L’Itst “Marconi” ha premiato i vincitori del concorso SfiDante



Composizioni in rima, videogiochi, brani rap, video musicali, disegni Dante visto attraverso l’estro artistico–tecnologico dei nostri ragazzi Si è svolta nella mattinata di oggi la premiazione dei vincitori di SfiDante (una sfida su Dante), il concorso interno all’Istituto Tecnico per il Settore Tecnologico “G. Marconi” di Campobasso. Con una bella cerimonia on line, alla quale hanno assistito oltre 650 utenti fra alunni, docenti e personale della scuola, sono state idealmente consegnate le coppe e gli altri premi spettanti, oltre che ai primi tre lavori classificati in ognuna delle categorie in concorso – “letteraria”, “artistica” e “multimediale” – anche alcuni riconoscimenti come menzioni d’onore. In una scuola a vocazione tecnologica, la categoria più “gettonata” non poteva che essere quella multimediale, ma ottimo è stato anche il numero di lavori pervenuti nelle altre due categorie. La commissione giudicante, presieduta dal dirigente scolastico dott.ssa Adelaide Villa, ha avuto membri d’eccezione quali il prof. Filippo Bruni, docente di Tecnologie per la Didattica all’Università del Molise nonché delegato del Rettore per i rapporti con le scuole, Lara Carissimi, di origini molisane, scenografa e produttrice esecutiva – tra le altre cose – dell’opera musical di grande successo “La Divina Commedia”, il giornalista campobassano Giuseppe Carriera, sempre attento e partecipe alle attività culturali nella nostra regione, il prof. Alberto Tramontano in veste di docente di Lettere del C.P.I.A. di Campobasso, e il prof. Silvio Di Pietro, docente in pensione, per oltre trent’anni nella nostra scuola ed attualmente brillante artista nel campo della pittura.

Un riconoscimento particolare va allo staff tecnico del Marconi, che ha assicurato la fruizione a distanza di tutte le opere pervenute, costantemente a disposizione, senza alcun problema “telematico”, di una giuria i cui membri, come si può ben immaginare, non si sono mai potuti incontrare fisicamente. In particolare, i nostri tecnici hanno provveduto ad assicurare l’anonimato sugli autori dei vari lavori, che sono stati rivelati ai giudici soltanto dopo aver assegnato il punteggio a ciascuno, aver stilato la classifica definitiva delle varie categorie e deciso le menzioni d’onore. La cerimonia si è articolata in un susseguirsi di momenti ludici, in cui i ragazzi collegati sono stati coinvolti in “giochi” aventi come tema la Divina Commedia, letture – sempre da parte degli alunni – di alcuni passi dell’opera di Dante e momenti ufficiali con la proclamazione dei vincitori. Appena possibile, la nostra scuola realizzerà una mostra di tutti i lavori pervenuti.