A SUON DI MUSICA. INTERVISTA AL GRUPPO MUSICALE MOLISANO "THE UPSIDE DOWN" - Molise Web giornale online molisano

A suon di musica. Intervista al gruppo musicale molisano "The Upside Down"

Di Rossella Ciaccia
#molisechetorni
Oggi voglio parlarvi di musica. E di sogni.  E di quando la musica da sogno si trasforma in realtà.
Oggi voglio parlarvi di un gruppo musicale, 4 ragazzi molisani, Simone, Viviana, Giuseppe e Ludovico. Loro sono gli The Upside Down. Un gruppo di ragazzi come tanti, che di giorno si dividono tra scuola, amici, compiti e verifiche… e nel pomeriggio, invece, si  "trasformano" in vocalist, batterista, chitarrista e pianista. insomma, dei ragazzi come tanti, con un sogno in comune . Quello della musica .
Li ho intervistati, ho chiesto di parlarmi, parlarci di loro,di chi sono, dei loro progetti e della loro musica.
Bene, siamo pronti per partire con l'intervista?
3 … 2 … 1 … Musica !
- Chi sono, e quando nascono gli " The Upside Down" ?
La nostra band è composta da 4 membri: Viviana, la cantante; Simone, il pianista; Giuseppe, il chitarrista e Ludovico, il batterista. Tutto è nato nel giugno del 2019, quando Viviana, Simone e Ludovico si sono incontrati fuori da una scuola di musica. Abbiamo immediatamente iniziato a suonare insieme e, ad agosto, data la necessità di un chitarrista, Giuseppe è entrato nel gruppo.
- Cosa significa il nome del vostro gruppo? E perché avete deciso di chiamarlo proprio così?
The Upside Down" vuol dire "Il sottosopra". Il nome è nato quando, nel 2019, ci è stato chiesto di suonare alla Su e giù di Campobasso: dalla traduzione letterale in inglese di Su e giù (Up and Down) siamo arrivati al nostro attuale nome. Ci ha subito convinto per la sua sublime musicalita'.
- A chi è venuto in mente per primo questo nome?
Il nome è venuto in mente a Simone, il nostro pianista. 
-  Che genere di musica suonate?
Amiamo la musica in ogni sua forma e per questo non ci piace etichettarci. Ciononostante, se dovessimo dire il genere a cui la nostra musica si avvicina di più, questo sarebbe il pop/rock, ma abbiamo influenze da tutti i generi musicali.
 Come o da cosa nascono i vostri testi?
 I nostri testi nascono spesso di getto. L'ispirazione può nascere da qualsiasi cosa, come un'esperienza personale oppure un tema d'attualità.
- Avete partecipato anche a dei concorsi. Vi va di raccontarci un po la vostra esperienza?
Finora abbiamo partecipato a parecchi concorsi, in ognuno dei quali ci siamo classificati sul podio, e questo ci dà molta soddisfazione. I concorsi di cui siamo più orgogliosi sono Micdrop e Ardea, perché abbiamo vinto entrambi grazie a nostre canzoni inedite.
Cosa ne pensate dei vari talent dove vengono lanciati cantanti o gruppi musicali?
Noi crediamo che i talent siano delle ottime oppurtunita'  per ottenere visibilità. Tuttavia riuscire ad avere successo soltanto grazie alle proprie forze ha tutto un altro gusto!
- Sicuramente questo non è un bel periodo per il mondo della musica, che si è dovuta " reinventare" su piattaforme musicali e social vari, sicuramente un ottimo modo per dare visibilità e far conoscere la propria musica, ma completamente differente dai concerti dove c'è un vero e proprio rapporto con il pubblico. Voi cosa ne pensate? Preferite il mondo della tecnologia o i concerti dal vivo?
 Le piattaforme digitali hanno il grande pregio di riuscire ad arrivare ad un pubblico potenzialmente illimitato. In questo periodo, infatti, abbiamo sperimentato molto sui vari social, riscontrando comunque un feedback molto positivo. Malgrado ciò, l'emozione che dona un'esibizione dal vivo con l'affetto del pubblico è unica e irripetibile! E non vediamo l'ora di riviverla!
- In futuro, vorreste continuare a percorrere la strada della musica o vorreste fare altro?
La strada della musica è l'unica da noi percorribile, data l'intensa passione che è in ognuno di noi.
- Fatevi un augurio per il vostro futuro. Musicale e non.
 Ci auguriamo che questo sia solo l'inizio del nostro lungo e soddisfacente percorso musicale e della nostra florida e intima amicizia!

Questi erano gli " The Upside Down " . 
Il mio augurio per loro, invece, è quello di poterli rivedere presto sul palco, a suonare tra la folla, e di poter ascoltare le loro canzoni non più solo dietro piattaforme musicali ma anche e soprattutto dal vivo.
#molisechetorni