Inchieste regionali falsificazione dati contagi. Greco alla maggioranza: il Molise vi ha già condannato

«Il Molise vi ha già condannato con il peggiore dei giudizi. - inizia così il posto pubblicato su Facebook dal Capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Regione, Andrea Greco - Ho scelto di restare in silenzio qualche giorno per guardarmi intorno.
Ho visto una regione sfiancata dalle difficoltà, mentre la politica autoreferenziale al vertice delle istituzioni molisane celebra se stessa nei modi peggiori.
Ho visto un assessore regionale accusare il MoVimento 5 Stelle di fomentare l’odio e temere di essere investito per strada, solo perché denunciamo la nullità dell’azione di governo.
Ho visto un presidente di regione accusare giornalisti di essere inviati del MoVimento 5 Stelle solo perché pongono domande lecite, forse scomode, dimostrando che ormai il livello di disagio nei nostri confronti è cronico.
L’ho visto vaneggiare su un Molise libero dal Covid la scorsa estate, l’ho visto celebrare l’inaugurazione di moduli per le terapie intensive ad un anno dall’inizio della pandemia e dopo che i molisani hanno dovuto subire il tremendo e reiterato colpo di vedere gli elicotteri portare via i propri cari.
L’ho visto cimentarsi in questa pessima interpretazione, che non può coprire quanto poco è stato fatto per tutelare la salute di tutti i molisani.
In questa fiera dell’assurdo, però, oggi una notizia buona c’è: finalmente in alcune regioni sono partite le inchieste sulla falsificazione dei dati legati ai contagi, nonché quelle sui vaccini somministrati a chi non ne aveva diritto.
Per indole ripongo fiducia massima nella giustizia e sono convinto che ovunque farà il suo corso. Intanto, continuiamo a lavorare come sempre fatto in questi mesi.
La foto che vedete è di giugno scorso. Eravamo tra i molisani davanti all’ospedale Vietri di Larino, che abbiamo sempre ritenuto dovesse servire nella lotta a questo maledetto virus con un centro COVID dedicato.
Il futuro chiarirà ogni responsabilità, ma la nostra terra nel frattempo avrà perso l'ennesima possibilità di distinguersi per efficienza, ma al contrario abbiamo offerto una pessima vetrina a livello nazionale. A quanti siedono in maggioranza, giorni fa in Consiglio regionale ho detto quanto ribadisco qui ora: il Molise vi ha già condannato politicamente con il più draconiano dei giudizi, quello morale e reputazionale.

E noi, un domani, quando andrete a chiedere il voto ai molisani senza nessuna vergogna, saremo ancora qui a ricordare a tutti quello che non avete fatto per il bene di questa terra.» conclude il leader pentastellato sui social.