VIBO VALENTIA PROCLAMATA CAPITALE DEL LIBRO 2021, SCONFITTA LA CITTà DI CAMPOBASSO - Molise Web giornale online molisano

Vibo Valentia proclamata capitale del libro 2021, sconfitta la città di Campobasso

Oggi alle ore 11.00 è stata trasmessa la cerimonia di proclamazione della città vincitrice del titolo “Capitale italiana del Libro”. Il Ministero della cultura, Dario Franceschini, ha proclamato vincitrice la città di  Vibo Valentia, che riceverà un contributo pari 500 mila euro per la realizzazione del progetto. Boccone amore per la Città di Campobasso che si deve accontentare di aver partecipato alla finale.
La giuria, presieduta da Romano Montroni, ha comunicato al Ministro Franceschini la città designata per il 2021 ha proclamando in diretta la vittoria di Vibo Valentia. Sono state sei le città finaliste che si sono contense il titolo: Ariano Irpino, Caltanisetta, Campobasso, Cesena, Pontremoli e Vibo Valentia.
La Capitale italiana del libro è stata istituita dal Ministro Franceschini nel 2020 per la promozione e il sostegno della lettura. Il titolo della prima edizione è stato conferito dal Cdm, su proposta del Ministro della cultura, al comune di Chiari in provincia di Brescia, uno dei paesi più colpiti dalla epidemia da Covid-19 che nei mesi più duri del lockdown ha trovato proprio nella lettura, compiuta attraverso i canali social dell'amministrazione, uno degli strumenti per sostenere la comunità.
Le dichiarazioni del sindaco di Campobasso Roberto Gravina: «È stata una bella responsabilità quella di rappresentare, davanti alla giuria del Centro per il Libro e la Lettura e al Ministero della cultura, non solo la nostra realtà ma l’intera comunità regionale e l’esperienza fatta in questi sei mesi per portare all’attenzione nazionale l’identità culturale di Campobasso sarà utile per continuare, sin da subito, a immaginare nuove progettualità su cui misurarci. Intanto, però, vanno alla città vincitrice, Vibo Valentia, i complimenti sinceri di tutta la nostra comunità».
«La strada che la nostra città ha fatto in questi mesi, sin da ottobre, per giungere qui oggi, è solo un pezzo di quella che siamo pronti a continuare a percorrere per la crescita continua del nostro territorio. – ha aggiunto l’assessore alla Cultura, Paola Felice - Aver avuto la possibilità di partecipare fino in fondo in una competizione così importante, per noi vuol dire anche aver ricevuto un meritato credito per quanto presentato e progettato in questa occasione con la precisa volontà di rilanciare, proporre e conservare le storie che vengono dai territori, intraprendendo un viaggio comune, lungo tratte forse meno battute e appariscenti, ma di sicuro vere, che anche per il futuro continueremo a proporre».