LARINO, APPROVATA ALL'UNANIMITà LA PROPOSTA PER L’ISTITUZIONE DELL’UFFICIO CIMITERIALE - Molise Web giornale online molisano

Larino, approvata all'unanimità la proposta per l’istituzione dell’ufficio cimiteriale

Discussa nell’ultimo Consiglio comunale del 29 aprile la mozione proposta dai Consiglieri di minoranza de “Il Germoglio” e “Noi per Larino”, la stessa è stata esposta durante l’Assise dalla Consigliera Graziella Vizzarri,  che ha evidenziato la necessità dell’istituire un ufficio preposto alla gestione del cimitero integrando la proposta con un exsursus dei fatti, quali incongruenze legate alla gestione sindacabile in cui verte l’area cimiteriale negli ultimi anni. Proprio ad interrompere la mala gestione, ha riportato  la Vizzarri, si rende necessaria l’istituzione immediata dell’ufficio cimiteriale che si occupi dell’istruttoria degli atti amministrativi riguardo assegnazione loculi ed aree cimiteriali, tumulazioni e inumazioni, contratti di concessione loculi ed aree, estumulazione, riesumazione,  cremazione e traslazioni e tutte le attività necessarie connesse alle operazioni cimiteriali.
L’ufficio, inoltre, deve avere la valenza di front-office e quindi gestire direttamente i  rapporti con l’utenza e con  le eventuali ditte appaltatrici dei servizi cimiteriali. 
Il cimitero negli ultimi anni, come riportato dalla stessa Vizzarri, vive delle questioni annose che riconducono a vere e proprie discrepanze procedurali nelle operazioni cimiteriali e inosservanze alla normativa di settore e tutta la normativa connessa.  Durante l’Assise, la Vizzarri,  ha ricordato le precedenti interpellanze riguardo assegnazioni di loculi già impegnati, fosse scavate sempre accompagnate da atti amministrativi, ma non riconducibili a richieste dei cittadini tantomeno rinvenute materialmente nell’area cimiteriale. Altresì il vagare,  ossia traslazioni  di defunti tra loculi e cappelle gentilizie non proprio avvenute in maniera corretta. Ha anche  ricordato  l’episodio rincrescioso e  grave di un defunto di cui si è vista depositata l’istanza di assegnazione  loculo due giorni dopo gli avvenuti funerali, legittimo chiedersi dove si è tenuta la salma in quel lasso di tempo,  anche in questo caso si evidenziano violazioni. Inoltre, aree  predestinate all’urgenze utilizzate a volte come parcheggio temporaneo,  e tante altre operazioni non in linea con le giuste procedure, gli stessi  sempre accompagnati da atti amministrativi anch’essi errati o in altre occasioni privi della previa autorizzazione. Ha inoltre ricordato, che proprio a causa di una mancanza di Determina Dirigenziale di assegnazione loculo cimiteriale, il Comune di Larino ha dovuto fronteggiare un contenzioso con notevole aggravio di spese per le casse comunali, anomalia piuttosto presente. Ed  inoltre, particolare non trascurabile, l’incolpevole coinvolgimento della famiglia del defunto in questione che oltre a fronteggiare il lutto anche il contenzioso insorto. Una situazione  notevolmente compromessa e aggravata, come detto dalla consigliera Vizzarri, da un regolamento di Polizia Mortuaria risalente al 1976, quindi vetusto. A tutto ciò si aggiunge, riportato in Consiglio dal Sindaco Giuseppe Puchetti, la denuncia di alcuni proprietari di terreni attigui all’area del cimitero cittadino per la presenza, sulle loro proprietà,  di rifiuti definiti cimiteriali. Situazione che si aggiunge alla già spinosa presenza di rifiuti cimiteriali abbandonati all’interno dell’area. Insomma, una questione farraginosa che vede proprio nell’istituzione dell’ufficio cimiteriale la sua normalizzazione, infatti la sua presenza ha grande rilevanza al fine  della funzionalità di ripristino della rincresciosa situazione in cui verte il contesto,  e di monitoraggio in itinere. Si è rinviato alla Commissione comunale pertinente la locazione dell’ufficio. Una nuova e decorosa considerazione per il cimitero cittadino, azione tanto attesa che ha messo d’accordo tutti i gruppi consiliari di Palazzo Ducale.