AGGRESSIONE A CAMPOBASSO, UN TESTIMONE SMENTISCE MAURIZIO TIBERIO: LI HA RINCORSI LUI - Molise Web giornale online molisano
Si arricchisce di particolari la storia dell'aggressione avvenuta ieri pomeriggio davanti all'Osteria 28 di Campobasso. Protagonisti due giovani universitari di 22 e 23 anni, il presidente della Regione Donato Toma e il suo collaboratore Maurizio Tiberio. Un testimone, presente sul luogo del fatto, ci ha raccontato la sua versione. Preferisce non essere identificato ma ci racconta tutto con dovizia di particolari.

"Maurizio Tiberio è entrato dentro col naso sfraffato- ci racconta - ma lui li ha inseguiti. Lui e il presidente Toma stavano seduti all'esterno e questi qua sono passati e gli hanno detto qualcosa di ingiurioso, cattive parole, quello che gli ha detto le cose è scappato, e questo ragazzo che non c'entrava niente (colui che ha raccontato la sua versione su facebook ndr) si voleva confrontare ma non lo ha aggredito. Secondo me come si è scansato, lui ha dato una capata. Non mi sembra un ragazzo che potesse fare una cosa del genere. Credo che sia Tiberio che abbia girato la frittata, Molte persone credono a priori a questo ragazzo anche perché lui ha pubblicato un post dove racconta la vicenda". 

Insomma si moltiplicano le voci che darebbero credito alla verità raccontata dal ragazzo accusato da Tiberio di aggressione. Fondamentali oltre a queste testimonianze, a livello investigativo, potrebbero essere le riprese video qualora ce ne fossero. L'indagine della questura potrebbe avviarsi a querela di parte. Questa testimonianza allontanerebbe l'ipotesi di una aggressione studiata.