South Beach a Montenero di Bisaccia: la paola al presidente Toma

DIRETTA

Torre Covid, l’A.S.Re.M. fa finalmente chiarezza sulla vicenda: Il Consorzio non mente


Con nota del 27 marzo 2021 prot. 41845/2021 a firma del Direttore Amministrativo, Antonio Lastoria e del Direttore Generale, Oreste Florenzano, a chiare lettere, dopo l’ennesima missiva inviata da parte del Consorzio Stabile Build S.C.A.R.L. con la quale, dopo l’ammissione da parte della Società Validatrice, che dichiaratamente, fa presente ai soggetti tutti interessati all’appalto le incongruenze progettuali e le inesattezze riscontate dopo alle pedisseque e precise osservazioni del Consorzio stesso,resosi disponibile alla sottoscrizione del contratto con riserve, rappresenta che il progetto stesso è in fase di ultimazione nella parte esecutiva.
Una vera e propria svolta che sino ad ora non si era mai manifestata.
Finalmente, ci verrebbe da esclamare. Purtroppo non è così in quanto la stessa A.S.Re.M. dichiara che la procedura non è ancora ultimata in quanto la società validatrice dovrà procedere alla definitiva validazione del progetto.
La domanda sorge spontanea : Come si può riscrivere un progetto già validato?
Sicuramente la risposta dovrà essere data da chi chiede l’ulteriore validazione.Altre domande, purtroppo, non possono sfuggire ai lettori ed ai molisani che sono alle corde in un ring che vede essi bastonati senza possibilità di reazione, e destinati senza altra possibilità, al KO.
Cerchiamo di assumerne alcune e porle a chi di dovere :
  1. Perché solo oggi si esce allo scoperto invitando il Responsabile Unico del Procedimento ad un cambio di passo?
  2. Perché sino ad ora, anche dopo incontri mancati, mancanza di interlocuzione, tavoli tecnici che non hanno avuto riscontri immediati, non si è cercata la strada della condivisione per risolvere immediatamente una situazione che ancora ha dei lati oscuri in termini di documentazione utile alla consegna dei lavori ma si è cercati solo lo scontro? ( Chiaramente la domanda è rivolta a tutti i soggetti, nessuno escluso );
  3. Perché in data 24 febbraio 2021 si cercò di consegnare i lavori nonostante questo marasma, e consapevolmente coscienti che gli immobili oggetto degli stessi ancora erano, e tutt’ora sono, occupati dalla centrale operativa del 118 e da laboratori?( alla data odierna l’immobile è occupato da laboratori quale quello di ginecologia);
  4. Perché si è dovuti arrivare a rendere pubblica una discrasia che ha visto penalizzati i principali soggetti beneficiari della “ TorreCovid” ?
  5. Perché, se ci si è resi conto che qualcosa non era abbastanza chiara, la politica non ha fatto i suoi passi per chiarire ogni dubbio invece di aspettare il morto sulle sponde del fiume?
  6. Perché alla luce delle verifiche di rispondenza degli elaborati progettuali ed alla loro conformità alla normativa vigente ai sensi dell’art. 23 del DLgs 18 aprile 2016 n. 50, il progetto esecutivo per conto dell’Azienda Sanitaria Regionale del Molise ha superato con esito positivo la verifica ai fini della validazione ai sensi dell’art. 26 comma 1, comma 3 e comma 4 del Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, così come descritto nelle schede allegate al Rapporto Conclusivo?
  7. Quale è la funzione del RUP in qualità di  Responsabile Unico del Procedimento nella parte chehapermesso il parere positivo alla validazione con deliberazione del Direttore Generale n. 192 del 23.02.2021, ed nella approvazione definitiva del progetto?
  8. Perché, nonostante l’ultima missiva del Consorzio Appaltante dalla quale si evince chiaramente la disponibilità alla definizione e conclusione dell’avviato procedimento di aggiornamento del progetto definitivo, anche con supporto tecnico se opportuno, nessuno ha ritenuto di convogliare a nozze e determinare fine ad una querelle decisamente poco edificante per i cittadini che si vedono depauperati di un bene che avrebbe potuto cambiare le sorti di molte condizioni di negatività manifestate?
Le domande son tante, ne siamo consapevoli, ma nell’interesse collettivo e nell’interesse anche dell’Azienda Sanitaria e della Regione Molise, sarebbero auspicabili delle risposte e, una volta per tutte, si dia l’avvio ad una macchina, che purtroppo, è dal meccanico ancor prima di essere messa su strada.
Il popolo Molisano è stanco di balletti e rimpalli tra Enti che non fanno che peggiorare la situazione di imbarazzo e di “ arrabbiatura “ . Non è certamente una ricerca spasmodica delle colpe che sono sicuramente di tutti e di nessuno, ma è lo sprono per poter dichiarare guerra all’indifferente atteggiamento di chi pensa che il tempo cancella ogni cosa e con esse anche i morti. Si faccia presto e lo si faccia per riordinare le cose, per consentire ai Molisani di poter dichiarare una volta per tutte di essere un popolo dal governo Pro, dalle Istituzioni Pro, e non da esse tutte palesarsi, indistintamente Contro.
Sappiamo che ce la si può fare e che, è doveroso farcela.
Si allega nota A.S.Re.M. del 27.03.2021
Copia_DocPrincipale_Build_Mastellone_RUP_trasmissione_riscontro_EN3_tavolo_tecnico.pdf