PRIMO MAGGIO, ROBERTI: NESSUNO DEVE RESTARE INDIETRO NEI MOMENTI DIFFICILI - Molise Web giornale online molisano

Primo maggio, Roberti: nessuno deve restare indietro nei momenti difficili

Il 1° maggio è una giornata simbolo: si ricordano il lungo percorso che ha portato alla conquista dei diritti dei lavoratori e anche gli obiettivi sociali ed economici raggiunti dai lavoratori dopo lunghe battaglie.
Sarà un 1° maggio sobrio nelle celebrazioni, ma sempre una giornata di riflessione, in cui il rapporto dialettico tra lavoratori, cittadini, forze politiche e sociali rappresenta un momento di grande crescita per tutti.
Il tema lavoro è sempre un argomento di grande rilevanza politico-sociale, nonché di riflessione sulla solidarietà e sulla coesione sociale.
Il 1° maggio è la festa di chi, ogni giorno, si impegna per far valere i propri diritti e, dunque, un lavoro ce l’ha, ma anche di chi è lavoratore precario oppure un impiego non ce l’ha o lo ha perso. È in favore di quest’ultimi, infatti, che devono essere rivolte tutte le nostre attenzioni, affinché ognuno possa trovare nel lavoro la propria dignità e soddisfazione personale.
“L’Italia è una Repubblica, fondata sul lavoro”, così si apre, con l’articolo 1, la Costituzione Italiana. Nessuno deve restare indietro, soprattutto nei momenti più difficili.
L’augurio di un buon 1° maggio di riflessione, ma anche di fiducia per un futuro migliore per tutti.
 
                                                                                  
 
                                                              Il Presidente della Provincia di Campobasso
                                                                                 Ing. Francesco Roberti