LL VESCOVO TITOLARE DI GUARDIALFIERA, JUAN GERARDI CONEDERA, VALORIZZATO DA ANSELMO PANINI, INTELLETTUALE BRESCIANO. - Molise Web giornale online molisano

ll Vescovo titolare di Guardialfiera, Juan Gerardi Conedera, valorizzato da Anselmo Panini, intellettuale Bresciano.

di Maurizio Varriano 

Mentre Alberto Sana intellettuale bergamasco continua a promuovere il Molise nel nord, a pubblicare periodicamente altri racconti inediti di Jovine, a preparare la riedizione di “Berlué” e ad approfondire - con Claudio Giunta della Università di Trento - la coralità letteraria dello scrittore guardiese, Anselmo Palini, altro studioso settentrionale, viene ad eccitarsi adesso di Molise.
Dichiaratamente antimilitarista e promotore dei diritti umani, fa nascere a Brescia la “Pax Cristi” e “la fantasia della carità”. S’accorge lì di mons. Juan Gerardi Conedera, il Vescovo titolare di Guardialfiera, che in Guatemala ruppe il silenzio contro l’imperialismo, l'oppressione e la dignità umana; del nostro presule martire assassinato il 26 aprile 1998 dagli squadroni della morte e alla cui memoria è dedicata la “Sala Convegni” di Guardialfiera.
Su queste pietre d’inciampo, su questi “ribelli per amore” – martedì 20 aprile alle ore 18 - la Diocesi ambrosiana, le Acli, l’Azione Cattolica e i volontari della libertà, organizzano a Milano un incontro on-line.
Introdotto dall’Arcivescovo Mario Delpini, il nostro Anselmo Palini – tratteggiando la figura di Carlo Bianchi, industriale cartaio, cattolico-liberale, trucidato dai fascisti – lambirà anche l'immagine del presule, titolare della Cattedrale guardiense, del quale il giorno 26 ricorre il 23° anniversario della morte