Accadde Oggi 11 Marzo #almanacco

Oggi la Chiesa festeggia Sant’Attala abate
1302 – Dante Alighieri viene esiliato da Firenze
1496 – Cristoforo Colombo lascia Hispaniola e approda in Spagna, terminando la sua seconda visita nell’Emisfero Occidentale
1821 – Ad Alessandria scoppiano i moti piemontesi: nella cittadella militare viene issato per la prima volta il Tricolore.
1864 – Guerra di secessione americana: la Campagna del Red River inizia con le truppe unioniste che raggiungono Alexandria (Louisiana)
1867 – Italia: si svolgono le Elezioni politiche generali per la 11ª legislatura
1876 – Alexander Graham Bell effettua con successo la prima chiamata telefonica
1891 – AlmonStrowger, un becchino di Topeka (Kansas), brevetta il selettore Strowger, un meccanismo che porterà all’automazione delle linee telefoniche
1906 – Viene aperta a Londra la stazione della Metropolitana di Piccadilly Circus.
1933 – Un terremoto a Long Beach (California) provoca 120 vittime
1945 – Seconda guerra mondiale: Operazione Meetinghouse, il più duro bombardamento statunitense su Tokyo provoca la distruzione di 267.000 edifici, pari al 25% della città, uccidendo più di 100.000 persone
1948 – Viene assassinato il ministro degli esteri cecoslovacco JanMasaryk
1952 – Fulgencio Batista esegue un colpo di Stato a Cuba

1964 – Simon & Garfunkel registrano, The Sound of Silence
1966 – La Regina Beatrice dei Paesi Bassi sposa Claus van Amsberg
1969 – A Memphis (Tennessee), James Earl Ray si dichiara colpevole dell’Assassinio di Martin Luther King. In seguito ritirerà la sua dichiarazione
1973 – Viene pubblicato l’album The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd
1975 – A Milano nasce Radio Milano International, la prima radio libera italiana
1977 – L’astronomo James Elliot comunica la scoperta degli Anelli di Urano
1982 – Gli Stati Uniti pongono un embargo sull’importazione di petrolio della Libia a causa del supporto di quest’ultima ai gruppi terroristici.
Tutti e 9 i pianeti del Sistema Solare si allineano sullo stesso lato del Sole
1987 – La Santa Sede condanna la pratica della surrogazione di maternità e l’inseminazione artificiale (la comunicazione della congregazione per la dottrina della fede è datata in effetti 22 febbraio 1987).
2006 – A seguito dell’indagine della magistratura sulla presunta attività di spionaggio politico ai danni di Alessandra Mussolini e Piero Marrazzo, si dimette il Ministro della Sanità italiana, Francesco Storace.
Si aprono a Torino i IX Giochi Paralimpici invernali
2019 – Il Volo Ethiopian Airlines 302 partito da Addis Abeba, si schianta al suolo pochi minuti dopo la partenza, causando 157 vittime.

Nati
Osama Bin Laden (1957) – Terrorista saudita, fondamentalista islamico sunnita, fondatore e leader di Al-Quaida
Joseph Blatter (1936) – Dirigente sportivo svizzero
Samu
el Eto’o (1981) – Calciatore camerunense
Eva Herzigova (1973) – Modella ceca

Ignazio Marino (1955) – Medico chirurgo e politico italiano
ChuckNorris (1940) – Attore statunitense, campione di karate
Friedrich Schlegel (1772) – Filosofo tedesco, fondatore del Romanticismo
Sharon Stone (1958) – Attrice statunitense
Olivia Wilde (1984) – Attrice statunitense

Morti
Giuseppe Mazzini (1872) – Patriota, politico e filosofo italiano
WilburScoville (1942) – Chimico statunitense, inventore della Scala di Scoville


Oggi ripercorreremo la vita di Osama Bin Laden. Una vita piena di mistero come la sua morte che ancora è avvolta in una sorte di leggendario libro.
Osama bin Mohammed bin Laden / oʊ s ɑː m ə b ɪ n l ɑː d ən / in arabo : أسامة بن محمد بن عوض بن لادن , Usamah bin Muhammad bin Awad bin Laden ; marzo 10, 1957-2 maggio 2011), reso anche Usama bin Ladin , è stato uno dei fondatori dell'organizzazione militante panislamica al-Qaeda , designata come gruppo terroristico dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite , Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO), Unione Europea e vari paesi.
Era un cittadino dell'Arabia Saudita fino al 1994 e un membro della ricca famiglia bin Laden .  Il padre di Bin Laden era Mohammed bin Awad bin Laden , un milionario saudita di Hadhramaut, Yemen , e fondatore della società di costruzioni, SaudiBinladin Group .Sua madre, Alia Ghanem , proveniva da una famiglia secolare della classe media di Latakia , in Siria .  È nato in Arabia Saudita e ha studiato all'università del paese fino al 1979, quando si è unito alle forze mujahideen in Pakistancombattendo contro l'Unione Sovietica in Afghanistan. Ha contribuito a finanziare i Mujahideen incanalando armi, denaro e combattenti dal mondo arabo in Afghanistan, e ha guadagnato popolarità tra molti arabi.  Nel 1988 ha formato al-Qaeda. Fu bandito dall'Arabia Saudita nel 1992 e spostò la sua base in Sudan , finché la pressione degli Stati Uniti non lo costrinse a lasciare il Sudan nel 1996. Dopo aver stabilito una nuova base in Afghanistan, dichiarò guerra agli Stati Uniti, dando inizio a una serie di attentati e attacchi correlati. Bin Laden era nell'elenco dei dieci fuggitivi e dei terroristi più ricercati dell'American Federal Bureau of Investigation (FBI).per il suo coinvolgimento negli attentati all'ambasciata statunitense del 1998 . 
Bin Laden è più noto per il suo ruolo nel progettare gli attacchi dell'11 settembre , che hanno provocato la morte di quasi 3.000 persone e hanno spinto gli Stati Uniti a iniziare la Guerra al Terrore . Successivamente è diventato oggetto di una decennale caccia all'uomo internazionale. Dal 2001 al 2011, Bin Laden è stato uno dei principali obiettivi degli Stati Uniti, poiché l'FBI ha offerto una taglia di 25 milioni di dollari nella loro ricerca .  Il 2 maggio 2011, bin Laden è stato ucciso  dalla US Navy SEALs all'interno di un complesso residenziale privato a Abbottabad , in Pakistan , dove viveva con una famiglia locale daWaziristan . L'operazione segreta è stata condotta dai membri del gruppo di sviluppo della guerra speciale navale degli Stati Uniti (SEAL Team Six) e dagli operatori SAD / SOG della Central Intelligence Agency per ordine del presidente degli Stati Uniti Barack Obama .  Sotto la guida di bin Laden, l'organizzazione di al-Qaeda fu responsabile, oltre agli attacchi dell'11 settembre negli Stati Uniti, di molti altri attacchi di massa in tutto il mondo. 
Il nome completo di Osama bin Laden, Osama bin Mohammed bin Awad bin Laden, significa "Osama, figlio di Mohammed, figlio di Awad, figlio di Laden".  "Mohammed" si riferisce al padre di bin Laden, Mohammed bin Laden; "Awad" si riferisce a suo nonno, Awad bin Aboud bin Laden, un uomo della tribù Hadhrami gentile ; "Laden" non si riferisce al bisnonno di bin Laden, che si chiamava Aboud, ma al padre di Aboud, Laden Ali al-Qahtani. 
La convenzione linguistica araba sarebbe quella di riferirsi a lui come "Osama" o "Osama bin Laden", non solo "bin Laden", poiché "bin Laden" è un patronimico , non un cognome alla maniera occidentale. Secondo il figlio di bin Laden , Omar bin Laden , il cognome ereditario della famiglia è " al-Qahtani " ( arabo : القحطاني , āl-Qaḥṭānī ), ma il padre di bin Laden , Mohammed bin Laden , non ha mai registrato ufficialmente il nome. 
Osama bin Laden aveva anche assunto la kunyah "Abū 'Abdāllāh" ("padre di Abdallah "). I suoi ammiratori lo hanno chiamato con diversi soprannomi, tra cui il "Principe" o " Emir " (الأمير, al-Amīr ), lo " Sheik " (الشيخ, aš-Šaykh ), lo "Sceicco jihadista" o "Sheik al- Mujahid "(شيخالمجاهد, Šaykh al-Mujāhid )," Hajj "(حج, Ḥajj ) e il" Direttore ".  La parola usāmah (أسامة) significa "leone", [29] guadagnandosi i soprannomi "Leone" e "Lion Sheik ".
Osama bin Mohammed bin Awad bin Laden è nato a Riyadh , in Arabia Saudita, figlio dello yemenita Mohammed bin Awad bin Laden , un magnate dell'edilizia miliardario con stretti legami con la famiglia reale saudita ,  e Mohammed bin La decima moglie di Laden, la siriana Hamida al-Attas (allora chiamata Alia Ghanem).  In un'intervista del 1998, bin Laden ha dato la sua data di nascita il 10 marzo 1957. 
Mohammed bin Laden ha divorziato da Hamida subito dopo la nascita di Osama bin Laden. Mohammed ha raccomandato Hamida a Mohammed al-Attas, un associato. Al-Attas ha sposato Hamida alla fine degli anni '50 o all'inizio degli anni '60 e sono ancora insieme.  La coppia ebbe quattro figli e bin Laden viveva nella nuova famiglia con tre fratellastri e una sorellastra. La famiglia bin Laden guadagnò 5 miliardi di dollari nel settore edile, di cui Osama in seguito ereditò circa 25-30 milioni di dollari. 
Bin Laden è cresciuto come un devoto musulmano sunnita .  Dal 1968 al 1976, ha frequentato l'élite secolare Al-Thager Model School .  Ha studiato economia e amministrazione aziendale alla King AbdulazizUniversity . Alcuni rapporti suggeriscono che si sia laureato in ingegneria civile nel 1979 [40] o in amministrazione pubblica nel 1981. Bin Laden era un assistente di un corso di lingua inglese a Oxford , in Inghilterra, nel 1971. Uno la fonte lo ha descritto come "un gran lavoratore";un altro ha detto di aver lasciato l'università durante il suo terzo anno senza aver completato una laurea.  All'università, l'interesse principale di bin Laden era la religione, dove era coinvolto sia nell '"interpretazione del Corano e del jihad " che in opere di beneficenza. Altri interessi includevano scrivere poesie;  lettura, con le opere del feldmaresciallo Bernard Montgomery e Charles de Gaulle che si dice siano tra i suoi preferiti; stalloni neri; e l' associazione calcio , in cui si divertiva a giocare come centravanti e seguiva il club inglese dell'Arsenal . 
All'età di 17 anni nel 1974, bin Laden sposò NajwaGhanhem a Latakia , in Siria;  furono separati prima dell'11 settembre 2001. Le altre mogli conosciute di Bin Laden erano Khadijah Sharif (sposata nel 1983, divorziata negli anni '90); KhairiahSabar (sposato nel 1985); SihamSabar (sposato nel 1987); e Amal al-Sadah (sposata nel 2000). Alcune fonti elencano anche una sesta moglie, di nome sconosciuto, il cui matrimonio con bin Laden è stato annullato subito dopo la cerimonia.  Bin Laden ha avuto tra i 20 ei 26 figli con le sue mogli. Molti dei bambini di bin Laden sono fuggiti in Iran dopo gli attacchi dell'11 settembre e dal 2010 le autorità iraniane continuano a controllare i loro movimenti.
Nasser al-Bahri , che era la guardia del corpo personale di bin Laden dal 1997 al 2001, descrive la vita personale di bin Laden nel suo libro di memorie. Lo descrive come un uomo frugale e un padre severo, a cui piaceva portare la sua numerosa famiglia in gite fotografiche e picnic nel deserto. [53]
Il padre di Bin Laden, Mohammed, morì nel 1967 in un incidente aereo in Arabia Saudita quando il suo pilota americano JimHarrington  giudicò male un atterraggio.  Il fratellastro maggiore di Bin Laden, Salem bin Laden , il successivo capo della famiglia bin Laden, fu ucciso nel 1988 vicino a San Antonio , in Texas, negli Stati Uniti, quando accidentalmente fece volare un aereo su linee elettriche. 
L'FBI ha descritto bin Laden come un adulto alto e magro, tra 1,93 m (6 piedi 4 pollici) e 1,98 m (6 piedi 6 pollici) di altezza e del peso di circa 73 chilogrammi (160 libbre), sebbene l'autore Lawrence Wright , in il suo libro vincitore del Premio Pulitzer su al-Qaeda , The LoomingTower , scrive che un certo numero di amici intimi di bin Laden ha confermato che i rapporti sulla sua altezza erano notevolmente esagerati e che bin Laden era in realtà "poco più di 1,8 m) di altezza ".  Alla fine, dopo la sua morte, fu misurato intorno a 1,93 m (6 piedi 4 pollici).  Bin Laden aveva una carnagione olivastra ed era mancino, di solito camminava con un bastone. Indossava una semplice kefiah bianca. Bin Laden aveva smesso di indossare la tradizionale kefiah maschile saudita e invece indossava la tradizionale kefiah maschile yemenita. Bin Laden è stato descritto come un linguaggio gentile e un comportamento mite. 
Una componente importante dell'ideologia di bin Laden era il concetto che i civili dei paesi nemici, comprese donne e bambini, fossero obiettivi legittimi da uccidere per i jihadisti.Secondo l'ex analista della CIA Michael Scheuer , che guidava la caccia della CIA per Osama bin Laden, il leader di al-Qaeda era motivato dalla convinzione che la politica estera degli Stati Uniti avesse oppresso, ucciso o danneggiato in altro modo i musulmani del Medio Est.In quanto tale, la minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti non deriva dal fatto che al-Qaeda sia offesa da ciò che è l'America, ma piuttosto da ciò che fa l'America, o nelle parole di Scheuer, "Loro (al-Qaeda) ci odiano (gli americani) per ciò che noi fare, non chi siamo ". Ciononostante, bin Laden ha criticato gli Stati Uniti per la loro forma laica di governo, invitando gli americani a convertirsi all'Islam e rifiutare gli atti immorali di fornicazione , omosessualità , intossicanti , gioco d'azzardo e usura , in una lettera pubblicata alla fine del 2002. 
Bin Laden credeva che il mondo islamico fosse in crisi e che il completo ripristino della legge della Sharia sarebbe stato l'unico modo per mettere le cose a posto nel mondo musulmano. Si oppose ad alternative come il governo laico, così come il panarabismo , il socialismo , il comunismo e la democrazia . Si iscrisse alla scuola Athari (letteralista) di teologia islamica. 
Queste convinzioni, insieme al jihad violento , sono state talvolta chiamate Qutbismo dopo essere state promosse da Sayyid Qutb .Bin Laden ritiene che l'Afghanistan, sotto il dominio dei mullah Omar s' talebani , è stato 'l'unico Paese islamico' nel mondo musulmano. Bin Laden si è soffermato costantemente sulla necessità di una jihad violenta per correggere quelle che credeva fossero ingiustizie contro i musulmani perpetrate dagli Stati Uniti e talvolta da altri stati non musulmani. Ha anche chiesto l'eliminazione di Israelee ha invitato gli Stati Uniti a ritirare tutti i suoi civili e il personale militare dal Medio Oriente, nonché da ogni paese islamico del mondo.
I suoi punti di vista e metodi per ottenere il loro avevano portato a lui di essere designato come un terrorista dagli studiosi,  giornalisti del New York Times , la BBC ,  e la stazione di notizie del Qatar Al Jazeera , analisti come Peter Bergen , Michael Scheuer ,  Marc Sageman , e Bruce Hoffman .  Fu incriminato con accuse di terrorismo dalle forze dell'ordine a Madrid , New York City eTripoli .
Nel 1997 ha condannato gli Stati Uniti per la loro ipocrisia nel non etichettare il bombardamento di Hiroshima come terrorismo. Nel novembre 2001, ha sostenuto che l'uccisione per vendetta degli americani era giustificata perché ha affermato che la legge islamica consente ai credenti di attaccare gli invasori anche quando il nemico usa scudi umani . Tuttavia, secondo Rodenbeck, "questa posizione classica era originariamente intesa come giustificazione legale per le uccisioni accidentali di civili in circostanze molto limitate - non come base per il targeting intenzionale di non combattenti". Pochi mesi dopo, in una lettera del 2002, non fece menzione di questa giustificazione ma affermò che "poiché gli Stati Uniti sono una democrazia, tutti i cittadini hanno la responsabilità delle azioni del suo governo, e quindi i civili sono bersagli equi". 
La strategia complessiva di Bin Laden per raggiungere i suoi obiettivi contro nemici molto più grandi come l' Unione Sovietica e gli Stati Uniti era di attirarli in una lunga guerra di logoramento nei paesi musulmani, attirando un gran numero di jihadisti che non si sarebbero mai arresi. Credeva che questo avrebbe portato al collasso economico dei paesi nemici, "dissanguandoli". I manuali di Al-Qaeda esprimono questa strategia. In un nastro trasmesso nel 2004 da Al Jazeera , bin Laden ha parlato di "sanguinare l'America fino alla bancarotta". [85]
Numerosi errori e incongruenze negli argomenti di bin Laden sono stati addotti da autori come Max Rodenbeck e NoahFeldman . Ha invocato la democrazia sia come esempio dell'inganno e della frode del sistema politico occidentale - il diritto americano è "la legge dei ricchi e dei ricchi"  - e come la ragione per cui i civili sono responsabili delle azioni del loro governo e quindi possono essere puniti legalmente. dalla morte. Ha denunciato la democrazia come una "religione dell'ignoranza" che viola l'Islam emanando leggi create dall'uomo, ma in una dichiarazione successiva paragona favorevolmente la democrazia occidentale della Spagna al mondo musulmano di cui il governante è responsabile. Rodenbeck afferma: "Evidentemente, [bin Laden] non ha mai sentito giustificazioni teologiche per la democrazia, basate sull'idea che la volontà del popolo deve necessariamente riflettere la volontà di un Dio onnisciente". 
Bin Laden era fortemente antisemita , affermando che la maggior parte degli eventi negativi che si sono verificati nel mondo erano il risultato diretto delle azioni ebraiche. In un'intervista del dicembre 1998 con il giornalista pakistano RahimullahYusufzai , bin Laden ha affermato che l' operazione Desert Fox era la prova che gli ebrei israeliani controllavano i governi degli Stati Uniti e del Regno Unito, ordinando loro di uccidere quanti più musulmani potevano. [88] In una lettera rilasciata alla fine del 2002, affermò che gli ebrei controllavano i media civili, la politica e le istituzioni economiche degli Stati Uniti. In un'intervista del maggio 1998 con la ABCJohn Miller, bin Laden ha affermato che l'obiettivo finale dello stato israeliano era quello di annettere la penisola arabica e il Medio Oriente nel suo territorio e schiavizzare i suoi popoli, come parte di quello che ha definito un " Grande Israele ".  Ha affermato che ebrei e musulmani non avrebbero mai potuto andare d'accordo e che la guerra era "inevitabile" tra loro, e ha inoltre accusato gli Stati Uniti di suscitare sentimenti anti-islamici .  Ha affermato che il Dipartimento di Stato americano e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti erano controllati da ebrei, al solo scopo di servire gli obiettivi dello stato israeliano. Spesso lanciava avvertimenti contro presunte cospirazioni ebraiche: "Questi ebrei sono maestri dell'usura e leader nel tradimento. Non ti lasceranno nulla, né in questo mondo né nell'altro".  I musulmani sciiti sono stati elencati insieme agli eretici , l'America e Israele come i quattro principali nemici dell'Islam nelle lezioni di ideologia dell'organizzazione di al-Qaeda di bin Laden. 
Bin Laden era contrario alla musica per motivi religiosi e il suo atteggiamento nei confronti della tecnologia era misto. Era interessato da un lato alle macchine movimento terra e all'ingegneria genetica delle piante, ma dall'altro rifiutava l'acqua refrigerata.
Bin Laden credeva anche che il cambiamento climatico fosse una seria minaccia e scrisse una lettera esortando gli americani a collaborare con il presidente Barack Obama per prendere una decisione razionale per "salvare l'umanità dai gas nocivi che minacciano il suo destino". 
Dopo aver lasciato il college nel 1979, bin Laden andò in Pakistan, si unì ad Abdullah Azzam e usò denaro e macchinari della sua stessa società di costruzioni per aiutare la resistenza mujaheddin nella guerra sovietico-afghana .In seguito disse a un giornalista: "Mi sentivo oltraggiato per il fatto che fosse stata commessa un'ingiustizia contro il popolo afghano".  Nell'ambito dell'Operazione Ciclone della CIA dal 1979 al 1989, gli Stati Uniti e l' Arabia Saudita hanno fornito aiuti finanziari e armi per un valore di 40 miliardi di dollari a quasi 100.000 mujaheddin e arabi afgani da quaranta paesi musulmani attraverso l' ISI del Pakistan . Il giornalista britannico Jason Burke ha scritto che "Non ha ricevuto alcun finanziamento diretto o formazione dagli Stati Uniti durante gli anni '80. Nemmeno i suoi seguaci. I mujaheddin afgani, tramite l'agenzia di intelligence ISI pakistana, hanno ricevuto grandi quantità di entrambi. Alcuni hanno sanguinato a causa dei combattimenti arabi. sovietici ma niente di significativo. " Bin Laden incontrò e costruì rapporti con Hamid Gul , che era un generale a tre stelle dell'esercito pakistano e capo dell'agenzia ISI. Sebbene gli Stati Uniti abbiano fornito denaro e armi, l'addestramento dei gruppi militanti è stato interamente svolto dalle forze armate pakistane e dall'ISI.Secondo alcuni ufficiali della CIA, all'inizio del 1980, bin Laden ha agito da collegamento tra la Presidenza dei servizi segreti generali (GIP) e i signori della guerra afghani, ma negli archivi della CIA non esistono prove di contatti tra la CIA e Bin Laden.  Il primo allenatore di Bin Laden fu il commando delle forze speciali statunitensi Ali Mohamed . 
Nel 1984, bin Laden e Azzam fondarono Maktab al-Khidamat , che incanalò denaro, armi e combattenti da tutto il mondo arabo in Afghanistan. Attraverso al-Khadamat, il patrimonio familiare ereditato da bin Laden [103] ha pagato i biglietti aerei e l'alloggio, ha pagato le pratiche burocratiche con le autorità pakistane e ha fornito altri servizi simili ai combattenti jihadisti. Bin Laden ha stabilito campi all'interno di KhyberPakhtunkhwa in Pakistan e ha addestrato volontari provenienti da tutto il mondo musulmano per combattere contro il regime sostenuto dai sovietici, la Repubblica Democratica dell'Afghanistan . Tra il 1986 e il 1987, bin Laden creò una base nell'Afghanistan orientale per diverse dozzine dei suoi soldati arabi.Da questa base, bin Laden ha partecipato ad alcune attività di combattimento contro i sovietici, come la battaglia di Jaji nel 1987.Nonostante il suo scarso significato strategico, la battaglia è stata celebrata dalla stampa araba principale. Fu durante questo periodo che fu idolatrato da molti arabi. 
Nel maggio 1988, in risposta alle voci di un massacro di sunniti da parte degli sciiti, un gran numero di sciiti provenienti da Gilgit e dintorni , in Pakistan, furono uccisi in un massacro. Anche i civili sciiti furono sottoposti a stupro. 
Il massacro è sostenuto da B. Raman , uno dei fondatori dell'India's Research and Analysis Wing , [107] come risposta a una rivolta degli sciiti di Gilgit durante il governo del dittatore militare Zia-ulHaq .Ha affermato che l' esercito pakistano ha indotto Osama bin Laden a guidare un gruppo armato di tribali sunniti , dall'Afghanistan e dalla provincia della frontiera nord-occidentale , a Gilgit e nelle aree circostanti per reprimere la rivolta. 
Nel 1988 bin Laden si era separato da Maktab al-Khidamat. Mentre Azzam fungeva da supporto per i combattenti afgani, bin Laden voleva un ruolo più militare. Uno dei punti principali che hanno portato alla scissione e alla creazione di al-Qaeda è stata l'insistenza di Azzam affinché i combattenti arabi fossero integrati tra i gruppi combattenti afgani invece di formare una forza combattente separata.  Le note di un incontro di bin Laden e altri il 20 agosto 1988 indicano che al-Qaeda a quel tempo era un gruppo formale: "Fondamentalmente una fazione islamica organizzata, il suo obiettivo è elevare la parola di Dio, per rendere la sua la religione vittoriosa. " Un elenco di requisiti per l'adesione indicava quanto segue: capacità di ascolto, buone maniere, obbedienza e impegno ( bayat ) a seguire i propri superiori. 
Secondo Wright, il vero nome del gruppo non è stato utilizzato nei pronunciamenti pubblici perché la sua esistenza era ancora un segreto strettamente tenuto. La sua ricerca suggerisce che al-Qaeda fu costituita in un incontro dell'11 agosto 1988 tra diversi alti leader della Jihad islamica egiziana , Abdullah Azzam e bin Laden, dove fu deciso di unire i soldi di bin Laden con l'esperienza del Organizzazione della Jihad islamica e assumere altrove la causa jihadista dopo che i sovietici si sono ritirati dall'Afghanistan. 
Dopo il ritiro dell'Unione Sovietica dall'Afghanistan nel febbraio 1989, Osama bin Laden è tornato in Arabia Saudita come un eroe del jihad.  Insieme alla sua legione araba, si pensava che avesse abbattuto la potente superpotenza dell'Unione Sovietica. Dopo il suo ritorno in Arabia Saudita, bin Laden si impegnò in movimenti di opposizione alla monarchia saudita mentre lavorava per la sua azienda di famiglia .  Era anche adirato per i combattimenti tribali intestini tra gli afgani. 
L' invasione irachena del Kuwait sotto Saddam Hussein il 2 agosto 1990 mise a rischio il regno saudita e la famiglia reale. Con le forze irachene al confine saudita , l'appello di Saddam al panarabismo stava potenzialmente incitando al dissenso interno. Bin Laden ha incontrato Re Fahd e il ministro della Difesa saudita Sultan , dicendo loro di non dipendere dall'assistenza non musulmana degli Stati Uniti e di altri e offrendosi di aiutare a difendere l'Arabia Saudita con la sua legione araba. L'offerta di Bin Laden è stata respinta e la monarchia saudita ha invitato il dispiegamento delle forze statunitensi nel territorio saudita.  Bin Laden ha denunciato pubblicamente la dipendenza saudita dalle forze armate statunitensi, sostenendo che i due santuari più sacri dell'Islam, La Mecca e Medina , le città in cui il Profeta Muhammad ricevette e recitò il messaggio di Allah, dovrebbero essere difesi solo dai musulmani. Le critiche di Bin Laden alla monarchia saudita li hanno portati a cercare di zittirlo. La 82a divisione aviotrasportata degli Stati Uniti è atterrata nella città saudita nord-orientale di Dhahran ed è stata schierata nel deserto ad appena 400 miglia da Medina. 
Nel frattempo, l'8 novembre 1990, l'FBI ha fatto irruzione nella casa del New Jersey di ElSayyidNosair , un associato dell'agente di al-Qaeda Ali Mohamed . Hanno scoperto copiose prove di complotti terroristici, compresi i piani per far saltare in aria i grattacieli di New York City. Questo ha segnato la prima scoperta di piani terroristici di al-Qaeda al di fuori dei paesi musulmani.  Nosair fu infine condannato in relazione all'attentato al World Trade Center del 1993 , e in seguito ammise la colpevolezza per l'omicidio del rabbino Meir Kahane a New York City il 5 novembre 1990.
Tuttavia, durante questo periodo bin Laden e altre organizzazioni mujaheddin anti-sovietiche hanno mantenuto una buona immagine negli Stati Uniti. Ad esempio, un articolo ammirativo su bin laden pubblicato su The Independent nel 1993 è intitolato "Il guerriero anti-sovietico ha messo il suo esercito sulla strada della pace". 
Nel 1991, bin Laden fu espulso dall'Arabia Saudita dal suo regime dopo aver ripetutamente criticato l'alleanza saudita con gli Stati Uniti.  Lui ei suoi seguaci si trasferirono prima in Afghanistan e poi si trasferirono in Sudan nel 1992,  in un accordo mediato da Ali Mohamed.  Il dettaglio della sicurezza personale di Bin Laden consisteva in guardie del corpo selezionate personalmente da lui. Il loro arsenale includeva SAM-7 , missili Stinger , AK-47 , giochi di ruolo e mitragliatrici PK .  Nel frattempo, nel marzo-aprile 1992, bin Laden ha cercato di svolgere un ruolo pacificatore nell'escalationguerra civile in Afghanistan , esortando il signore della guerra GulbuddinHekmatyar a unirsi agli altri leader mujaheddin che negoziano un governo di coalizione invece di cercare di conquistare Kabul da solo. 
L'intelligence statunitense ha monitorato bin Laden in Sudan utilizzando agenti che gestissero quotidianamente e fotografando le attività nel suo complesso, e utilizzando una casa sicura dei servizi segreti e segnali di intelligence per sorvegliarlo e registrare le sue mosse. 
In Sudan, bin Laden ha stabilito una nuova base per le operazioni dei mujaheddin a Khartoum . Ha comprato una casa in Al-Mashtal Street nel ricco quartiere di Al-Riyadh e un rifugio a Soba sul Nilo Azzurro .  Durante la sua permanenza in Sudan, investì pesantemente nelle infrastrutture, nell'agricoltura e negli affari. Era l'agente del Sudan per la ditta britannica HuntingSurveys , e costruì strade usando gli stessi bulldozer che aveva impiegato per costruire piste di montagna in Afghanistan. Molti dei suoi operai erano gli stessi combattenti che erano stati suoi compagni nella guerra contro l'Unione Sovietica. Era generoso con i poveri e popolare tra la gente. Ha continuato a criticare il re Fahd dell'Arabia Saudita. In risposta, nel 1994 Fahd privò bin Laden della sua cittadinanza saudita e persuase la sua famiglia a tagliare il suo stipendio di 7 milioni di dollari all'anno. 
A quel tempo, bin Laden era stato collegato alla Jihad islamica egiziana (EIJ), che costituiva il nucleo di al-Qaeda. Nel 1995 l'EIJ ha tentato di assassinare il presidente egiziano Hosni Mubarak . Il tentativo fallì e il Sudan espulse l'EIJ.
Il Dipartimento di Stato americano ha accusato il Sudan di essere uno sponsor del terrorismo internazionale e bin Laden di aver gestito campi di addestramento terroristici nel deserto sudanese. Tuttavia, secondo i funzionari del Sudan, questa posizione è diventata obsoleta poiché il leader politico islamista Hassan al-Turabi ha perso influenza nel loro paese. I sudanesi volevano impegnarsi con gli Stati Uniti, ma i funzionari americani si sono rifiutati di incontrarli anche dopo aver espulso bin Laden. Non è stato fino al 2000 che il Dipartimento di Stato ha autorizzato i funzionari dell'intelligence statunitense a visitare il Sudan. 
Il rapporto della Commissione 11 settembre afferma:
Alla fine del 1995, quando Bin Laden era ancora in Sudan, il Dipartimento di Stato e la Central Intelligence Agency (CIA) hanno appreso che i funzionari sudanesi stavano discutendo con il governo saudita la possibilità di espellere Bin Laden. L'ufficiale paramilitare della CIA Billy Waugh ha rintracciato Bin Ladin in Sudan e ha preparato un'operazione per arrestarlo, ma è stata negata l'autorizzazione.  L'ambasciatore degli Stati Uniti Timothy Carney ha incoraggiato i sudanesi a seguire questa rotta. I sauditi, tuttavia, non volevano Bin Laden, adducendo come motivazione la revoca della sua cittadinanza. Ministro della difesa del Sudan, FatihErwa, ha affermato che il Sudan si è offerto di consegnare Bin Laden agli Stati Uniti. La Commissione non ha trovato prove credibili che fosse così. L'ambasciatore Carney aveva solo istruzioni di spingere i sudanesi ad espellere Bin Laden. L'ambasciatore Carney non aveva alcuna base giuridica per chiedere di più ai sudanesi poiché, all'epoca, non c'erano accuse in sospeso contro bin Laden in nessun paese. 
Il rapporto della Commissione 11 settembre afferma inoltre:
Nel febbraio 1996, i funzionari sudanesi iniziarono ad avvicinarsi a funzionari degli Stati Uniti e di altri governi, chiedendo quali azioni avrebbero potuto alleviare la pressione straniera. In incontri segreti con funzionari sauditi, il Sudan si è offerto di espellere Bin Laden in Arabia Saudita e ha chiesto ai sauditi di perdonarlo. I funzionari statunitensi sono venuti a conoscenza di queste discussioni segrete, certamente entro marzo. Sembra che i funzionari sauditi volessero che Bin Laden venisse espulso dal Sudan. Tuttavia, gli avevano già revocato la cittadinanza e non avrebbero tollerato la sua presenza nel loro paese. Anche Bin Laden potrebbe non essersi più sentito al sicuro in Sudan, dove era già sfuggito ad almeno un tentativo di omicidio che riteneva fosse opera dei regimi egiziano o saudita e pagato dalla CIA .
A causa della crescente pressione sul Sudan dall'Arabia Saudita, dall'Egitto e dagli Stati Uniti, a bin Laden fu permesso di partire per un paese di sua scelta. Ha scelto di tornare a Jalalabad , in Afghanistan, a bordo di un volo charter il 18 maggio 1996; lì ha stretto uno stretto rapporto con il mullah Mohammed Omar . Secondo la Commissione 9/11, l'espulsione dal Sudan indebolì in modo significativo bin Laden e la sua organizzazione. Alcune fonti dell'intelligence africana hanno sostenuto che l'espulsione lasciò bin Laden senza altra scelta che diventare un radicale a tempo pieno, e che la maggior parte dei 300 arabi afgani che se ne andarono con lui successivamente divennero terroristi.Varie fonti riferiscono che bin Laden ha perso tra i 20 milioni di dollari  ei 300 milioni di dollari in Sudan; il governo ha sequestrato le sue attrezzature da costruzione e bin Laden è stato costretto a liquidare le sue attività, la terra e persino i suoi cavalli.
Nell'agosto 1996 bin Laden dichiarò guerra agli Stati Uniti.  Nonostante l'assicurazione del presidente George HW Bush al re Fahd nel 1990, che tutte le forze statunitensi con sede in Arabia Saudita sarebbero state ritirate una volta che la minaccia irachena fosse stata affrontata, nel 1996 gli americani erano ancora lì. Bush ha citato la necessità di occuparsi dei resti del regime di Saddam (che Bush aveva scelto di non distruggere). L'opinione di Bin Laden era che "i 'mali' del Medio Oriente derivassero dal tentativo americano di conquistare la regione e dal suo sostegno a Israele. L'Arabia Saudita era stata trasformata in una colonia americana". 
Ha emesso una fatwā contro gli Stati Uniti, che è stata pubblicata per la prima volta su Al-Quds Al-Arabi , un quotidiano con sede a Londra. Era intitolato "Dichiarazione di guerra contro gli americani che occupano la terra dei due luoghi santi". L' Arabia Saudita è talvolta chiamata "La terra delle due sacre moschee" in riferimento alla Mecca e Medina, i due luoghi più sacri dell'Islam. Il riferimento all'occupazione nella fatwā si riferiva alle forze statunitensi con sede in Arabia Saudita allo scopo di controllare lo spazio aereo in Iraq, nota come Operazione Southern Watch .
In Afghanistan, bin Laden e al-Qaeda hanno raccolto fondi dai donatori dei giorni della jihad sovietica e dall'ISI pakistano per creare più campi di addestramento per i combattenti mujahideen.  Bin Laden ha effettivamente rilevato Ariana Afghan Airlines , che trasportava militanti islamici, armi, denaro e oppio attraverso gli Emirati Arabi Uniti e il Pakistan, oltre a fornire false identificazioni ai membri della rete terroristica di bin Laden.  Il contrabbandiere di armi Viktor Bout ha aiutato a gestire la compagnia aerea, mantenere gli aerei e caricare le merci. Michael Scheuer, capo dell'unità bin Laden della CIA, ha concluso che Ariana veniva usata come servizio di taxi terroristico. 
Si ritiene che il primo bombardamento che ha coinvolto bin Laden sia stato il 29 dicembre 1992, il bombardamento del Gold Mihor Hotel di Aden in cui furono uccise due persone.
Dopo questo bombardamento, è stato riferito che al-Qaeda ha sviluppato la sua giustificazione per l'uccisione di persone innocenti. Secondo una fatwa emessa da Mamdouh Mahmud Salim , l'uccisione di qualcuno in piedi vicino al nemico è giustificata perché qualsiasi spettatore innocente troverà una giusta ricompensa nella morte, andando a Jannah (paradiso) se erano buoni musulmani ea Jahannam (inferno) se erano cattivi o non credenti. La fatwa fu rilasciata ai membri di al-Qaeda ma non al pubblico in generale.
Negli anni '90, al-Qaeda di bin Laden ha assistito finanziariamente e talvolta militarmente i jihadisti in Algeria, Egitto e Afghanistan. Nel 1992 o 1993, bin Laden inviò un emissario, Qariel-Said, con 40.000 dollari in Algeria per aiutare gli islamisti e sollecitare la guerra piuttosto che i negoziati con il governo. Il loro consiglio è stato ascoltato. La guerra che ne è seguita ha causato la morte di 150.000-200.000 algerini e si è conclusa con la resa islamista al governo. Nel gennaio 1996, la CIA ha lanciato una nuova unità del suo Counterterrorism Center (CTC) chiamata Bin Laden Issue Station , nome in codice "Alec Station", per monitorare e svolgere operazioni contro le attività di Bin Laden. La Bin Laden Issue Station era diretta da Michael Scheuer, un veterano del ramo dell'estremismo islamico del CTC. 
È stato affermato che bin Laden ha finanziato il massacro di Luxor del 17 novembre 1997, che ha ucciso 62 civili e ha indignato l'opinione pubblica egiziana. A metà del 1997, l' Alleanza del Nord minacciò di invadere Jalalabad, costringendo bin Laden ad abbandonare il suo complesso di Najim Jihad e spostare le sue operazioni a TarnakFarms nel sud. 
Un altro attacco riuscito è stato effettuato nella città di Mazar-i-Sharif in Afghanistan. Bin Laden ha contribuito a consolidare la sua alleanza con i talebani inviando diverse centinaia di combattenti arabi afgani per aiutare i talebani a uccidere tra i cinque ei seimila Hazara che invadevano la città. 
Nel febbraio 1998, Osama bin Laden e Ayman al-Zawahiri hanno firmato una fatwa in nome del Fronte islamico mondiale per la jihad contro ebrei e crociati , che dichiarava l'uccisione dei nordamericani e dei loro alleati un "dovere individuale per ogni musulmano". per liberare la moschea al-Aqsa (a Gerusalemme ) e la moschea sacra (alla Mecca) dalla loro presa.  All'annuncio pubblico, la fatwa bin Laden annunciò che i nordamericani sono "bersagli molto facili". Ha detto ai giornalisti presenti: "Vedrete i risultati in brevissimo tempo".
Bin Laden e al-Zawahiri hanno organizzato un congresso di al-Qaeda il 24 giugno 1998.  Gli attentati all'ambasciata degli Stati Uniti del 1998 sono stati una serie di attacchi avvenuti il ​​7 agosto 1998, in cui centinaia di persone sono state uccise in un simultaneo camion bomba. esplosioni alle ambasciate degli Stati Uniti nelle principali città dell'Africa orientale di Dar es Salaam , in Tanzania , e Nairobi , in Kenya. Gli attacchi, collegati a membri locali della Jihad islamica egiziana, portarono per la prima volta Osama bin Laden e Ayman al-Zawahiri all'attenzione del pubblico degli Stati Uniti. Al-Qaeda in seguito rivendicò la responsabilità degli attentati. 
In rappresaglia per gli attentati all'ambasciata, il 20 agosto 1998 il presidente Bill Clinton ordinò una serie di attacchi con missili da crociera su obiettivi legati a bin Laden in Sudan e Afghanistan. Nel dicembre 1998, il direttore del Centro antiterrorismo dell'intelligence centrale riferì al presidente Clinton che al-Qaeda si stava preparando per gli attacchi negli Stati Uniti d'America, compreso l'addestramento del personale per dirottare gli aerei. Il 7 giugno 1999, il Federal Bureau of Investigation statunitense ha inserito bin Laden nella sua lista dei dieci più ricercati . 
Alla fine del 2000, Richard Clarke ha rivelato che i militanti islamici guidati da bin Laden avevano pianificato un triplo attacco il 3 gennaio 2000 , che avrebbe incluso bombardamenti in Giordania del Radisson SAS Hotel ad Amman , turisti al Monte Nebo e un sito sul fiume Giordano , così come l'affondamento del cacciatorpediniere USS  The Sullivans nello Yemen e un attacco a un obiettivo all'interno degli Stati Uniti. Il piano è stato sventato dall'arresto della cellula terroristica giordana, dall'affondamento dello skiff pieno di esplosivo destinato a colpire il cacciatorpediniere e dall'arresto di Ahmed Ressam .
Un ex funzionario del Dipartimento di Stato americano nell'ottobre 2001 ha descritto la Bosnia-Erzegovina come un rifugio sicuro per i terroristi e ha affermato che elementi militanti dell'ex governo di Sarajevo proteggevano gli estremisti, alcuni con legami con Osama bin Laden. Nel 1997, Rzeczpospolita , uno dei più grandi quotidiani polacchi, aveva riferito che i servizi di intelligence della brigata SFOR nordico-polacca sospettavano che un centro per l'addestramento di terroristi dei paesi islamici fosse situato nel villaggio di BocinaDonja vicino a Maglaj in Bosnia e Erzegovina. Nel 1992, centinaia di volontari si unirono a un'unità di mujaheddin chiamata ElMoujahed in una fabbrica abbandonata in collina, un complesso con un ospedale e una sala di preghiera.
Secondo i rapporti dell'intelligence mediorientale, bin Laden ha finanziato piccoli convogli di reclute dal mondo arabo attraverso le sue attività in Sudan. Tra loro c'era Karim Said Atmani , che è stato identificato dalle autorità come il falsario di documenti di un gruppo di algerini accusati di aver pianificato gli attentati negli Stati Uniti. È un ex compagno di stanza di Ahmed Ressam , l'uomo arrestato al confine tra Canada e Stati Uniti a metà dicembre 1999 con un'auto piena di nitroglicerina e materiale per fabbricare bombe. Fu condannato per collusione con Osama bin Laden da un tribunale francese. 
Una ricerca del governo bosniaco del passaporto e dei documenti di residenza, condotta su sollecitazione degli Stati Uniti, ha rivelato altri ex mujaheddin che erano legati allo stesso gruppo algerino o ad altri gruppi di sospetti terroristi e avevano vissuto nell'area a 100 km (60 miglia ) a nord di Sarajevo, la capitale, negli ultimi anni. Khalil al-Deek è stato arrestato in Giordania alla fine di dicembre 1999 perché sospettato di essere coinvolto in un complotto per far saltare in aria siti turistici. Un secondo uomo con cittadinanza bosniaca, Hamid Aich, viveva in Canada contemporaneamente ad Atmani e lavorava per un ente di beneficenza associato a Osama bin Laden. Nel suo 26 giugno 1997, un rapporto sul bombardamento dell'edificio Al Khobar a Riyadh, Arabia Saudita, The New York Timesha osservato che gli arrestati hanno confessato di aver prestato servizio presso le forze musulmane bosniache. Inoltre, gli uomini catturati hanno anche ammesso di avere legami con Osama bin Laden.
Nel 1999, la stampa riferì che bin Laden e il suo assistente tunisino MehrezAodouni avevano ottenuto la cittadinanza e il passaporto bosniaco nel 1993 dal governo di Sarajevo. Il governo bosniaco ha negato questa informazione in seguito agli attacchi dell'11 settembre, ma in seguito si è scoperto che Aodouni era stato arrestato in Turchia e che in quel momento possedeva il passaporto bosniaco. A seguito di questa rivelazione, è stata data una nuova spiegazione che bin Laden non ha ritirato personalmente il suo passaporto bosniaco e che i funzionari dell'ambasciata bosniaca a Vienna, che ha rilasciato il passaporto, non potevano sapere chi fosse bin Laden in quel momento. 
Il quotidiano bosniaco Oslobođenje ha pubblicato nel 2001 che tre uomini, ritenuti legati a bin Laden, sono stati arrestati a Sarajevo nel luglio 2001. I tre, uno dei quali identificato come ImadElMisri, erano cittadini egiziani. Il giornale diceva che due dei sospettati avevano passaporti bosniaci. citazione necessaria ]
Il capo dello SHISH , FatosKlosi, ha detto che Osama gestiva una rete terroristica in Albania per prendere parte alla guerra del Kosovo sotto le spoglie di un'organizzazione umanitaria e che sarebbe stata avviata nel 1994. Claude Kader, che era un membro, ha testimoniato la sua esistenza durante il suo processo.  Nel 1998, quattro membri della Jihad islamica egiziana (EIJ) furono arrestati in Albania ed estradati in Egitto.  I combattenti mujaheddin furono organizzati da leader islamici dell'Europa occidentale alleati di lui e di Zawihiri. 
Durante il suo processo presso il Tribunale penale internazionale per l'ex Jugoslavia , l'ex presidente serbo Slobodan Milošević ha citato da un presunto rapporto dell'FBI che al-Qaeda di bin Laden era presente nei Balcani e ha aiutato l' Esercito di liberazione del Kosovo . Ha affermato che bin Laden aveva usato l'Albania come trampolino di lancio per la violenza nella regione e in Europa. Ha affermato di aver informato Richard Holbrooke che l'UCK era aiutato da al-Qaeda, ma gli Stati Uniti hanno deciso di cooperare con l'UCK e quindi indirettamente con Osama, nonostante gli attentati all'ambasciata degli Stati Uniti del 1998 in precedenza. Milošević aveva sostenuto che gli Stati Uniti avevano aiutato i terroristi, cosa che culminò con il sostegno del 1999Bombardamenti NATO della Jugoslavia durante la guerra del Kosovo. 
Dio sa che non ci è passato per la mente attaccare le Torri , ma dopo che la situazione è diventata insopportabile - e abbiamo assistito all'ingiustizia e alla tirannia dell'alleanza israelo-americana contro il nostro popolo in Palestina e Libano - ci ho pensato. E gli eventi che mi hanno colpito direttamente sono stati quelli del 1982 e gli eventi che seguirono, quando l'America permise agli israeliani di invadere il Libano, aiutati dalla Sesta Flotta degli Stati Uniti . Mentre guardavo le torri distrutte in Libano , mi è venuto in mente di punire gli ingiusti allo stesso modo: distruggere le torri in America in modo che potesse assaggiare un po 'di ciò che stiamo gustando e smettere di uccidere i nostri bambini e le nostre donne.
Dopo la sua iniziale smentita, sulla scia degli attacchi, bin Laden annunciò, "ciò che gli Stati Uniti stanno gustando oggi non è niente in confronto a ciò che abbiamo assaggiato per decenni. La nostra umma ha conosciuto questa umiliazione. e disprezzo per oltre ottant'anni. I suoi figli vengono uccisi, il suo sangue viene versato, i suoi luoghi sacri vengono attaccati e non è governato secondo il comando di Allah. Nonostante questo, a nessuno importa ".  In risposta agli attacchi, gli Stati Uniti hanno lanciato la guerra al terrorismo per deporre il regime talebano in Afghanistan e catturare gli agenti di al-Qaeda, e diversi paesi hanno rafforzato la loro legislazione anti-terrorismo per precludere futuri attacchi. La divisione delle attività speciali della CIAè stato incaricato di rintracciare, uccidere o catturare bin Laden. Il Federal Bureau of Investigation ha affermato che le prove classificate  che collegano al-Qaeda e bin Laden agli attacchi dell'11 settembre sono chiare e inconfutabili. Il governo del Regno Unito è giunto a una conclusione simile riguardo alla colpevolezza di al-Qaeda e Osama bin Laden per gli attacchi dell'11 settembre, sebbene il rapporto del governo abbia notato che le prove presentate non sono necessariamente sufficienti per perseguire il caso. 
Bin Laden inizialmente ha negato il coinvolgimento negli attacchi. Il 16 settembre 2001, bin Laden ha letto una dichiarazione successivamente trasmessa dal canale satellitare del Qatar Al Jazeera in cui negava la responsabilità dell'attacco. In una videocassetta recuperata dalle forze statunitensi nel novembre 2001 a Jalalabad, bin Laden è stato visto discutere dell'attacco con Khaled al-Harbi in un modo che indica la prescienza. Il nastro fu trasmesso su varie reti di notizie il 13 dicembre 2001. I meriti di questa traduzione sono stati contestati. L'arabista Dr. Abdel El M. Husseini ha dichiarato: "Questa traduzione è molto problematica. Nei luoghi più importanti dove si ritiene che provi la colpevolezza di bin Laden, non è identica all'arabo". 
Nel video del 2004 , bin Laden ha abbandonato le sue smentite senza ritrattare le dichiarazioni del passato. In esso ha detto che aveva diretto personalmente i diciannove dirottatori.  Nel nastro di 18 minuti, riprodotto su Al-Jazeera, quattro giorni prima delle elezioni presidenziali americane, bin Laden ha accusato il presidente degli Stati Uniti George W. Bush di negligenza nel dirottamento degli aerei l'11 settembre. Secondo le registrazioni, bin Laden affermò di essere stato ispirato a distruggere il World Trade Center dopo aver assistito alla distruzione delle torri in Libano da parte di Israele durante la Guerra del Libano del 1982. 
Attraverso altri due nastri mandati in onda da Al Jazeera nel 2006, Osama bin Laden annunciò: "Sono io il responsabile dei diciannove fratelli ... ero responsabile di aver affidato i diciannove fratelli ... con le incursioni" (23 maggio, 2006).  Nelle registrazioni è stato visto con Ramzi bin al-Shibh , così come due dei dirottatori dell'11 settembre, Hamza al-Ghamdi e Wail al-Shehri , mentre si preparavano per gli attacchi (videotape trasmessa il 7 settembre , 2006).  Le motivazioni identificate degli attacchi dell'11 settembre includono il sostegno di Israele da parte degli Stati Uniti , la presenza delle forze armate statunitensi nel Regno dell'Arabia Saudita e l'applicazione da parte degli Stati Uniti disanzioni contro l'Iraq .
Il 16 marzo 1998, la Libia ha emesso il primo mandato d'arresto ufficiale dell'Interpol contro bin Laden e altre tre persone. Sono stati accusati di aver ucciso Silvan Becker, agente del servizio di intelligence nazionale tedesco, l' Ufficio federale per la protezione della costituzione , nel dipartimento del terrorismo, e sua moglie Vera in Libia il 10 marzo 1994.  Bin Laden era ancora ricercato dal governo libico al momento della sua morte.  Osama bin Laden fu incriminato per la prima volta da un gran giurìdegli Stati Uniti l'8 giugno 1998 con l'accusa di cospirazione per attaccare i servizi di difesa degli Stati Uniti e i pubblici ministeri hanno inoltre accusato che bin Laden era il capo dell'organizzazione terroristica chiamata al-Qaeda, e che era un importante sostenitore finanziario di Combattenti islamici in tutto il mondo.  Il 4 novembre 1998, Osama bin Laden è stato incriminato da un GrandJury federale presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York , con l'accusa di omicidio di cittadini statunitensi al di fuori degli Stati Uniti, cospirazione per omicidio di cittadini statunitensi. Al di fuori degli Stati Uniti e attacchi a una struttura federale con conseguente morte 
per il suo presunto ruolo negli attentati all'ambasciata degli Stati Uniti del 1998 in Kenya e Tanzania. Le prove contro bin Laden comprendevano testimonianze in tribunale di ex membri di al-Qaeda e tabulati telefonici satellitari, da un telefono acquistato per lui dall'agente per gli appalti di al-Qaeda ZiyadKhaleel negli Stati Uniti.  Tuttavia i talebani hanno deciso di non estradare Bin Laden sulla base del fatto che non c'erano prove sufficienti pubblicate nelle accuse e che i tribunali non musulmani non avevano la legittimità di processare i musulmani. 
Bin Laden è diventato la 456a persona nell'elenco dei dieci fuggitivi più ricercati dell'FBI, quando è stato aggiunto il 7 giugno 1999, a seguito della sua accusa insieme ad altri per crimini capitali negli attacchi all'ambasciata del 1998. I tentativi di assassinio e le richieste di estradizione di bin Laden dai talebani dell'Afghanistan sono stati accolti con fallimento prima del bombardamento dell'Afghanistan nell'ottobre 2001.  Nel 1999, il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ha convinto le Nazioni Unite a imporre sanzioni contro l'Afghanistan in un tentativo di costringere i talebani a estradarlo. 
Il 10 ottobre 2001, bin Laden è apparso anche nella lista iniziale dei primi 22 terroristi più ricercati dell'FBI, che è stata rilasciata al pubblico dal presidente degli Stati Uniti George W. Bush, in risposta diretta agli attacchi dell'11 settembre. , ma ancora una volta basata sull'accusa per l'attacco all'ambasciata del 1998. Bin Laden faceva parte di un gruppo di tredici terroristi fuggitivi ricercati in quest'ultima lista per essere interrogati sugli attentati all'ambasciata del 1998. Bin Laden rimane l'unico fuggitivo mai elencato in entrambe le liste dei fuggitivi dell'FBI.
Nonostante le molteplici accuse sopra elencate e le molteplici richieste, i talebani hanno rifiutato di estradare Osama bin Laden. Tuttavia, si sono offerti di processarlo davanti a un tribunale islamico se fossero state fornite prove del coinvolgimento di Osama bin Laden negli attacchi dell'11 settembre. Fu solo otto giorni dopo l'inizio dei bombardamenti dell'Afghanistan nell'ottobre 2001 che i talebani finalmente si offrirono di consegnare Osama bin Laden a un paese terzo per il processo in cambio degli Stati Uniti che avevano posto fine ai bombardamenti. Questa offerta è stata rifiutata dal presidente Bush affermando che non era più negoziabile, con Bush che ha risposto "non c'è bisogno di discutere di innocenza o colpevolezza. Sappiamo che è colpevole". 
Il 15 giugno 2011, i procuratori federali degli Stati Uniti d'America hanno ufficialmente ritirato tutte le accuse penali contro Osama bin Laden in seguito alla sua morte a maggio. 
Catturare Osama bin Laden era stato un obiettivo del governo degli Stati Uniti sin dalla presidenza di Bill Clinton .  Poco dopo gli attacchi dell'11 settembre è stato rivelato che il presidente Clinton aveva firmato una direttiva che autorizzava la CIA (e in particolare la loro divisione delle attività speciali d'élite ) ad arrestare bin Laden e portarlo negli Stati Uniti per essere processato dopo gli Stati Uniti del 1998. attentati alle ambasciate in Africa; se prendere bin Laden vivo era ritenuto impossibile, allora la forza mortale era autorizzata.  Il 20 agosto 1998, 66 missili da crociera lanciati dalle navi della Marina degli Stati Uniti nel Mar Arabico colpirono i campi di addestramento di bin Laden vicino a Khost.in Afghanistan, manca da poche ore.  Nel 1999 la CIA, insieme all'intelligence militare pakistana, aveva preparato una squadra di circa 60 commandos pakistani per infiltrarsi in Afghanistan per catturare o uccidere bin Laden, ma il piano fu abortito dal colpo di stato pakistano del 1999 ;  nel 2000, agenti stranieri che lavoravano per conto della CIA avevano sparato una granata a propulsione a razzo contro un convoglio di veicoli in cui bin Laden stava viaggiando attraverso le montagne dell'Afghanistan, colpendo uno dei veicoli ma non quello in cui Laden stava cavalcando.
Nel 2000, prima degli attacchi dell'11 settembre, Paul Bremer definì l' amministrazione Clinton come correttamente concentrata su bin Laden, mentre Robert Oakley criticava la loro ossessione per Osama. 
Immediatamente dopo gli attacchi dell'11 settembre, i funzionari del governo degli Stati Uniti hanno nominato bin Laden e l'organizzazione di al-Qaeda come i principali sospettati e hanno offerto una ricompensa di 25 milioni di dollari per informazioni che hanno portato alla sua cattura o alla sua morte.  Il 13 luglio 2007, il Senato ha votato per raddoppiare la ricompensa a $ 50 milioni sebbene l'importo non sia mai stato modificato. La AirlinePilotsAssociation e l' Air TransportAssociation offrirono una ricompensa aggiuntiva di 2 milioni di dollari. 
Secondo il Washington Post , il governo degli Stati Uniti ha concluso che Osama bin Laden era presente durante la battaglia di Tora Bora , in Afghanistan, alla fine del 2001, e secondo funzionari civili e militari con conoscenza di prima mano, il fallimento degli Stati Uniti per impegnare abbastanza Stati Uniti le truppe di terra per dargli la caccia hanno portato alla sua fuga ed è stato il più grave fallimento degli Stati Uniti nella guerra contro al-Qaeda. I funzionari dell'intelligence hanno raccolto quelle che credevano essere prove decisive, dagli interrogatori contemporanei e successivi e dalle comunicazioni intercettate, che bin Laden ha iniziato la battaglia di Tora Bora all'interno del complesso di grotte lungo il confine orientale montuoso dell'Afghanistan. 
Il Washington Post ha anche riferito che l'unità della CIA composta da forze paramilitari per operazioni speciali dedicate alla cattura di bin Laden è stata chiusa alla fine del 2005.
Le forze statunitensi e afghane hanno fatto irruzione nelle grotte di montagna a Tora Bora tra il 14 e il 16 agosto 2007. I militari sono stati attirati nell'area dopo aver ricevuto informazioni su un incontro pre- Ramadan tenuto dai membri di al-Qaeda. Dopo aver ucciso dozzine di membri di al-Qaeda e talebani, non hanno trovato né Osama bin Laden né Ayman al-Zawahiri. 
Il 7 ottobre 2008, nel secondo dibattito presidenziale , sulla politica estera, l'allora candidato alla presidenza Barack Obama si è impegnato: "Uccideremo bin Laden. Schiacceremo al-Qaeda. Questa deve essere la nostra più grande priorità di sicurezza nazionale".  Dopo essere stato eletto, l'allora presidente eletto Obama ha espresso i suoi piani per rinnovare l'impegno degli Stati Uniti a trovare il leader di al-Qaeda Osama bin Laden, secondo i suoi consiglieri per la sicurezza nazionale, nel tentativo di accelerare la caccia al terrorista.  Il presidente Obama ha respinto la politica dell'amministrazione Bush su bin Laden che fondeva tutte le minacce terroristiche da al-Qaeda a Hamas a Hezbollah, sostituendola con un'attenzione segreta e laser su al-Qaeda e la sua progenie. 
Il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti Robert Gates ha dichiarato nel dicembre 2009 che i funzionari non avevano informazioni affidabili su dove si trovasse bin Laden per anni. Una settimana dopo, il generale Stanley McChrystal, il massimo comandante statunitense in Afghanistan ha dichiarato nel dicembre 2009 che al-Qaeda non sarebbe stata sconfitta a meno che il suo leader, Osama bin Laden, non fosse stato catturato o ucciso. Testimoniando al Congresso degli Stati Uniti, ha affermato che bin Laden è diventato una figura iconica, la cui sopravvivenza incoraggia al-Qaeda come organizzazione di franchising in tutto il mondo, e che il dispiegamento di 30.000 truppe extra di Obama in Afghanistan significava che il successo sarebbe stato possibile. "Non credo che potremo finalmente sconfiggere al-Qaeda finché non sarà catturato o ucciso", ha detto McChrystal di bin Laden. Secondo lui, uccidere o catturare bin Laden non significherebbe la fine di al-Qaeda, ma il movimento non poteva essere sradicato mentre lui rimaneva in libertà. 
Nel mese di aprile 2011, il presidente Obama ha ordinato un segreto un'operazione per uccidere o catturare bin Laden. Il 2 maggio 2011, la Casa Bianca ha annunciato che il SEAL Team Six aveva portato a termine con successo l'operazione, uccidendolo nel suo complesso di Abbottabad in Pakistan. 
Facendo riferimento a Osama bin Laden in un filmato della CNN il 17 settembre 2001, l'allora presidente George W. Bush dichiarò: "Voglio giustizia. C'è un vecchio poster ad ovest, come ricordo, che diceva:" Wanted: Dead o vivo '".  Successivamente, bin Laden si ritirò ulteriormente dal contatto pubblico per evitare la cattura. Furono diffusi numerosi rapporti di stampa speculativi sulla sua posizione o addirittura sulla morte; alcuni hanno collocato bin Laden in luoghi diversi durante periodi di tempo sovrapposti. Nessuno è mai stato definitivamente provato. Dopo che le offensive militari in Afghanistan non sono riuscite a scoprire dove si trovava, il Pakistan è stato regolarmente identificato come il suo sospetto nascondiglio. Seguono alcuni dei rapporti contrastanti riguardanti la posizione di bin Laden e le affermazioni errate sulla sua morte:
  • L'11 dicembre 2005, una lettera di AtiyahAbd al-Rahman ad Abu Musab al-Zarqawi indicava che bin Laden e la leadership di al-Qaeda all'epoca avevano sede nella regione del Waziristan in Pakistan. Nella lettera, tradotta dal Centro per la lotta al terrorismo dell'esercito degli Stati Uniti a West Point , Atiyah ordina a Zarqawi di inviare messaggeri in Waziristan in modo che si incontrino con i fratelli della leadership. Al-Rahman indica anche che bin Laden e al-Qaeda sono deboli e hanno molti dei loro problemi. La lettera è stata ritenuta autentica dai funzionari militari e antiterrorismo, secondo il Washington Post . 
  • Al-Qaeda ha continuato a rilasciare video sensibili al fattore tempo e verificati professionalmente che dimostrano la sopravvivenza di bin Laden, anche nell'agosto 2007. Bin Laden ha rivendicato la responsabilità esclusiva degli attacchi dell'11 settembre e ha negato in modo specifico qualsiasi conoscenza preliminare di essi da parte dei talebani o dei Popolo afghano. 
  • Nel 2009, un gruppo di ricerca guidato da Thomas W. Gillespie e John A. Agnew di UCLA utilizzato l'analisi geografica satellitare assistita per individuare tre composti in Parachinar come probabili nascondigli di Bin Laden. 
  • Nel marzo 2009, il New York Daily News ha riferito che la caccia a bin Laden si era concentrata nel distretto di Chitral del Pakistan, compresa la valle di Kalam . L'autore RohanGunaratna ha affermato che i leader di al-Qaeda catturati avevano confermato che bin Laden si nascondeva a Chitral. 
  • Nella prima settimana di dicembre 2009, un detenuto talebano in Pakistan ha detto di avere informazioni che bin Laden si trovava in Afghanistan nel 2009. Il detenuto ha riferito di aver incontrato a gennaio o febbraio (2009) un contatto fidato che aveva visto bin Laden in Afghanistan circa Da 15 a 20 giorni prima. Tuttavia, il 6 dicembre 2009, il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti Robert Gates ha dichiarato che gli Stati Uniti non avevano informazioni affidabili su dove si trovasse bin Laden da anni. Il primo ministro pakistano Gillani ha respinto le affermazioni secondo cui Osama bin Laden si sarebbe nascosto in Pakistan.
  • Il 9 dicembre 2009, BBC News ha riferito che il generale dell'esercito americano Stanley A. McChrystal ( comandante delle forze statunitensi e ISAF in Afghanistan dal 15 giugno 2009 al 23 giugno 2010) ha sottolineato la continua importanza della cattura o dell'uccisione di bin Laden, indicando così che l'alto comando statunitense credeva che bin Laden fosse ancora vivo. 
  • Il 2 febbraio 2010, il presidente afghano Hamid Karzai è arrivato in Arabia Saudita per una visita ufficiale. L'ordine del giorno includeva una discussione su un possibile ruolo saudita nel piano di Karzai per reintegrare i militanti talebani. Durante la visita, un anonimo funzionario del ministero degli Esteri saudita ha dichiarato che il regno non aveva intenzione di farsi coinvolgere nel processo di pacificazione in Afghanistan a meno che i talebani non avessero interrotto i rapporti con gli estremisti ed espulso Osama bin Laden. 
  • Il 7 giugno 2010, il quotidiano kuwaitiano Al-Seyassah ha riferito che bin Laden si stava nascondendo nella città montuosa di Sabzevar , nel nord - est dell'Iran .  Il 9 giugno, l'edizione online dell'Australian News ha ripetuto l'affermazione. Questo rapporto si è rivelato falso.
  • Il 18 ottobre 2010, un anonimo funzionario della NATO ha suggerito che bin Laden era vivo, vegeto e viveva comodamente in Pakistan, protetto da elementi dei servizi di intelligence del paese. Un alto funzionario pakistano ha negato le accuse e ha affermato che le accuse erano progettate per esercitare pressioni sul governo pakistano in vista dei colloqui volti a rafforzare i legami tra Pakistan e Stati Uniti. 
  • Il 16 aprile 2011, un rapporto trapelato di Al Jazeera affermava che bin Laden era stato catturato dalle forze statunitensi in Afghanistan.  Questo rapporto si è rivelato falso.
Il 29 marzo 2012, il quotidiano pakistano Dawn ha acquisito un rapporto prodotto da funzionari della sicurezza pakistani, basato sull'interrogatorio delle sue tre mogli sopravvissute, che descriveva i suoi movimenti mentre viveva clandestinamente in Pakistan. 
In una lettera del 2010, bin Laden rimproverava i seguaci che avevano reinterpretato al-tatarrus - una dottrina islamica intesa a giustificare l'uccisione involontaria di non combattenti in circostanze insolite - per giustificare i massacri di routine di civili musulmani, che avevano rivolto i musulmani contro il movimento estremista. Dei gruppi affiliati ad al-Qaeda, Bin Laden ha condannato Tehrik-i-Taliban Pakistan per un attacco a membri di una tribù ostile, dichiarando che l'operazione non è giustificata, in quanto vi sono state vittime di non combattenti. Bin Laden ha scritto che il tatarrusla dottrina deve essere rivisitata sulla base del contesto moderno e dei confini chiari stabiliti. Ha chiesto a un subordinato di redigere un codice di condotta jihadista che limitasse le operazioni militari al fine di evitare vittime civili. Nello Yemen, Bin Laden ha esortato i suoi alleati a cercare una tregua che porti stabilità al paese o almeno mostri alla gente che stiamo attenti a mantenere i musulmani al sicuro sulla base della pace. In Somalia, ha richiamato l'attenzione sull'estrema povertà causata dalla guerra costante e ha consigliato ad al-Shabab di perseguire lo sviluppo economico. Ha istruito i suoi seguaci in tutto il mondo a concentrarsi sull'istruzione e la persuasione piuttosto che entrare in conflitto con i partiti politici islamici. 
Nell'aprile 2011, vari servizi di intelligence statunitensi sono stati in grado di individuare la posizione sospetta di Bin Laden vicino ad Abbottabad, in Pakistan. In precedenza si credeva che bin Laden si nascondesse vicino al confine tra l'Afghanistan e le aree tribali ad amministrazione federale pakistana , ma è stato trovato a 160 km (100 miglia) di distanza in un palazzo senza finestre a tre piani ad Abbottabad a 34 ° 10′9.51 ″ N 73 ° 14'32.78 "E .  La villa di Bin Laden era situata a 1,3 km (0,8 miglia) a sud-ovest dell'Accademia militare pakistana .  Google Earthle mappe mostrano che il composto non era presente nel 2001, ma era presente sulle immagini scattate nel 2005. [239]
Osama bin Laden waskilled in Abbottabad, Pakistan, on May 2, 2011, shortlyafter 1:00 AM local time (4:00 PM eastern time)
L'operazione, nome in codice Operazione NeptuneSpear , è stata ordinata dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama ed è stata eseguita in un'operazione della CIA (Central Intelligence Agency) degli Stati Uniti da un team di SEAL della Marina degli Stati Uniti del Naval Special Warfare Development Group degli Stati Uniti (anche noto come DEVGRU o informalmente con il suo nome precedente, SEAL Team Six) del Joint Special Operations Command , con il supporto degli agenti della CIA sul campo.  Il raid nel complesso di bin Laden ad Abbottabad è stato lanciato dall'Afghanistan. Dopo il raid, i rapporti all'epoca affermavano che le forze statunitensi avevano portato il corpo di bin Laden in Afghanistan per l'identificazione positiva, quindi lo avevano seppellito in mare , in conformità con la legge islamica, entro 24 ore dalla sua morte.  Rapporti successivi hanno messo in discussione questo racconto, citando, ad esempio, l'assenza di prove che ci fosse un imam a bordo della USS  Carl Vinson , dove si dice che sia avvenuta la sepoltura. 
Le autorità pakistane hanno successivamente demolito il complesso nel febbraio 2012  per evitare che diventasse un santuario neo- islamista .Nel febbraio 2013, il Pakistan ha annunciato l'intenzione di costruire un parco divertimenti ₨ 265 milioni PKR ($ 30 milioni USD ) nell'area, inclusa la proprietà dell'ex covo. 
Bin Laden fu ucciso all'interno del complesso fortificato di edifici che probabilmente era stato costruito per lui,  e, secondo quanto riferito, era stata la sua casa per almeno cinque anni.  Il complesso era situato a meno di un miglio dall'Accademia militare pakistana ea meno di 100 chilometri in auto dalla capitale del Pakistan.  Mentre i governi degli Stati Uniti e del Pakistan hanno entrambi affermato, e in seguito sostenuto, che nessun funzionario pakistano, compresi i capi militari di alto livello, conosceva bin Laden o era a conoscenza dell'attacco degli Stati Uniti, [260] [261] Carlotta Gall , scrivendo sul New York Times Magazinenel 2014, ha riferito che il direttore generale dell'ISI AhmadShujaPasha sapeva della presenza di bin Laden ad Abbottabad.  In un articolo del LondonReview of Books del 2015 , il giornalista investigativo Seymour M. Hersh ha affermato, citando fonti statunitensi, che bin Laden era prigioniero dell'ISI nel complesso di Abbottabad dal 2006; che Pasha conosceva in anticipo la missione statunitense e autorizzava gli elicotteri che consegnavano i SEAL a entrare nello spazio aereo pakistano; e che la CIA ha saputo di dove si trova bin Laden da un ex alto ufficiale dei servizi segreti pakistani, che ha ricevuto circa 25 milioni di dollari per l'informazione. Entrambe le storie furono smentite da funzionari statunitensi e pakistani.
Mosharraf Zia, un importante editorialista pakistano, ha dichiarato: "Sembra profondamente improbabile che bin Laden possa essere stato dove è stato ucciso all'insaputa di alcune parti dello Stato pakistano". L'inviato del Pakistan negli Stati Uniti, l' ambasciatore HusainHaqqani , ha promesso una "inchiesta completa" su come i servizi segreti pakistani avrebbero potuto non trovare bin Laden in un complesso fortificato così vicino a Islamabad. "Ovviamente bin Laden aveva un sistema di supporto", ha detto. "Il problema è, quel sistema di supporto era all'interno del governo e dello stato del Pakistan, o all'interno della società del Pakistan?" 
Altri hanno sostenuto che bin Laden viveva nel complesso con una famiglia locale e non ha mai usato Internet o un telefono cellulare, il che lo avrebbe reso molto più facile da localizzare.  Funzionari governativi hanno affermato che le risorse limitate del paese erano state impegnate nella sua guerra contro i talebani pakistani e altri insorti che rappresentavano una minaccia attiva per esso, piuttosto che trovare o dare rifugio a bin Laden.