Trasferimento da malattie infettive a Villa Maria di un paziente COVID-19. La struttura chiarisce: si era già negativizzato

CAMPOBASSO - In riferimento alla notizia riportata on-line su alcuni organi di informazione circa il "trasferimento da malattie infettive a Villa Maria di un paziente COVID-19", la struttura intende precisare che il paziente trasferito dal reparto di malattie infettive di Campobasso alla Clinica Villa Maria si era già negativizzato dall'infezione del Sars Cov-2, ma che necessitava ancora di cure ospedaliere per altre patologie e, pertanto, ha lasciato il Cardarelli per essere trasferito presso la struttura
«Si precisa - scrive in una nota la Casa di Cura Villa Maria - che non siamo stati identificati dalla struttura Commissariale e dalla ASREM come centro COVID-19, nemmeno per pazienti a bassa intensità di cura, ma fin dall'inizio della pandemia abbiamo formalizzato alla Struttura Commissariale e alla ASREM la più ampia disponibilità ad accogliere pazienti NO COVID, trasferiti per carenza di posti letto da altri nosocomi regionali. Infatti ulteriori pazienti NO COVID, per carenza di posti letto, sono stati già in precedenza trasferiti dal pronto soccorso del presidio Ospedaliero Cardarelli e curati presso la nostra struttura.»