Snai Alto Medio Sannio, Agnone approva il progetto Centri per disturbo da spettro autistico

Una delle fragilità maggiormente rilevate in Molise e anche nell’area Alto Medio Sannio è il fenomeno dei Disturbi dello Spettro Autistico (DSA), una condizione che non interessa soltanto l’individuo ma l’intera famiglia e l’ambiente in cui vive. A più riprese Associazioni di volontariato, Cooperative e i Familiari dei Pazienti affetti da tale patologia hanno segnalato l’esigenza assoluta di attivare e/o potenziare servizi di supporto e assistenza sul territorio regionale. Nella Strategia d’Area Interna dell’Area “Alto Medio Sannio” approvata dal Comitato Tecnico Aree Interne (CTIAI) presso il Dipartimento per le Politiche di Coesione della presidenza del Consiglio dei Ministri in data 21/07/2020 e dalla Regione Molise in data 7 agosto 2020 con Delibera di Giunta n° 290, è prevista l’attivazione di “Centri Territoriali” per migliorare la socialità dei soggetti affetti da DSA (disturbi dello spettro autistico) e lo sviluppo della loro autonomia nella vita quotidiana. Relativamente ai “servizi salute”, la Strategia “Alto Medio Sannio” vuole contribuire in maniera decisiva ad un miglioramento delle qualità di vita attuali e future dei pazienti e conseguentemente delle famiglie mediante la realizzazione, ad Agnone e Trivento, di Centri Permanenti, aperti a bambini, adolescenti e alle loro famiglie, con diagnosi di autismo e patologie assimilabili.

Con Delibera di Giunta comunale n.16 del 04/02/2021 è stato approvato il livello unico di progettazione dell’intervento della “Strategia d’Area interna Alto Medio Sannio” in questione, a cui, a seguito del via libera della Regione, seguirà nell’arco dei prossimi giorni l’avvio degli affidamenti ai sensi del D.L. 50/2016. La mission dei centri è quella di garantire una continuità nelle attività di sostegno e supporto del soggetto con DSA; attività volte a promuovere un’interazione più sintonica tra genitori e figlio che favorisca lo sviluppo delle competenze comunicative e sociali. L’iniziativa si propone anche di permettere ai ragazzi di acquisire e promuovere metodiche atte al recupero funzionale, nella prospettiva della migliore integrazione possibile, attraverso progetti individualizzati elaborati a seguito di una valutazione funzionale e adattiva, lavorando sull’eliminazione dei momenti di emarginazione. Il soggetto attuatore dell’intervento sarà il Comune di Agnone. Il Sindaco Daniele Saia ha così commentato l’evento: “Sono molto soddisfatto in merito al procedere dei lavori sull’attivazione di “Centri specializzati per il disturbo dello spettro autistico” rientrante nella “Strategia Alto Medio Sannio”, di cui il Comune di Agnone è capofila. Il progetto fornirà un valido supporto a tutti i ragazzi affetti da autismo e alle loro famiglie. In un momento duro come questo, in cui la pandemia da Covid-19 sta dilagando e causando cambiamenti negli aspetti sociali della nostra vita, non possiamo permetterci assolutamente di lasciare indietro i soggetti più fragili a cui vanno garantiti servizi efficienti. Continueremo a premere l’acceleratore relativamente all’attuazione di tutti i progetti rientranti nella Strategia delle Aree Interne per permettere ai nostri territori di offrire servizi di grande importanza sociale e strutturale.”