VIETRI DI LARINO, L'ALLARME DI GIAMBARBA (PARTITO COMUNISTA DEL MOLISE): RISCHIA DI CHIUDERE LA CAMERA IPERBARICA - Molise Web giornale online molisano

Vietri di Larino, l'allarme di Giambarba (Partito Comunista del Molise): rischia di chiudere la camera iperbarica

Forse è sfuggita all'opinione pubblica la notizia poco piacevole che vede coinvolto quel che rimane dell'ospedale "Vietri" di Larino. 
La denuncia è del segretario del Partito Comunista del Molise Michele Giambarba che continua: "L’iperbarica di Larino, uno tra i pochi servizi salvavita presente nel centro-sud Italia, potrebbe rischiare di chiudere se non si assumono rapide e drastiche scelte da parte dei responsabili. Il motivo è presto detto: il prossimo mese di Luglio l'unico anestesista in servizio nella struttura andrà in pensione e, ad oggi, non c'è alcun atto aziendale che ne preveda la sostituzione. La sospensione, anche se momentanea del servizio, potrebbe significare una ulteriore iattura per la sanità molisana. 
Inutile ricordare come tale eccellenza richiami tanti pazienti non solo molisani ma da molte regioni italiane, diventando, di fatto, una entrata economica extra-regionale.
In molti cittadini serpeggia il timore che la sospensione del servizio possa trasformarsi in una condizione definitiva tale da eliminare una delle eccellenze molisane creatasi grazie alla lungimiranza della programmazione sanitaria molisana.
A questo punto il rischio è quello che un servizio salvavita non sarà più assicurato. 
Eppure è noto a tutti come in questa struttura, fiore all'occhiello della sanità pubblica molisana, si trattano con l’ossigenoterapia patologie fondamentali e complesse.
Secondo il Partito Comunista del Molise sarebbe questo un fatto a dir poco sconcertante, venendo a mancare una struttura capace di erogare ossigeno al 100%, unica del genere da Ancona a Bari e riferimento da anni per trattare con risultati eccellenti malattie da decompressione, avvelenamento da monossido di carbonio, occlusioni arteriose ed embolie arteriose gassose (solo per citarne alcune). 
Noi comunisti molisani prendiamo atto del silenzio assordante di tutti i consiglieri regionali e di chi dovrebbe dare risposte ai cittadini. 
Pertanto, il partito comunista del Molise chiede che vengano immediatamente assunti provvedimenti tali da scongiurare la possibilità di sospendere un servizio che rappresenta una reale efficienza nello scenario sanitario nazionale".