GIORNATE FAI DI PRIMAVERA, IN MOLISE APRE SANTA MARIA DI CASALPIANO A MORRONE NEL SANNIO - Molise Web giornale online molisano

Giornate Fai di Primavera, In Molise apre Santa Maria di Casalpiano a Morrone nel Sannio

Lo spirito e il significato più profondo della 29ªedizione delle Giornate FAI di Primavera in programma sabato 15 e domenica 16 maggio 2021 è racchiuso in tre parole CORAGGIO, ORGOGLIO E GENEROSITA’.

Anche quest’anno le Giornate FAI di Primavera,il più importante evento nazionale dedicato al patrimonio culturale che celebra arte, storia, cultura e natura,torna a coinvolgere gli italiani - dopo i mesi difficili vissuti in lockdown - nell’entusiasmante scoperta delle bellezze che ci circondano, grazie all’apertura di numerosi beni e percorsi molti dei quali poco conosciuti o accessibili in via eccezionale, visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti.

I posti disponibili sono limitati; la prenotazione è obbligatoria sul sito www.giornatefai.it fino a esaurimento posti disponibili ed entro la mezzanotte del giorno precedente la visita

(N.B. il programma potrebbe subire variazioni; la realizzazione dell’evento nelle singole Regioni dipenderà dal loro colore nella settimana del 10 maggio. Per le Regioni attualmente arancioni prenotazioni aperte da sabato 8 maggio in caso di passaggio in zona gialla).

Il FAI, Fondo Ambiente Italiano, nonostante l’emergenza sanitaria che l’Italia stava vivendo, con audacia e tenacia ha coraggiosamente e prontamente programmato l’evento a metà maggio. Le Giornate FAI di Primavera sono possibili grazie ad un’inesauribile fiducia nel Paese e ad un lavoro difficile e ininterrotto svolto nei mesi in cui l’Italia era ferma a causa dell’emergenza.



È stato uno sforzo speciale, che si avvicina all’eroismo, e di cui si sono fatti carico con encomiabile entusiasmo e passione civica i volontari delle Delegazioni, i Gruppi FAI attivi in tutta Italia, vero motore dell’evento che potranno contare sul supporto di Protezione Civile, Croce Rossa e Arma dei Carabinieri, da anni al fianco del FAI in questa manifestazione.

L’edizione di quest’anno è un piccolo “miracolo” e anche un prezioso regaloche la Fondazione fa agli italiani nel senso che partecipare alle manifestazioni potrà sicuramente contribuire a ridare ai cittadini speranza e fiducia nel futuro, riavvicinandoli ai beni storici, artistici e naturalistici del nostro Paese, che il FAI dal 1975 è impegnato ogni giorno a tutelare, salvaguardare e valorizzare con grande slancio e senso di responsabilità.

Le Giornate FAI sono un’occasione per conoscere l’inestimabile patrimonio culturale d’Italia e un grande momento di incontro tra il FAI e tutti gli italiani. Chi parteciperàcontribuirà ad aiutare la Fondazione, in un momento delicato, a portare avanti la sua missione e a compiere tanti altri “miracoli” di cui essere orgogliosi. Per prenotarsi e prendere parte all’iniziativa è richiesto un contributo minimo di 3 €. Chi lo vorrà, potrà sostenere ulteriormente il FAI con contributi di importo maggiore oppure attraverso l’iscrizione annuale - sottoscrivibile online o in piazza in occasione dell’evento - o ancora con l’invio di un sms solidale al numero 45586, attivo dal 6 al 23 maggio 2021(vedere box in fondo per dettagli). Alle Giornate FAI di Primavera è stata conferita la Targa del Presidente della Repubblica. E’ un riconoscimento di cui il FAI è molto fiero ed orgoglioso e che ci incoraggia a fare sempre meglio e a svolgere con efficacia il nostro lavoro.

 
 
   

Le Giornate FAI di Primaverachiudono la Settimana Rai dedicata ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 10 al 16 maggio, infatti, la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro Paese: una maratona televisiva e radiofonica di raccolta fondi a sostegno del FAI, per sensibilizzare sempre più italiani sul valore del nostro straordinario patrimonio artistico e paesaggistico e per promuoverne la partecipazione attiva. Rai è Main Media Partner del FAI e supporta in particolare le Giornate FAI di Primavera 2021 anche attraverso la collaborazione di Rai per il Sociale.








 
 

L’apertura prevista in MOLISE:

Morrone del Sannio (CB)
SANTA MARIA IN CASALPIANO
Apertura: sabato 15 maggio, dalle ore 14.30 alle 19; domenica 16 maggio, dalle ore 10 alle 19

Grazie al comitato “Santa Maria in Casalpiano”, che ha raccolto voti a favore del complesso monumentale durante l’edizione 2020 de I Luoghi del Cuore e che curerà le visite nelle Giornate FAI di Primavera, si potrà esplorare l'area archeologica che custodisce i resti di una villa romana del periodo imperiale, residenza di Rectina, amica di Plinio il Vecchio e da questi salvata nel 79 d.C. dall'eruzione del Vesuvio a Pompei. Prima del VI sec. d.C., l'area venne trasformata in una necropoli e ad oggi sono state scoperte più di 50 tombe. Intorno all'anno Mille già dovevano essere state edificate due chiese: Santa Maria e Santa Apollinare. Quest'ultima oggi non esiste più ed è ancora incerta la sua collocazione, mentre l'odierna chiesa di Santa Maria, con una tipica struttura in stile romanico-molisano, diffuso tra il XIII e il XIV secolo, è il frutto di successive trasformazioni, nel Cinquecento prima e nel Settecento poi, che ne hanno modificato l'orientamento e le decorazioni. Al lato dell'attuale chiesa si trovano i resti monumentali di un altro edificio religioso che, considerate le notevoli dimensioni e l'altezza delle strutture, probabilmente risale all’epoca gotica.