A CAMPOBASSO ARRIVA IL TOUR NAZIONALE DELL’UGL, PRESENTI ANCHE TOMA E GRAVINA - Molise Web giornale online molisano

A Campobasso arriva il tour nazionale dell’UGL, presenti anche Toma e Gravina

Martedì 13 aprile arriva a Campobasso, alle ore 10.00, in Piazza della Prefettura, l’ottava tappa del tour itinerante promosso dall’UGL, a bordo di un bus, in occasione della Festa del Lavoro col motto “Il Lavoro Cambia anche Noi!”. Il sindacato ha deciso di essere al fianco dei lavoratori con 30 appuntamenti che si snoderanno lungo l’Italia e che si concluderanno sabato primo maggio a Milano. 
 L’obiettivo è quello di raggiungere nei singoli territori i propri iscritti, i dirigenti e tutti i lavoratori alle prese con una crisi economico-sociale che sta acuendo le disuguaglianze. All’incontro, tra gli altri, prenderanno parte: Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, Donato Toma, Presidente della Regione Molise, Roberto Gravina, Sindaco di Campobasso, Nicolino Libertone, Segretario Regionale UGL Molise,segretario anche per i distretti di Campobasso e Isernia.
 L’idea nasce dalla volontà dell’UGL di rivendicare la centralità del lavoro, andando nelle piazze, nelle fabbriche e nelle realtà produttive di tutto il Paese. 
 «Il Molise è una terra ricca di storia e di tradizioni e siamo qui per essere accanto ai cittadini e ai lavoratori. La crescita economica e infrastrutturale della Regione passa, inevitabilmente, da come i fondi del RecoveryPlan verranno investiti. Per farsi trovare pronti bisognerà essere celeri nel cogliere le opportunità presenti nel PNRR investendo sulla sanità, sulla digitalizzazione, sulla formazione dei nostri giovani e dei nostrilavoratori; sull’adeguamento dell’edilizia scolastica e nella difesa del patrimonio agroindustriale, turistico egastronomico che fa del Molise una terra di eccellenza. In questo particolare momento storico un occhio diriguardo va alla sanità: l’obbligo da parte delle Istituzioni è quello di incoraggiare e sostenere tutti i lavoratori che sono alle prese con l’emergenza Covid-19, per cui è necessario anche rinforzare le unità che operano nei reparti dedicati». Lo hanno detto in una nota congiunta Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL e Nicolino Libertone, Segretario Regionale UGL Molise.
  Dopo Roma, Napoli, Messina, Reggio Calabria, Matera, Brindisi, Bari e Campobasso il viaggio lungo le realtà italiane proseguirà a: San Salvo, Pescara, L’Aquila, Frosinone, Fiumicino, Cagliari, Rieti, Terni, Firenze, Arezzo, Civitanova Marche, Ancona, Bologna, Venezia, Trieste, Monfalcone, Verona, Trento, Riva del Garda, Genova, Aosta, Torino e Milano.