Paesi dell'acqua, anche il comune di Campobasso aderisce all'iniziativa

L’argomento era stato portato dalla presidente Evelina D’Alessandro anche all’attenzione della Commissione Consiliare Ambiente nelle passate settimane e ora, attraverso una delibera di Giunta, si è arrivati all’adesione ufficiale del Comune di Campobasso alla rete Paesi dell’Acqua PDA Network. 

Lunedì 22 marzo, proprio in occasione del World Water Day 2021, l’Amministrazione comunale del capoluogo, con l’assessore Cretella e il consigliere Guacci, ha avuto modo di prendere parte all’Assemblea online della rete, un momento di scambio e confronto molto partecipato, con esponenti di amministrazioni e associazioni di tutta Italia.

“La proposta di far parte di questa rete è giunta all’Amministrazione che ne ha subito prontamente valutato con interesse gli obiettivi e le possibili iniziative da condividere e sviluppare. – ha dichiarato l’assessore all’ambiente, Simone Cretella – La rete nasce con l’intenzione di tutelare un patrimonio naturale di fondamentale importanza per l’umanità e per divulgare sempre e ovunque i concetti relativi alla tutela dell’ambiente.”
Abbiamo avuto modo di ascoltare i rappresentanti dell’Associazione promotrice del progetto nel corso di un’apposita Commissione consiliare – ha detto la presidente della Commissione Ambiente, Evelina D’Alessandro - e l’attenzione di tutti i consiglieri si è dimostrata grande, verso un tema fondamentale come quello che l’Associazione culturale “Paese dell’Acqua” intende affrontare creando una rete immateriale, appunto la “Rete dei Paesi dell’Acqua, senza confini amministrativi o di altra natura, composta da istituzioni, associazioni e altre organizzazioni della società civile che si caratterizzano o si identificano culturalmente con la risorsa idrica e, più in generale, con la salvaguardia dell’ambiente.”

Va ricordato che
PDA è partner ufficiale di Sanitation and Water for All (SWA), - ha detto l’assessore Cretella - partnership globale composta da governi, organizzazioni della società civile e da altri partner di sviluppo che lavorano insieme per coordinare azioni di alto livello e per migliorare le condizioni di accesso all’acqua potabile. PDA è, inoltre, membro riconosciuto del Forum dello Sviluppo Sostenibile del Ministero dell’Ambiente.

Grazie a questo protocollo d’intesa, - ha aggiunto Cretella - il Comune di Campobasso all’interno della rete e in collaborazione con essa, potrà meglio promuovere eventi culturali, scientifici, didattici o di altra natura, allo scopo di generare opportunità di lavoro/collaborazione, divenendo parte attiva di un “contenitore” in grado di rispondere efficacemente alle criticità dei territori, promuovendo iniziative, studi e ricerche e favorendo un dibattito costante, allo scopo di custodire le esperienze raccolte, generando le condizioni necessarie per avviare un processo di sviluppo e innovazione in grado di scambiare costantemente buone pratiche utili ad innescare processi innovativi per la salvaguardia del patrimonio idrico, paesaggistico e culturale, soprattutto nelle cosiddette aree interne del Paese.”