Gam, si avvicina il 26 marzo: Toma troverà la soluzione nelle prossime 48 ore

di Viviana Pizzi

Non c'è ancora la soluzione definitiva per i lavoratori della Gam di Bojano a cui scade la cassa integrazione Covid il 26 marzo. Tuttavia il presidente della Regione Donato Toma e l'assessora al lavoro Filomena Calenda, in due ore di confronto con lavoratori e sindacati,  entro dopodomani tireranno fuori la soluzione. Tre sono le strade prospettate dal presidente della Regione Donato Toma: continuare con altre 13 settimane di cassa Covid, accedere alla modalità di ammortizzatore sociale che c'era in precedenza e legato al finanziamento dell'area di crisi complessa o la Cig in deroga. Nelle prossime ore spetterà a Toma e al suo assessore verificare con il ministero dello Sviluppo economico quale sia la situazione praticabile. Quindi ci vogliono almeno altre 48 pore per conoscere la sorte dei lavoratori che rischiano di rimanere senza fonte di reddito fra quattro giorni. 

"Siamo ancora molto preoccupati- ha dichiarato la Rsu Gam Giancarlo D'Ilio - siamo al 90esimo minuto e non abbiamo ancora la soluzione al problema. In questo momento si può parlare soltanto della questione degli ammortizzatori sociali, la pandemia ha bloccato la possibilità di parlare di politiche attive del lavoro. Quelle in cui i lavoratori tutti sperano, perchè prima degli ammortizzatori sociali per trovare una soluzione definitiva al problema bisogna parlare di lavoro. Quello che ormai manca da molti anni a noi cassintegrati Gam. Se l'azienda è chiusa la colpa non è nostra".