FIGLIUOLO E CURCIO IN VISITA A CAMPOBASSO: IN MOLISE IL SISTEMA FUNZIONA, DA LUNEDì PRENOTAZIONI AGLI OVER 50 - Molise Web giornale online molisano

Figliuolo e Curcio in visita a Campobasso: in Molise il sistema funziona, da lunedì prenotazioni agli Over 50

di Viviana Pizzi

Sono arrivati alle 18.15, dopo una riunione a Palazzo Vitale durata circa trenta minuti, all'interno del centro vaccinale di Selvapiana il commissario per l'emergenza vaccinale Paolo Saverio Figliuolo e il capo della protezione civile Francesco Curcio. Sono stati accolti dal presidente della Regione Donato Toma, dal sindaco di Campobasso Roberto Gravina, dalla commissaria ad acta per la sanità pubblica Flori Degrassi, dalla subcommissaria Annamaria Tomasella e dal direttore generale dell'Asrem Oreste Florenzano.  Fuori a chiedere giustizia e celerità nelle vaccinazioni, anche per evitare che si aggiungano altre morti al copioso elenco molisano, anche una delegazione del Comitato vittime e dignità del Covid guidato dal presidente Francesco Mancini. 

l'interviste: https://www.facebook.com/moliseweb.it/videos/197119168910029

Dopo la visita al centro vaccinale il punto stampa con i giornalisti. "Ringrazio il presidente Toma - ha dichiarato il Generale Figliuolo-  di averci invitato e il sindaco di Campobasso per aver messo a disposizione una struttura che permette 400 somministrazioni al giorno. Importante che in Molise solo 6 persone hanno rinunciato ad Astrazeneca. E' fondamentale per uscire dalla pandemia e rilanciare il settore turistico alberghiero.  Ieri abbiamo raggiunto 450mila somministrazioni. E sono arrivate altri 2 milioni di Pfizer e 400 mila di Moderna di vaccini. A maggio avremo 17 miloni di vaccini. In Molise c'è stato lavoro di qualità, siamo in media sugli over 80" . 

Sul Molise grande sforzo dal punnto di vista della Difesa che lavora con medici volontari e su tre immobili . Poi le novità sulla vaccinazione degli over 50. " Altra novità da lunedì prossimo si apriranno le prenotazioni delle classi fino al 1971. Intercettando l'afflusso di vaccini si potrà scendere e vaccinare sempre più persone. Quella degli over 50 è legata al discorso delle prenotazioni quando si arriva a un certo discorso sulle prenotazioni. Che significa che verso fine mese si potrà vaccinare effettivamente. A fine mese  inoltre si finirà con gli over 80. Poi si va speditamente con gli over 70".

Il problema di Astrazeneca, che interessa gran parte d'Italia non rigurarda il Molise. E ai vaccinati si chiede di adottare i comportamenti sempre adottati.  "C'è una raccomandazione e non un divieto sugli over 60 riguardo ad Astrazeneca. Anche i vaccinati devono tenere comportamenti adeguati perchè ci sono le varianti. Un vaccinato con sintomi lievi può infettare un fragile se non si arriva alla vaccinazione di massa. Dobbiamo uscirne tutti assieme in maniera responsabile e fidarsi della scienza. Più vacciniamo e più ci mettiamo in condizioni di dare buona indicazione alla politica. 

 Brevi le dichiarazioni del capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio "In Molise c'è un buon rapporto tra consegna delle dosi e somministrazioni. Abbiamo una diffusione capillare. Questa sfida si vince se lavoriamo insieme tra struttura nazionale e locale Oggi sono 45 anni dal terremoto del Friuli. Oggi  raccogliamo la sfida interforze per altre emergenze per gli eventi del passato per fare tesoro di ciò che abbiamo vissuto nel paese". 

Sulla visita è intervenuto anche il sindaco Gravina. “La visita del Commissario Straordinario per l’emergenza e del Capo del Dipartimento della Protezione Civile qui nella nostra città, assume una notevole importanza perché rappresenta un momento di verifica sostanziale delle attività poste in essere, sul nostro territorio, in special modo in merito alla campagna vaccinale in corso. Da parte dei responsabili del Governo, il voler prendere visione in modo diretto, delle criticità e delle soluzioni che nei vari territori si sono andate a tracciare per garantire lo sviluppo costante del programma di vaccinazione nazionale contro il Covid-19, è un anche modo per conoscere meglio la realtà nella quale, qui in Molise, gli amministratori locali e le loro comunità di riferimento, hanno dovuto affrontare la lunga emergenza pandemica che ha messo a dura prova il nostro sistema sanitario. 
Di pari passo con l’intensificarsi delle azioni
da compiere per proseguire con la copertura vaccinale di tutta la popolazione, - ha aggiunto Gravina - resta la necessità, per l’immediato futuro, di strutturarsi a livello sanitario regionale. Questo tema è stato posto al centro del primo incontro che lo scorso 4 maggio, come Direttivo della Conferenza dei Sindaci, abbiamo avuto con il commissario ad acta alla sanità Flori Degrassi e il sub commissario Anna Maria Tomassella. Il confronto ha mostrato una disponibilità all’ascolto di tutte le componenti chiamate in causa e da questo modello collaborativo bisogna ripartire per trovare soluzioni che non siano sempre e solo ostaggio delle esigenze dei numeri.”