, - ha sottolineato Gravina - per il lavoro professionale, motivato e puntuale che stanno svolgendo in città in questa importante fase. Il controllo sul territorio, condiviso con Prefettura, Questura e Forze dell’Ordine è, come ci siamo già detti, ancor più fondamentale.
Oramai le persone conoscono benissimo le regole a cui sono chiamate ad attenersi e nessuno può più trincerarsi dietro una non consapevolezza dei rischi che si corrono. Tutti avvertiamo l’esigenza di tornare ad una vita normale, ma dobbiamo continuare ad avere pazienza e mostrare rispetto per le regole che vengono decise.
La mozione, della quale ringrazio i consiglieri che l’hanno proposta e tutti coloro che l’hanno votata, - ha detto in conclusione di discussione Gravina - rafforza, come è stato dichiarato dagli stessi proponenti, l’azione svolta fino ad oggi dall’Amministrazione della città e il ruolo che alla città capoluogo di regione dovrebbe essere riconosciuto. Purtroppo, pur continuando a comprendere le ovvie difficoltà dell’ASREM nel gestire il momento, dobbiamo rimarcare che le criticità sulla comunicazione restano invariate, quantomeno sul numero preciso dei casi di positività in città. Ci vengono inviati bollettini che conteggiano, come ancora positive, persone risultate positive i primi di dicembre, oltre due mesi fa. Da un nostro report, il numero dei positivi in città si attesta intorno a 109.”