"ACCOGLIERE E CURARE", UN VIAGGIO NELLA SPAGNA MODERNA - Molise Web giornale online molisano

"Accogliere e curare", un viaggio nella Spagna moderna

Accogliere e curare è uno scritto che va a raccontare ed analizzare la rete ospedaliera che si era creata nella Monarchia ispanica durante i primi secoli dell’età moderna tra il XVI e il XVIII secolo.
Il fattore dello scritto che va subito a colpire il lettore è sicuramente la ricostruzione fedele di questo enorme apparato sanitario e di come viene spiegato il tutto con estrema efficacia e precisione, narrando e analizzando le vicende non solo degli ospedali, ma anche delle confraternite che svolgevano un ruolo rilevante nell’arcaico sistema sanitario dell’epoca, tra cui spiccava la confraternita della Santissima Resurrezione della nazione spagnola, fondata a Roma 1574 da un personaggio che sarà una delle colonne di buona parte del libro, ovvero Juan de Zuniga y Requesens, ambasciatore di Filippo II( Re di Spagna) nello Stato Pontificio.  Tutte queste organizzazioni non si fermavano al mero compito di salvaguardia della sanità ma inevitabilmente andava a creare, per tutta la Monarchia ispanica (il primo impero globale dell’età moderna), una ragnatela e diplomatica che andava a caratterizzare e influenzare l’identità politica della Monarchia.
Il libro va anche a sottolineare l’organizzazione che la Monarchia di Spagnola aveva nei confronti dei vari stati e principati italiani come la Repubblica di Genova, lo stato di Milano, il Regno di Sicilia e soprattutto il Regno di Napoli dove gli spagnoli avevano una influenza diretta. Affascinante la narrazione per quanto riguarda   l’organizzazione dell’ospedale di San Pietro degli Italiani a Madrid che fungeva praticamente da sede diplomatica “latente”.
Accogliere e curare è un libro da avere assolutamente se si vuole approcciare in un modo realmente approfondito lo studio della storia Moderna, perché va a toccare temi di gestione politica e amministrativa che sono basilari nella comprensione gli equilibri del potere di quel determinato periodo storico. I miei più sinceri complimenti alla dotta scrittrice, Professoressa Elisa Novi Chavarria per averci dato la possibilità di poter conoscere e analizzare questo argomento in tutte le sue sfaccettature.

Di Simone d’Ilio