DL Sostegni, sabato 10 aprile manifestazione dei lavoratori agricoli davanti alle prefetture d'Italia

Si svolgerà sabato, 10 aprile, davanti le sedi di tutte le prefetture d'Italia, la manifestazione dei lavoratori e delle lavoratrici agricoli, a sostegno della piattaforma rivendicativa di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, per chiedere a Governo e Parlamento di modificare il Decreto Sostegni che contiene gravi discriminazioni nei confronti del lavoro agricolo. I sindacati chiedono, in particolare, il riconoscimento per l’anno 2020 delle stesse giornate di lavoro del 2019 e l’introduzione del bonus per i lavoratori stagionali agricoli insieme alla sua compatibilità con il reddito di emergenza. Nello specifico, si chiede: 
inserimento bonus braccianti agricoli nel Decreto Sostegni;
 richiesta di compatibilità dei sostegni con il reddito di emergenza;
richiesta riconoscimento giornate lavoro 2019 su 2020;
 richiesta di una cassa integrazione stabile per i pescatori;
introduzione clausola di condizionalità sociale nella Pac;
contrasto a semplificazione utilizzo voucher;
sblocco trattative contratti agricoli provinciali.
“Il governo” ribadiscono i segretari nella nota unitaria, - “deve ascoltare il grido di rabbia e di dolore che viene da questi lavoratori che oggi si sentono dimenticati dopo essere stati, per tanti mesi, considerati essenziali”.