Molise in zona arancione: ecco i comuni che hanno chiuso le scuole in presenza (Aggiornato 21/03 ore 11:00)

Di ieri la notizia secondo cui il Molise, da lunedì 22 marzo, tornerà in zona arancione. Meno restrizioni, quindi. Infatti, rispetto alle regioni in fascia rossa, è possibile circolare liberamente all'interno del proprio comune di residenza, per quanto resti fortemente raccomandato di uscire solo in caso di reale necessità; riapriranno i negozi e le attività al dettaglio; aperti anche centri estetici e parrucchieri; l’attività dei servizi educativi per asili nido, scuole dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione (elementari e medie) si svolge interamente in presenza, mentre nelle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado (superiori) sono previste forme flessibili di organizzazione dell’attività didattica, in modo che almeno al 50 per cento e fino a un massimo del 75 per cento degli studenti sia garantita l’attività didattica in presenza.
Prerogativa dei sindaci, però, la decisione di chiudere in presenza le scuole di ogni ordine e grado.
Ecco i comuni in cui le attività didattiche sono state sospese negli istituti di ogni ordine e grado:
  • Campobasso (fino al 31 marzo)
  • Ripalimosani (fino al 31 marzo)
  • Toro (fino al 31 marzo)
  • Portocannone (fino al 31 marzo)
  • Larino
  • Isernia (fino al 31 marzo)
  • Venafro (fino al 31 marzo)
  • Capracotta (fino al 31 marzo)
  • Cerro al Volturno (fino al 31 marzo)
  • Fornelli (fino al 31 marzo)
  • Santa Croce di Magliano (fino al 31 marzo)
  • San Giuliano di Puglia (fino al 31 marzo) 
  • Agnone
  • Casacalenda
  • Castropignano
  • Colli a Volturno
  • Rionero Sannitico
  • Campomarino
  • Montaquila
  • Torella del Sannio (fino al 6 aprile)
  • Campomarino
  • Pietracatella
  • San Martino in Pensilis (fino al 31 marzo)
  • Pietracatella (fino al 31 marzo)
  • Matrice (fino al 31 marzo)
  • Montenero di Bisaccia (fino al 31 marzo)
  • Baranello (fino al 31 marzo)
  • Vastogirardi (fino al 31 marzo)
  • Bojano
ELENCO IN AGGIORNAMENTO