Termoli. Inaugurati 10 posti di terapia intensiva al San Timoteo

DIRETTA

Michele Ruscitto eletto nel consiglio nazionale delle Polisportive Giovanili Salesiane

Il 6 Marzo 2021 si è tenuta l'Assemblea Nazionale PGS per l'elezione del Presidente e del Consiglio per il quadriennio 2021/2024 che ha portato alla riconferma del Presidente uscente Avv. Ciro Bisogno.
Con grande soddisfazione la PGS Regionale comunica che l'esito delle votazioni ha portato al Molise un importante risultato, con l'elezione di un Consigliere Nazionale nella persona di Michele Ruscitto, imprenditore quarantaseienne nato a Roma ma di origini molisane e residente a Campobasso, il quale ha ottenuto larghi consensi. Ruscitto è stato componente del Comitato Regionale dal 2020.
E' bene precisare che Ruscitto rappresenterà nelle attività all'interno del Consiglio Nazionale non solo il Molise, ma anche l'Abruzzo e le Marche; quindi grandi responsabilità ma grandi soddisfazioni per il il movimento sportivo di una regione piccola come il Molise, che però si è fatta valere ed apprezzare all'interno della PGS Nazionale.
Grande soddisfazione per l'importante risultato ottenuto è stata espressa dal Presidente Regionale PGS Molise, Michele Falcione, e dai consiglieri che hanno sostenuto la candidatura di Ruscitto, al quale abbiamo rivolto alcune domande.
Quali le prime impressioni dopo l'elezione?
Sono orgoglioso per il risultato ottenuto, per me e per il Molise soprattutto perché attraverso l'azione all'interno del Consiglio Nazionale potremo raccontare anche la storia e l'attività a livello regionale e la nostra idea di sport; il Molise inoltre avrà una certa visibilità ed un certo peso e ciò va a riconoscimento del lavoro svolto dal Presidente e dai Consiglieri presenti nelle strutture territoriali locali. Michele Falcione ha svolto e sta svolgendo un ottimo lavoro perché la PGS non era rappresentata in Molise e negli ultimi anni ha creato, partendo da zero, una struttura che si sta facendo apprezzare e valere a livello nazionale, con un movimento importante che dimostra di avere buone qualità. Io sono sempre stato uno sportivo e conosco da sempre le dinamiche di questo ambiente perché per me lo sport è vita”.
Quali saranno le prime iniziative da Consigliere Nazionale?
Prima di focalizzare la mia azione devo vedere tutte le altre situazioni, essendo rappresentante di tre regioni; quindi ci sarà sicuramente una fase di step conoscitivi e di confronto, che poi trasmetterò al livello nazionale. Ci saranno le riunioni dei Consigli, adesso in modalità online, una volta al mese.
Come porterà l'esperienza molisana al livello nazionale?
Credo che sia importante avere quale rappresentante chi conosce bene il territorio da cui proviene; porterò le attività del nazionale sul territorio regionale per tararle nelle dinamiche locali. Sarà un periodo di ulteriore sviluppo del movimento sportivo regionale”
Tornando alla recente elezione, sente la responsabilità di rappresentare ben tre regioni e quali saranno i punti di forza nella sua azione nel Consiglio Nazionale?
Oltre quello già detto, io credo che per ricoprire incarichi ci voglia esperienza, soprattutto per capire i meccanismi che governano il mondo dello sport; noi siamo stati bravi ed abbiamo dimostrato un livello qualitativo adeguato per avere questa importante espressione di rappresentanza. Saranno appunto l'esperienza maturata nel mondo dello sport e questa bravura dimostrata due punti di forza del mio lavoro futuro”.