Semaforo verde da Roma per il Vietri centro Covid, Fanelli: "Ora, si acceleri e si garantisca sicurezza"

Il Molise sta pagando un prezzo altissimo: i decessi continuano ad aumentare. Di giorno in giorno piangiamo nuove vittime. E' quanto dichiara il consigliere regionale, Micaela Fanelli: "In soli 24 ore altre due famiglie sono state distrutte dal dolore, mentre si rincorrono di ora in ora le notizie di pazienti in gravi condizioni. Tutto questo non è umanamente accettabile! Tutta la mia vicinanza e il mio cordoglio a chi oggi sta soffrendo per dolorosissime perdite. Tutta la mia vicinanza alla comunità di Guglionesi e di Campomarino. Speriamo che altre lacrime e altre dolorose perdite possano essere evitate con l’attivazione del Vietri che, finalmente, pare definitiva. Semaforo verde da Roma, nonostante gli intralci che, da tempo, più di qualcuno ha messo lungo un cammino su cui il Consiglio regionale si è pronunciato più volte. Ora, si acceleri e si garantisca sicurezza. D'altronde le richieste che da Roma arrivano circa la separazione dei percorsi sono corrette. E realizzabili. Chi conosce la dislocazione della struttura frentana sa che si può fare. Bene e senza rischi. Resta, però, il tema del personale e dei tempi per l’organizzazione che, rappresenta ora più che mai il vero nemico. Fare in fretta è perciò fondamentale! Una parte dei sanitari che saranno contrattualizzati dovrebbero andare a Larino, perlomeno quelli proveniente dal Venezuela, oltre che le risorse umane messe a disposizione dal privato. Spetta all'Asrem l'attuazione dell'indirizzo confermato oggi. Perciò - conclude Fanelli - sarà fondamentale che l'azienda sanitaria regionale lavori in fretta. Il parere contrario confermato dalla subcommissaria allo stato attuale non ha pesato e così speriamo non peseranno altri impedimenti di percorso. Per garantire subito assistenza e il diritto alla salute dei molisani!".