#INIZIALMENTE – IL TEMPO - Molise Web giornale online molisano

#Inizialmente – Il tempo

Questa settimana, nel ricordo di Francesco Jovine, molisano d'eccellenza, trasmigriamo nel mondo della poesia , unica arma che afferma libertà, bellezza, territorio, stato d'animo. Lo facciamo con una poesia di Alda Merini  che ci indica la strada, che indica la strada a tutti i poeti.  I poeti che ci aiuteranno nella riflessione, ci indurranno ad un commento. La poesia, ci raggiungerà senza fretta, pian piano con afflato e gradevole armonia ci riporterà nel tempo e ci offrirà, senza tempo, contributi di vita.  La poesia come termine di profonda accettazione di se, di prevaricazione sulle differenze, in termini di superamento di muri e di qualsiasi barriera mentale e fisica , di godimento dell'essere, di sana tranquillità nell'accettare cambiamenti, restrizioni, stati e prospettive di vita. La dedizione è la forza nell'aleggiar di un soffio di vento, mai lo stesso. Che esso, sempre benevolo di carezze e di sospirato fato, ci accompagni .

" I poeti lavorano di notte

quando il tempo non urge su di loro,

quando tace il rumore della folla

e termina il linciaggio delle ore.

I poeti lavorano nel buio

come falchi notturni od usignoli

dal dolcissimo canto

e temono di offendere Iddio.

Ma i poeti, nel loro silenzio

fanno ben più rumore

di una dorata cupola di stelle “.

 

ALDA MERINI