Meteo. Dalla prossima settimana torna il freddo

PROSSIMA SETTIMANA, COLPO DI CODA DELL'INVERNO. Dopo il passaggio del fronte nord atlantico che nel weekend avrà attraversato buona parte d'Italia da nord verso sud le correnti tenderanno a disporsi ancor più dai quadranti settentrionali. L'anticiclone atlantico si spingerà con decisione verso il Regno Unito e l'Islanda nei primi giorni della nuova settimana. Lungo il suo bordo destro verranno sospinte masse d'aria fredda di estrazione artica, dapprima sull'Europa centrale, poi anche su parte del Mediterraneo e sui Balcani. Anche l'Italia verrà investita dai venti freddi da Nord nei primi giorni della settimana, con un progressivo calo termico, nevicate sulle Alpi (specie confinali) e tempo instabile sul medio versante adriatico e al Sud. Altrove saranno maggiori gli spazi soleggiati, ma i venti saranno un po' ovunque sostenuti con le temperature che comunque inizieranno inevitabilmente ad abbassarsi gradualmente.

METEO LUNEDÌ. In particolare lunedì le regioni meridionali faranno ancora i conti con i residui della perturbazione giunta nel weekend. Qualche pioggia o rovescio si attarderà così tra basso Adriatico, Lucania, Calabria e nord Sicilia, con nevicate a quote collinari ma con fenomeni che tenderanno ad esaurirsi lasciando spazio a graduali schiarite. Sul resto d'Italia pausa più soleggiata, ad eccezione delle regioni settentrionali dove si scorgeranno gli effetti della nuova perturbazione in arrivo dalle latitudini settentrionali. Le nubi andranno aumentando, seppur solo alte e stratificate, ma sui confini alpini tornerà a nevicare. Il fronte si avvertirà soprattutto in Sardegna, dove sono attesi alcuni rovesci già in giornata. Temperature in calo al Centro-Sud, dove soffierà un forte Maestrale.

TENDENZA FINO A META' SETTIMANA. Permarrà un teso flusso di correnti settentrionali che convoglieranno correnti fredde di origine artica fin verso il Mediterraneo centrale, condizionando il tempo anche sull'Italia. Farà freddo un po' ovunque, ma in particolare i fenomeni di instabilità interesseranno le Alpi confinali con neve a bassa quota, oltre alle regioni adriatiche centro-meridionali e parte del Sud, anche in questo caso con clima frizzante, ventoso e con neve in Appennino.
(3b meteo)