LA FAMIGLIA DE "LA VOCE DEL BUIO" SI ALLARGA! #ETUCHENEPENSI - Molise Web giornale online molisano

La famiglia de "La Voce del Buio" si allarga! #ETuCheNePensi

di Cinzia Venditti

Be My Eyes è stato creato per aiutare persone non vedenti o ipovedenti. L’app, gratuita e disponibile sia per iOS che Android, è formata da una comunità globale di non vedenti o ipovedenti e da volontari vedenti. Attraverso una videochiamata, i volontari forniscono agli utenti non vedenti e ipovedenti assistenza visiva per le piccole necessità quotidiane, come controllare la scadenza di un alimento o se le luci sono accese, oppure descrivere un'immagine, abbinare colori, cercare un oggetto caduto, preparare la cena e così via. Be my eyes cattura il potere della tecnologia e della connessione umana per portare la vista alle persone che non ne dispongono e, ad oggi, conta quasi 5 milioni di volontari e circa 300 mila non vedenti iscritti provenienti da ogni parte del mondo.

L'App, già esistente da più di un anno, da poco è entrata a far parte del sito de "La voce del buio", il progetto molisano dedicato alla fruizione di audiolibri da parte della comunità non vedente. Cliccando, infatti, sulla sezione "Donatori" troviamo la doppia opzione: "Donatori di audiolibri" e "Donatori Be My Eyes".
«Molto spesso ci è capito di incontrare persone che sposano il nostro progetto, ma che purtroppo non hanno il tempo necessario da dedicargli pur volendosi rendere utili. - dichiarano gli ideatori de "La voce del buio" - Abbiamo così cercato il modo per coinvolgere queste persone gemellandoci con Be My Eyes. Continueremo a crescere, nella consapevolezza di poter fare del bene con un gesto semplice come rispondere ad una videochiamata.»

Per aderire alla comunità Be My Eyes, basta scaricare l’applicazione dall’App Store o Google Play ed iscriversi come non vedente/ipovedente o volontario normovedente.

La voce del buio "Be My eyes"

#ETuCheNePensi