Francesco Jovine incontra Dante nel suggestivo sfondo di Santa Maria della Strada

DIRETTA

Lo scivolone di Florenzano su Facebook: "Si vede che non collegate le orecchie al cervello", Facciolla: «chiedi scusa e taci»

La facilità con cui è possibile pubblicare ciò che si vuole sulla propria o l’altrui bacheca di Facebook non significa essere anche liberi di poter offendere; capita spesso di essere in disaccordo circa l'oggetto della discussione ed arrivare ad usare termini o sostenere assunti offensivi. Il caso di oggi non deriva da un post di un Fake qualsiasi, ma addirittura dal Direttore Generale dell'Asrem: in particolare Florenzano, intervendo in una discussione sul social, ha così commentato: "Si vede che non collegate le orecchie al cervello". La discussione verteva proprio su un video, postato dalla trasmissione Agorà di RAI3, relativo all'intervista rilasciata dal Direttore Florenzano sulle difficoltà del nosocomio termolese (https://www.facebook.com/watch/?v=2848206952126425).

Sulla vicenda è intervenuto anche il Segretario del PD Molise e consigliere regionale, Vittorino Facciolla: «FLORENZANO CHIEDI SCUSA E TACI. Oreste Florenzano, invece di dare seguito alle responsabilità per le quali è chiamato ma che non ha saputo onorare, si permette, con cinico sarcasmo, di offendere una cittadina molisana dicendole 'collega le orecchie al cervello' solo perché si era rivolta a lui per avere risposte in quanto legittimamente preoccupata.
A distanza di mesi, il nostro, con buona pace del dormiente Donatino, non ha ancora capito che farebbe bene a chiedere scusa a tutti i cittadini molisani o, ancora meglio, a tacere
».