La Pasqua dello sportivo celebrata dall’ANSMeS del Molise

Si è svolta mercoledì 31 marzo, nella Sala “Celestino V” della Curia Vescovile di Campobasso, una  funzione religiosa officiata da Monsignor Giancarlo Maria Bregantini, Arcivescovo della Diocesi di  Campobasso-Bojano, per celebrare “LA PASQUA DELLO SPORTIVO”, una ricorrenza che vuole ribadire l’importanza spirituale dello Sport nel conservare e preservare la Persona Umana, la Vita e  l’armonia di fratelli come figli di Dio.  

L’evento è stato promosso dal Consigliere Nazionale ANSMeS Francesco Palladino che ha  rappresentato, in questa circostanza, tutta l’Associazione.  

La cerimonia è stata un’occasione di devozione e nel contempo ha auspicato di riunire tutti i Soci in un  grande abbraccio, per sentirsi così più vicini e vivere insieme questo grande e particolare momento di  fede. 

Palladino ha inizialmente letto ai presenti la lettera di ringraziamento inviata dal Presidente Nazionale  Francesco Conforti ed indirizzata a Monsignor Bregantini; poi, durante la Santa Messa al momento della  “Preghiera dei Fedeli”, ha rivolto al Signore la seguente invocazione “Per la nostra Associazione: fa che  essa possa sempre operare affinché il valore morale, educativo e sociale dello Sport sia divulgato e  recepito dai giovani e che possa sempre esercitare la tutela e la difesa del diritto allo Sport di tutti i  cittadini ”. Infine ha consegnato al Vescovo il gagliardetto dell’ANSMeS come segno di amicizia e di  condivisione. Un gesto che è stato molto apprezzato dal prelato, il quale si è detto disponibile ad  assecondare altre meritorie iniziative proposte dall’Associazione. 

Sono stati invitati ad assistere alla cerimonia solo i rappresentanti territoriali del CONI e del CIP ed una  ristretta rappresentanza di atleti, normodotati e disabili. Per motivi di sicurezza non è stato possibile  estendere gli inviti ad altri. Presente il Presidente Regionale del CIP, prof.ssa Donatella Perrella con due  atleti della FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi) e il testimonial Siro  D’Alessandro, Socio ANSMeS con Palma al Merito Tecnico, ex calciatore di Campobasso con presenze  in compagini di Serie A e B. Presente alla funzione religiosa anche il socio ANSMeS di Campobasso,  avv. Mario Ialenti, che in qualità di Direttore della Pastorale per il Turismo, lo Sport ed il Tempo libero  della Conferenza Episcopale di Abruzzo e Molise, ha partecipato attivamente all’organizzazione della  cerimonia.