Accadde Oggi 6 marzo #almanacco

Oggi 6 marzo la Chiesa festeggia San Cadroe di Metz, abate

1447 – Niccolò V diventa papa.
1475 – Nasce Michelangelo Buonarroti (Caprese Michelangelo, provincia di Arezzo).
1479 – Trattato di Alcáçovas – Il Portogallo cede alla Castiglia le Isole Canarie in cambio delle sue pretese sull’Africa Occidentale.
1521 – Ferdinando Magellano scopre l’isola di Guam.
1645 – Battaglia di Jankov. Nell’ambito della guerra dei trent’anni – fase francese, l’esercito svedese del generale Lennart Torstenson sconfigge quello del Sacro Romano Impero Germanico. Dei due comandanti imperiali, uno viene catturato e l’altro muore in battaglia. Lo stesso Imperatore Ferdinando III d’Asburgo è costretto a fuggire da Vienna per rifugiarsi a Graz.
1792 – Re Carlo IV di Spagna cede Orano (Algeria) all’Impero Ottomano.
1820 – Il Compromesso del Missouri viene firmato in legge dal presidente statunitense James Monroe. Il compromesso permette al Missouri di entrare nell’Unione come stato schiavista, ma rende il resto della parte settentrionale del territorio della Louisiana Purchase libero dalla schiavitù.
1836 – Rivoluzione texana: Il generale Santana dell’Esercito Messicano, alla testa di 3.000 uomini, dopo un assedio di 13 giorni a Fort Alamo, sconfigge i 189 volontari texani a difesa del forte, uccidendoli tutti.
1853 – La Traviata di Giuseppe Verdi debutta al Teatro La Fenice di Venezia ed è un “fiascone, e peggio hanno riso” come scrisse lo stesso Verdi. L’opera avrà in seguito successo ovunque.
1869 – Dmitri Mendeleev presenta la prima tavola periodica alla Società Chimica Russa.
1899 – La Bayer registra l’aspirina come marchio commerciale.
1901 – A Brema un assassino tenta di uccidere Guglielmo II di Germania.
1902 – Viene fondato il Real Madrid, la squadra calcistica che ha vinto più Coppe dei Campioni.
1918 – la nave Cyclops della marina degli Stati Uniti scompare nel triangolo delle Bermude.
1938 – New Hampshire, USA: Johanne Kolstad arriva a 72 metri nel salto con gli sci, nuovo primato mondiale femminile, che resterà imbattuto per 35 anni.
1940 – Guerra d’inverno: Finlandia e Unione Sovietica firmano un armistizio.
1945 – In Romania si forma il primo governo dopo la seconda guerra mondiale.
1952 – Il criminale nazista Jürgen Stroop viene impiccato a Varsavia.
1953 – Georgij Malenkov s쳭e a Josif Stalin come Premier e Primo Segretario del Partito Comunista dell’Unione Sovietica.
1957 – I possedimenti britannici della Costa d’Oro e del Togoland diventano la Repubblica indipendente del Ghana.
Israele ritira le sue truppe dalla penisola del Sinai.
1964 – Costantino II diventa re di Grecia.
1970 – Il sospetto omicida Charles Manson pubblica un album intitolato Lies per finanziare la sua difesa.
1975 – In Italia la maggiore età viene abbassata da 21 a 18 anni
1983 – La United States Football League inizia il suo primo anno di competizioni.
1984 – Inizia lo sciopero dell’industria britannica del carbone che durerà per dodici mesi.
1987 – Il traghetto Herald of Free Enterprise si capovolge poco fuori dal porto di Zeebrugge. L’incidente costa la vita a 193 persone.
1992 – Il Virus Michelangelo inizia ad infettare i computer
Viene istituito il nuovo comune di Fiumicino
1997 – La Testa di donna di Pablo Picasso, viene rubata da una galleria di Londra, e recuperata una settimana dopo
2014 – L’orbiter Cassini della Missione spaziale Cassini-Huygens effettua il centesimo fly-by di Titano, il più grande satellite naturale di Saturno.
2018 – In Sri Lanka il Governo proclama lo stato di emergenza, schierando l’esercito per le strade, col fine di prevenire gli scontri tra comunità buddista e musulmana.

Unione europea – Giornata europea dei Giusti

Nati

NatElizabeth Barrett Browning (1806) – Poetessa inglese
Michelangelo Buonarroti (1475) – Pittore e scultore italiano
Gabriel Garcia Marquez (1927) – Scrittore colombiano
(1946) – David Gilmour Musicista inglese, membro dei Pink Floyd
Alan Greenspan (1926) – Economista statunitense
Francesco Guicciardini (1483) – Scrittore, storico e politico italiano
Stanislaw Jerzy Lec (1909) – Scrittore e aforista polacco
Lorin Maazel (1930) – Direttore d’orchestra statunitense
Mike Manley (1964) – Manager inglese
Francesco Melzi d’Eril (1753) – Politico italiano durante l’epoca napoleonica
Mauro Rostagno (1942) – Giornalista, sociologo ed attivista italiano, vittima di mafia
Valentina Tereshkova (1937) – Astronauta russa, prima donna nello spazio

Morti

MLouisa May Alcott (1888) – Scrittrice statunitense
Jean Baudrillard (2007) – Filosofo e sociologo francese
Davy Crockett (1836) – Militare, cacciatore, avventuriero ed eroe popolare del Far West statunitense
Manlio Sgalambro (2014) – Filosofo e scrittore italiano

Oggi parleremo della Giornata dei Giusti.

​​​​​​​La Giornata europea dei Giusti (in inglese European day of the Righteous) è una festività proclamata nel 2012 dal Parlamento europeo su proposta di Gariwo la foresta dei Giusti per commemorare coloro che si sono opposti con responsabilità individuale ai crimini contro l'umanità e ai totalitarismi. Estende il concetto di Giusto elaborato da Yad Vashem grazie all'impegno di Moshe Bejski a tutti i genocidi e i totalitarismi.

Viene celebrata ogni anno il 6 marzo, anniversario della morte di Moshe Bejski.

L'appello all'Unione europea e al Consiglio d'Europa affinché fosse istituita una giornata dedicata alla memoria dei Giusti è partito da un centinaio di eminenti personalità della cultura italiane, europee e mondiali sotto l'egida dell'associazione senza fini di lucro Gariwo, la foresta dei Giusti. Presto ha ricevuto l'appoggio di importanti istituzioni quali la Presidenza della Repubblica Polacca, la Fondazione Václav Havel, l'associazione guidata da don Luigi Ciotti Libera, numeri e nomi contro le mafie e molte altre realtà autorevoli di tutta Europa. Tra i firmatari più famosi si segnalano Umberto EcoDario FoDaniel J. Goldhagen e molti altri.

La Dichiarazione Scritta n. 3/2012 è stata presentata il 16 gennaio 2012 dai deputati Gabriele AlbertiniLena Kolarska-BobinskaNiccolò RinaldiDavid-Maria Sassoli e definisce così le finalità della Giornata europea dei Giusti:

«Il Parlamento europeo,

– visto l'articolo 123 del suo regolamento,

A. richiamando il grande significato morale del Giardino dei Giusti di Gerusalemme, istituito dal compianto Moshe Bejski per rendere omaggio a coloro che hanno aiutato gli ebrei durante l'Olocausto;

B. ricordando le istituzioni che hanno onorato le persone che hanno salvato vite umane nel corso di tutti i genocidi e omicidi di massa (come ad esempio quelli di cui sono stati vittime armeni, bosniaci, cambogiani e ruandesi) e degli altri crimini contro l'umanità commessi nel ventesimo e ventunesimo secolo;

C. rammentando tutti coloro che hanno salvaguardato la dignità umana durante i periodi totalitari del nazismo e del comunismo;

D. considerando che il ricordo del bene è fondamentale nel processo dell'integrazione europea, perché insegna alle generazioni più giovani che chiunque può decidere di aiutare gli altri esseri umani e di difendere la dignità umana, e che le istituzioni pubbliche hanno il dovere di rimarcare l'esempio rappresentato dalle persone che sono riuscite a proteggere coloro che hanno subito persecuzioni fondate sull'odio;

1. appoggia l'invito rivolto da eminenti cittadini a istituire la Giornata europea in memoria dei Giusti per commemorare, il 6 marzo, coloro che si sono opposti con responsabilità individuale ai crimini contro l'umanità e ai totalitarismi;

2. incarica il suo Presidente di trasmettere la presente dichiarazione, con l'indicazione dei nomi dei firmatari, all'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, alla Commissione, al Consiglio e ai parlamenti degli Stati membri. »

La Giornata europea dei Giusti è stata approvata dal Parlamento europeo il 10 maggio 2012 con 388 firme. 

Le attività legate ai Giusti sono supportate a livello internazionale da Gariwo, la foresta dei Giusti, il Giardino dei Giusti per gli armeni a Erevan, la scrittrice, fondatrice dell'ONG Gariwo Sarajevo e attivista per il coraggio civile Svetlana Broz che lotta per creare il Giardino dei Giusti di Sarajevo e figure come la Giusta e testimone del genocidio rwandese Yolande Mukagasana.

Per aiutare la raccolta di firme necessarie per l'approvazione della Giornata europea dei Giusti da parte del Parlamento europeo sono stati organizzati tre eventi internazionali:

  • L'eredità di Václav HavelCharta 77 e la Giornata Europea dei Giusti l'8 febbraio 2012 a Praga. Conferenza con ospiti prestigiosi come Milan Horáček, politico ceco-tedesco ed ex eurodeputato, il firmatario di Charta 77 e filosofo Daniel Kroupa, il Chartista Pavel BratinkaGabriele Nissim ha presentato per la prima volta in Repubblica Ceca il documentario segreto I giovani dell'antipolitica su Havel e Charta 77 che lui stesso ha girato di nascosto nel 1986 a Praga
  • La Festa dei Giusti il 6 marzo 2012 al Teatro Franco Parenti di Milano. Un pomeriggio in cui i racconti dei testimoni e i contributi di esponenti del mondo della cultura e dell'arte si sono alternati alla proiezione di filmati e documentari e alla lettura di brani dall'ultimo libro di Gabriele Nissim, La Bontà Insensata
  • Concerto per i Giusti il 30 marzo 2012 a Varsavia. Nel concerto, al quale hanno fra gli altri assistito l'ambasciatore d'Italia in Polonia Riccardo Guariglia, l'ex dissidente Adam Michnik e l'attrice Maja Komorowska, si sono esibiti il pianista Janusz Olejniczak con musiche di Fryderyk Chopin e Gaetano Liguori

Milano, capofila delle iniziative per la prima Giornata europea dei Giusti, ispira l'Europa e dà il via alle celebrazioni di Bruxelles, Varsavia, Praga, Sarajevo e San Pietroburgo. Il 6 marzo 2013, sono state stabilite in Italia ed in Europa diverse manifestazioni[8]. Nel sito ufficiale del Gariwo è riportata la mappa degli eventi. Le manifestazioni in alcune principali città italiane sono state:

Inoltre celebrazioni sono state tenute anche a : MonzaBresciaModenaFormigineTolentinoCarnateSan MarinoBenevento e Cotignola.

Il 6 marzo 2014 si è svolta la seconda edizione delle celebrazioni per la Giornata europea dei Giusti, coinvolgendo un sempre più alto numero di città italiane ed europee (PragaVarsaviaPérigueuxBiałystokSarajevoSan Marino).

Gli eventi comprendevano mostre, piantumazioni di alberi, proiezioni di film a tema e incontri aperti alla cittadinanza. Sul sito di Gariwo alla pagina dedicata è possibile trovare tutti i programmi degli eventi.

Milano resta capofila delle celebrazioni, con l’evento di apertura al Giardino dei Giusti di tutto il mondo “Religiosi e laici un’unica responsabilità”. A Roma, presso la sala del mappamondo della Camera dei Deuputati, si svolse l’evento “Giusti dell’Umanità. Memoria del Bene e prevenzione dei genocidi”

In Italia, altre celebrazioni si sono tenute a: Busto ArsizioSavignano sul RubiconeAlbairateBitontoBisceglieFerraraRiminiBresciaCalvisano.

La terza edizione, il 6 marzo 2015, ha visto la nascita di nuovi Giardini e il moltiplicarsi delle iniziative.

Milano ha aperto le celebrazioni con l'annuale cerimonia al Giardino dei Monte Stella “Ieri e Oggi: i giusti sempre necessari”. Celebrazioni in Europa - a Varsavia, Sarajevo e Praga - e a Bruxelles, presso l’Europarlamento.

Inoltre per la prima volta le celebrazioni con la partecipazione di Gariwo arrivano in Israele, precisamente a Neve Shalom-Wahat Salam, e presso la Ra’anana Open University of Israel.

Sul sito di Gariwo è possibile trovare le informazioni di tutte le celebrazioni.

Il 6 marzo 2016 le celebrazioni ormai coinvolgono un gran numero di città sia in Italia che all’estero.

La tre giorni di Milano (6, 7 e 8 marzo) ha come tema portante le “Donne Giuste”: figure femminile che in tempi oscuri si sono prodigate per il bene.

Molte celebrazioni anche in onore di Khaled al-Asaad, il custode di Palmira, brutalmente ucciso dalle milizie dell’Isis; a lui sono stati dedicati alberi e un murale presso lo spazio della Fabbrica del Vapore a Milano.

Sul sito di Gariwo è possibile è possibile trovare i manifesti delle attività in italia e all’estero.

A Milano, le celebrazioni del 6 marzo 2017 vertono sul tema dei “I Giusti del dialogo: l'incontro delle diversità per superare l’odio”.

Numerosi i concerti organizzati per questa ricorrenza, come quello al Conservatorio di Milano con il Maestro Gaetano Liguori, o quello tenutosi a Vercelli in memoria dei Giusti e del campo di internamento di Ferramonti di Tarsia.

Prima cerimonia di dedica degli alberi anche al Giardino dei Giusti di Tunisi, sorto nel luglio 2016.

Iniziative ad AngeraRavennaSolaroPerugiaMolfettaRiminiTorre de' PasseriPozzalloModenaFirenzeAssisiCarpiOrzinuoviBeneventoFavaraLamezia TermeTarantoBitontoDesenzano del GardaMeranoCivita CastellanaCalvisanoAgrigentoMarsala e Campobasso.

Sul sito di Gariwo è disponibile l'elenco delle iniziative.

Il 30 gennaio 2014 è stata presentata alla Camera dei deputati, con prima firma di Milena Santerini, la proposta di legge per l'istituzione di una Giornata in memoria dei Giusti dell'umanità. L'obiettivo era quello di recepire, anche nell'ordinamento italiano, la Giornata europea dei Giusti del 6 marzo.

Calendarizzata nel 2016, la legge è stata approvata dalla Camera il 26 luglio 2017, e al Senato il 7 dicembre 2017, diventando così solennità civile.

L'approvazione della Dichiarazione Scritta da parte del Parlamento europeo non comporta nessun impegno da parte dell'Unione europea o dei singoli Stati membri affinché la festività venga concretamente celebrata. L'11 novembre 2013 Gariwo ha creato il “Comitato 6 marzo per le celebrazioni della Giornata Europea dei Giusti” per diffondere il senso della festività esplicitando il vincolo con i valori fondanti dell'identità europea e sostenere le iniziative spontanee in tutta Europa. Hanno aderito tra gli altri Leonardo CoenGherardo ColomboFerruccio De BortoliGiuliano PisapiaLiliana SegreUmberto Veronesi

Per identificare le iniziative del 6 marzo è stato ideato e realizzato da Gariwo la foresta dei Giusti con la calligrafia di Marta Mapelli un albero formato dalle parole chiave relative alla giornata.