LARINO, MANCANO GLI AGENTI NELLA CASA CIRCONDARIALE. L'ALLARME DI AMANTINI, MEROLA E TANA - Molise Web giornale online molisano

Ddl Zan, cosa prevede il disegno di legge e cosa ne pensano

DIRETTA

Larino, mancano gli agenti nella casa circondariale. L'allarme di Amantini, Merola e Tana

"La Casa Circondariale di Larino registra una carenza di 40 poliziotti penitenziari, senza tener conto delle prossime quiescenze (8 tra l'anno corrente ed il prossimo) e dell'avanzata età anagrafica/professionali di quelli attualmente ivi operanti (55/60 anni con 35 anni di servizio circa).

La situazione è seria e potrebbe compromettere sia l'incolumità psico-fisica delle lavoratrici e lavoratori, sia l'andamento generale dell'Istituto larinese."
Ad affermarlo sono Antonio Amantini, Giuseppe Merola e Carmine Tana della Funzione Pubblica CGIL.

"Abbiamo inviato una denuncia al Ministero della Giustizia, Presidente Corte d'Appello e Prefetto di Campobasso - continuano i sindacalisti - affinché vengano avviate attività riparative atte a fronteggiare la criticità di organici".

La situazione della vacanze organiche interessa gran parte degli Istituti Penitenziari, non di meno quelli ubicati nella Regione Molise, ma la situazione di Larino merita necessariamente di essere attenzionata, volendo ricordare le pregresse vicissitudini che hanno segnato il carcere durante l'emergenza COVID-19, con tante positivita' accertate tra la popolazione detenuta ed il personale.

"Vogliamo lanciare il nostro allarme e grido di aiuto - concludono Amantini, Merola e Tana - auspicando in concrete e quantomeno discrete rassicurazioni."