Giornata nazionale delle vittime del Covid, Pompilio Sciulli: il Molise paga un pesante tributo

"Oggi18 marzo 2021, la prima giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia da coronavirus, una giornata per ricordare e rendere omaggio a quanti sono caduti vittima di questa terribile epidemia. La nostra terra, il Molise in questi ultimi mesi è duramente colpita e messa in ginocchio, l’epidemia di Covid–19 come una mannaia porta con sé vite, sentimenti, quotidianità; ogni tipo di attività economica e sociale è sospesa. 406 decessi, 11.833 contagiati, sono numeri pesanti, macigni che segnano e scuotono l’essere delle nostre comunità, così fragili in questo momento. Si tratta di un’esperienza che segnerà per sempre e che metterà profondamente alla prova la capacità del nostro popolo, gente di dura tempra, a superare la crisi con coraggio e determinazione questo terribile momento. Ai sindaci molisani, come ai colleghi di tutta Italia, è stato chiesto di ritrovarsi davanti ai rispettivi municipi, indossando la fascia tricolore, per osservare un minuto di silenzio al cospetto della bandiera italiana esposta a mezz’asta. Testimoniare il nostro essere uniti, il nostro stare insieme come sindaci, senza distinzione di appartenenze geografiche o politiche, è un segnale importante di fiducia e di speranza da trasmettere alle nostre comunità ancora fortemente provate da questa triplice emergenza sanitaria, economica e sociale. ANCI Molise è presente e attiva in questa emergenza al fianco dei sindaci che affrontano la quotidianità con senso di responsabilità". 
Questo il messaggio del Presidente di ANCI Molise Avv. Pompilio Sciulli.