South Beach a Montenero di Bisaccia: la paola al presidente Toma

DIRETTA

Lega Campobasso: “Pacchetto solidarietà" per contrastare gli effetti della crisi

 Il Gruppo consiliare della Lega al Comune di Campobasso, composto da Alberto Tramontano, Alessandro Pascale e Maria Domenica D'Alessandro, ha presentato un ordine del giorno che sarà discusso in Consiglio comunale. 
«Considerato che tuttora perdura la fase emergenziale causata dal Covid-19 ed è quindi urgente predisporre misure straordinarie rivolte a cittadini ed imprese, - scrivono Tramontano, Pascale e D'Alessandro - e visto che si rende indispensabile varare un pacchetto di misure finalizzate a sostenere i cittadini e le imprese provate da circa un anno di crisi sociale ed economica, è necessario che la Giunta comunale e le Commissioni consiliari competenti preparino e adottino un piano straordinario di aiuti e misure denominato “Pacchetto solidarietà”, articolato secondo le seguenti misure:
promozione, attraverso la Consulta comunale per la salute mentale e il Centro di salute mentale della Asrem, di attività di supporto e accompagnamento psicologico per quei soggetti, giovani e meno giovani, che hanno visto compromesso il proprio benessere mentale a causa della crisi dovuta alla diffusione del Covid-19; attivazione di sportelli di ascolto comunale, anche attraverso risorse umane e finanziare dell’Ambito Territoriale di Campobasso;
abbattimento della quota variabile della Tari 2021 a negozi e attività economiche e professionali che sono rimaste chiuse durante i periodi di “zona rossa” o che hanno registrato una drastica contrazione del fatturato, pur rimanendo aperte;
Cosap azzerata per tutto il 2021 per le attività commerciali; 
esenzione totale anche per gli ambulanti dei mercati;
riduzione dell’Imu, in particolare per tutti gli immobili di categoria C1 (attività commerciali e artigianali), purché occupati e non sfitti;
una misura straordinaria e sperimentale di sostegno ai proprietari di locali in attività che diminuiscono l’affitto ai locatari di almeno il 20 per cento;
i proprietari otterranno un rimborso da parte del Comune di Campobasso per il mancato introito;
sostegno alle famiglie con minori in età scolare sulla base del valore isee familiare, attraverso l’erogazione di buoni comunali da spendere peril servizio di baby-sitting (domiciliare e in strutture accreditate);
sostegno straordinario ai centri diurni per diversamente abili e per gli anziani: la chiusura forzata delle strutture dedicate ha fatto precipitare le famiglie dei diversamente abili e gli anziani in una grave crisi relazionale e psicologica, pertanto sono necessarie misure di sostegno straordinarie alle suddette categorie, anche attraverso gli strumenti e le risorse dell’Ats;
piano di sostegno e supporto per le case di riposo della città di Campobasso: supporto psicologico, socio-sanitario, strumentale e infrastrutturale; appostamento di risorse straordinarie per il decoro urbano e per la cura e la manutenzione del verde pubblico, anche in considerazione del fatto che molte attività sociali ed economiche si svolgeranno, nei prossimi mesi, all’aperto.
Tale misura andrà adottata in collaborazione con la SEA, per le proprie competenze, anche in virtù dell’affidamento alla società in house della gestione e della manutenzione del verde pubblico cittadino; Attivazione di borse lavoro a vantaggio di soggetti in forte disagio economico e sociale, attraverso l’utilizzo delle risorse risparmiate (patto sociale/aiuti vari) grazie all’utilizzo di stanziamenti regionali e statali.»