Termoli. Inaugurati 10 posti di terapia intensiva al San Timoteo

DIRETTA

Lupi: reti inviolate a Montegiorgio con episodio dubbio nel finale. Troppe le presenze sugli spalti

di Marco Bruni
Doveroso, prima della cronaca sportiva, evidenziare come in numerosi dei campi della serie D non vengano rispettate le più elementari regole anti-covid. Mentre a Campobasso la società contribuisce, con impregno e perseveranza, al controllo rigido di tutte le misure previste dalle normative in materia di contrasto al corona virus, negli altri campi viene costantemente denunciato dagli organi di stampa della SS Campobasso la presenza massiccia di spettatori in tribuna, il più delle volte senza i giusti distanziamenti e i dispositivi di protezione personali. Le immagini che vengono trasmesse in diretta web sui canali ufficiali della società, unite alle testimonianze dirette dei colleghi, non lasciano spazio ad equivoci. Ci si augura che tutti gli organi preposti, sportivi e amministrativi, non lascino impuniti tali comportamenti applicando tutte le sanzioni previste dalla legge.
A prescindere dai risultati sportivi, la tutela della salute va messa sempre al primo posto per consentire il regolare svolgimento degli eventi e permettere agli addetti ai lavori, giornalisti in primis, di poter assolvere al loro diritto dovere di cronaca senza rischiare oltremisura di alterare il loro stato di salute.
Per quanto riguarda la cronaca sportiva il Campobasso domina per quasi tutto il match concedendo davvero poco agli avversari. I molisani iniziano con il piede giusto rendendosi pericolosi già nei primi minuti con Cogliati. La reazione dei locali è timida e i rossoblù cercano di spingersi in avanti alla ricerca del vantaggio.
Esposito cerca di prendere per mano la squadra regalando assist per i compagni che, però, non vengono sfruttati fino in fondo.
Prima del finale di primo tempo Candellori, Ladu e il solito Cogliati cercano ripetutamente la rete ma senza riuscirci.
Nella ripresa la trama non cambia. Il Campobasso è costantemente in avanti a cercare il vantaggio ed il Montegiorgio, sulla difensiva, attende il varco giusto per colpire in contropiede.
Al 70’ circa, Raccichini sbaglia clamorosamente un rinvio offrendo ai locali una occasionissima. Mandolesi calcia a colpo sicuro ma Menna ci mette una pezza e salva il risultato.
A cinque minuti dal termine l’episodio chiave: Esposito entra in area di rigore e viene atterrato in modo netto, la palla rotola sui piedi di Rossetti che insacca sotto il sette.
Il direttore di gara, sig. Mihalache di Terni, ferma tutto e fischia una inspiegabile simulazione ai danni di Esposito che si vede sventolare anche il cartellino giallo davanti agli occhi.
Il Campobasso incassa il colpo e rischia, negli ultimissimi minuti, anche di capitolare con un’azione fulminea del Montegiorgio sventata da Raccichini.
Gli uomini di mister Cudini raccolgono un solo punto e, pur mantenendo la vetta, vedono il “fortunato” Notaresco – vittorioso a Fiuggi con un autogol clamoroso - avvicinarsi pericolosamente. Servirà il miglior Campobasso per battere nel recupero di domenica prossima, 14 marzo, la Recanatese al Romagnoli.

Foto: SS Città di Campobasso Calcio

Formazioni

MONTEGIORGIO (4-4-2): Gagliardini, Gnaldi, Tempestilli, Omiccioli, Ficola, Perini, Misin, Pampano, Trillini, Cuccù, Zancocchia
A disposizione: Zizzania, Lattanzi, Marziali, Montanaro, Santoro, Cernetti, Albanesi, Mejias, Mandolesi
Allenatore: Eddy Mengo


CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini, Fabriani, Vanzan, Ladu, Menna, Dalmazzi, Bontà, Candellori, Cogliati, Esposito, Vitali
A disposizione: Cicioni, Sbardella, Martino, Mancini, Tenkorang, Fruscella, Rossetti, Zammarchi, Di Domenicantonio
Allenatore: Mirko Cudini

Arbitro: Mihalache di Terni