Viabilità, finanziate opere sul Liscione e Isernia- Castel di Sangro. Occhionero: un risultato per l'impegno di Italia Viva

Due opere viarie sono state finanziate in Molise per il miglioramento della rete viaria: la SS 647 Fondo Valle del Biferno, e la SS 17 dell’Appennino Abruzzese e AppuloSannitico. Lotto 0 di collegamento tra Bivio di Pesche e il Lotto 1 della SSV Isernia-Castel di Sangro.

Nel primo caso si tratta di coprire un costo di 177milioni euro per i lavori di adeguamento, messa in sicurezza e manutenzione straordinaria dei viadotti Molise 1 e Molise 2, sull’invaso del Liscione. L'intervento, suddiviso in stralci per vincoli di cantierizzazione, riguarda l'adeguamento delle barriere di protezione, il consolidamento delle solette e dei cordoli, l’impermeabilizzazione degli impalcati, la realizzazione di un impianto per la raccolta, convogliamento e trattamento dei liquidi inquinanti da sversamenti accidentali sulla carreggiata di entrambi i viadotti.

Nel secondo caso invece , lo sviluppo del tracciato dell’intervento è di circa 5.490 m e rappresenta il completamento dell’itinerario in variante della SSV “Isernia – Castel di Sangro”. Sul tracciato è prevista la realizzazione di 3 svincoli a livelli sfalsati di collegamento alla viabilità esistente costituiti, procedendo da sud verso nord, dagli svincoli Isernia Nord, Università e Miranda. Per questa importante opera viaria il costo stimato è di 150milioni euro.

“Finalmente è stata data al Molise l’attenzione che merita- ha dichiarato l’onorevole Giuseppina Occhionero- finanziando e nominando i commissari per la realizzazione di queste importanti opere viarie della nostra regione. Risultati attesi da tempo e per i quali l’azione di Italia Viva è stata massima. Voglio ringraziare per questo importante risultato la viceministra alle infrastrutture e alla mobilità sostenibili Teresa Bellanova e la presidente della Commissione trasporti Raffaella Paita che hanno accolto il nostro appello facendo in modo di inserire questi interventi tra quelli programmati dal nuovo Governo. Una boccata d’ossigeno verso un settore che in Molise soffre ritardi annosi ai quali si inizia a porre finalmente rimedio”.
I lavori sul Liscione sono affidati al commissario Vincenzo Marzi mentre quelli sul lotto zero di Isernia- Pesche a Antonio Marasco.