Torre Covid. Termina il tavolo tecnico: nulla di fatto (note tecniche con tutta la verità)

Appena terminato il "tavolo tecnico" tra i vertici Asrem e il Consorzio di imprese aggiudicatario dell’appalto della Torre Covid, adiacente all'Ospedale Cardarelli di Campobasso. Al tavolo tecnico erano presenti Angelo Contessa, Amministratore del Consorzio Stabile Build Scarl, il raggruppamento temporaneo di Professionisti c/o la capogruppo Mastellone di Castelvetere Engineering  srl,  l’EN3 srl società di validazione; 
per l'Asrem era presente il Direttore Generale Oreste Florenzano, il Direttore amministrativo Antonio La Storia, il Responsabile Unico del Procedimento nella persona dell’Arch. Antonio Giuseppe Vetere.

Angelo Contessa esprime con molto rammarico le decisioni prese dal tavolo, lamentadosi: «Non è successo nulla, siamo venuti con tutto lo staff tecnico, abbiamo portato otto pagine con tutte le problematiche, ma purtroppo i progettisti non hanno aperto bocca. Ci hanno lasciati sbalorditi - continua l'amministratore delegato - hanno insistito che la Torre Covid possa essere realizzata facendo a meno di qualsiasi normativa e di qualsiasi autorizzazione, utilizzando delle specifiche deroghe esonerando la società appaltatrice da qualsiasi responsabilità. 
Emerge una grande impreparazione, nessuno in questi giorni ha lavorato sul progetto. Infatti oggi non è stato aperto nessun 'tavolo'. Nessuno ci ha dato risposte, prendendosi ulteriore tempo, rimandando un nuovo incontro tra cinque e dieci giorni, ci faranno sapere
».


note-tecniche-.pdf