REDDITO DI CITTADINANZA, ANCHE I NAVIGATOR IDONEI MOLISANI SCRIVONO AL GOVERNO PER L'ASSUNZIONE E LA PROROGA DELLA GRADUATORIA - Molise Web giornale online molisano

Reddito di cittadinanza, anche i navigator idonei molisani scrivono al Governo per l'assunzione e la proroga della graduatoria

di Viviana Pizzi 

Che il reddito di cittadinanza si sia rivelato un vero e proprio fallimento è un dato di fatto. In pochissimi hanno trovato lavoro tramite lo strumento assistenzialista voluto dal Movimento Cinque Stelle e approvato dal Governo Conte 1, quello in cui Di Maio e compagnia si erano alleati con la Lega di Matteo Salvini che chiedeva i pieni poteri. 

Tra coloro che non hanno ottenuto quanto speravano ci sono gli oltre duemila risultati idonei alla graduatoria dei navigator che chiedono al Governo la proroga della graduatoria in corso e di essere assunti. Ma chi sono queste figure? Erano quei professionisti che dovevano aiutare i beneficiari del reddito a trovare il lavoro che gli avrebbe permesso di vivere una vita dignitosa. Quelli che avrebbero dovuto cercare di realizzare i sogni di questi disoccupati che secondo il ministro Di Maio (allora titolare del dicastero del Lavoro ndr) non sarebbero dovuti rimanere sul divano ad aspettare un sussidio che non sa altro che di assistenzialismo.

Ora questi duemila idonei, tra cui in graduatoria anche persone delle province di Campobasso (dieci ) e Isernia (6), hanno scritto una lettera al Governo chiedendo di essere assunti. Si  rivolgono ai Ministri Carfagna, Orlando e Brunetta in seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando competenze. Giovani laureati che hanno superato una selezione pubblica articolata, un iter concorsuale strutturato sullo stesso modello previsto nel bando per l’assunzione di 2800 tecnici al Sud. “Nonostante siamo stati adeguatamente e accuratamente selezionati, essendo stata vagliata la nostra formazione accademica, il nostro patrimonio culturale, nonché le specifiche conoscenze nelle materie oggetto di prova scritta (ben 10), non abbiamo avuto l’opportunità di mettere in campo le nostre competenze professionali”, denunciano i Navigator idonei.

Chiedono di ampliare il numero dei Navigator attingendo dalle graduatorie, in modo da rafforzare l’ organico dei centri per l’ impiego e il riconoscimento della loro posizione, avendo superato una selezione pubblica identica nella sua articolazione a quello che d’ora innanzi sarà il modello concorsuale ordinario.

Ecco la lettera integrale delle richieste 

Appello-Idonei-Navigator-Aprile-2021-(1).pdf