SETTIMANA NAZIONALE DELLA CELIACHIA IN MOLISE - Molise Web giornale online molisano

Settimana Nazionale della Celiachia in Molise

Anche quest'anno, in Molise, come in tutta Italia, si celebra la Settimana Nazionale della Celiachia 15-23 maggio 2021. Ogni anno, per questa ricorrenza, AIC Molise ha organizzato eventi in presenza. Quest'anno purtroppo tutto questo non è stato possibile a causa della pandemia da covid-19, ma non per questo AIC Molise si è fermata, la Presidente Sara Mucciarone ha rilasciato una breve intervista alla nostra redazione in cui ci ha illustrato le attività dell’associazione.
1) Cos'è la celiachia?
La celiachia, o malattia celiaca, è un’infiammazione permanente della mucosa intestinale provocata dall’ingestione di glutine, in soggetti geneticamente predisposti. La celiachia può esordire in qualsiasi età e una volta manifestatasi non regredisce. Pertanto l’unica terapia, ad oggi disponibile, è rappresentata da un corretto e rigoroso regime alimentare che va seguito per tutta la vita. I soggetti celiaci devono escludere dalla dieta tutti gli alimenti a base di cereali contenenti glutine compresi quelli dove questo è aggiunto come additivo durante i processi industriali di trasformazione.
2) Cosa fa AIC per stare vicino agli associati?
Dal 1979 AIC è il punto di riferimento unico in Italia per quanto riguarda la celiachia e ha contribuito a migliorare enormemente la qualità di vita delle persone celiache e delle loro famiglie. Le sue associazioni territoriali, presenti in tutte le regioni italiane, integrandosi nella mission di gruppo, rispondono all’esigenza del dialogo con le persone celiache, fornendo soluzioni ai loro problemi e recependone i nuovi bisogni, dialoga con gli interlocutori istituzionali Regionali portando la voce dei pazienti presso i tavoli di discussione.
3) In che modo riuscite a dare supporto a celiaci in questo periodo di pandemia?
A partire da marzo 2020, quindi con l’inizio del primo lockdown, l’Associazione si è prontamente attivata, contattando tutte le strutture facenti parte del Programma AFC (Alimentazione Fuori Casa) allo scopo di poter informare gli associati riguardo i servizi che venivano garantiti dalle strutture durante il periodo emergenziale.
In seguito, abbiamo cercato di rimodulare le nostre attività e i nostri progetti, digitalizzandoli e svolgendoli da remoto sulle piattaforme digitali e/o sui social media.
4) Come vivete quest'anno la Settimana della Celiachia?
La Settimana Nazionale della Celiachia è un'iniziativa dell'Associazione Italiana Celiachia che si svolge ogni anno nel mese di maggio in corrispondenza della Giornata Internazionale della Celiachia (16 Maggio) ed è giunta quest’anno alla sua sesta edizione. La settimana della celiachia andrà dal 15 al 23 di Maggio e avrà lo scopo di dare una corretta informazione e sensibilizzare il pubblico e i media su una patologia che in Italia riguarda circa 600.000 persone di cui quasi 400.000 non ancora diagnosticate.
Quest’anno, per il secondo anno consecutivo, a causa dell’emergenza sanitaria, gli eventi saranno organizzati solo da remoto, sulle piattaforme digitali e sui social media. Nel Molise abbiamo pensato di organizzare un webinar, in diretta ZOOM, con un nostro Referente Scientifico il dr. Vincenza Santillo, Direttore ff U.O.C Pediatria di Campobasso, una diretta Facebook con la nostra professionista dott.ssa Mara Andreola e la psicologa dott.ssa Emiliana Bonanni e un corso di cucina con un nostro chef, presente nel network, all’interno del progetto MasterAIC.
5) Progetti per il futuro?
Di progetti per il futuro ne abbiamo tanti, purtroppo la pandemia ha rallentato il raggiungimento di alcuni obiettivi che ci eravamo prefissati.
Per prima cosa sarebbe auspicabile che la famiglia di AIC Molise crescesse numericamente e che ci sostenessero più celiaci molisani in quanto un maggior numero di associati significherebbe rendere l’Associazione più forte e avere una maggiore voce in capitolo nel dialogo con le nostre Istituzioni Regionali.
Un altro obiettivo importante che ci prefiggiamo è quello di sensibilizzare sempre più la classe medica sulla celiachia in modo da ridurre il tempo di diagnosi e aumentare il numero di celiaci non diagnosticati, ricordo che ad oggi i celiaci molisani diagnosticati sono 1024 a fronte dei 3000 attesi (1:100 della popolazione regionale) e per una diagnosi occorrono fino a 6 anni!
Mi piacerebbe inoltre che venisse applicata in maniera corretta la legge 123 del 2005 e che venisse garantito un pasto sicuro senza glutine in tutte le mense pubbliche, comprese quelle scolastiche.
Non da ultimo e meno importante, il tema della digitalizzazione e circolarità del buono mensile tra le regioni, in quanto questo migliorerebbe e renderebbe più agevole la vita dei celiaci molisani. Purtroppo il Molise è tra le cinque regioni in cui il percorso della digitalizzazione non è stato ancora completato.
Grazie alla presidente Sara Mucciarone. Grazie AIC. Buon Lavoro e buona Settimana della Celiachia.

di Antonietta Morelli