Poco fa il ministero ha autorizzato il commissario alla Sanità della Regione ad attivare presso l'ospedale Vietri di Larino posti letto destinati alla terapia subintensiva dei pazienti affetti da Covid. E' quanto dichiara il consigliere regionale, Vittorino Facciolla: "Lo ha fatto alla sola condizione che sia garantita la separazione dei percorsi covid da quelli no covid per tutelare i reparti attualmente attivi al Vietri. Sì perchè in tutti questi mesi quello che non è mai stato detto è che una parte dell'ospedale frentano ha sempre continuato ad essere aperta e che oggi sono attivi 40 posti RSA attualmente attivi con 30 ospiti, 20 posti UDI, servizio di dialisi, centro anti diabetico, camera iperbarica, poliambulatorio medico specialistico. Il Vietri, in verità, è stato chiuso solo per le acuzie. È fondamentale quindi oggi mantenere la continuità di questi servizi e allo stesso tempo accogliere i malati covid. Come? Separando attentamente i percorsi e consentendo che restino aperti gli attuali reparti e garantiti gli stessi servizi. Ora - conclude Facciolla - l'imperativo è correre perché per contrastare adeguatamente la pandemia non si può perdere neanche un secondo".